Super vacanze di Natale: al cinema il cinepanettone che racconta 35 anni di cinepanettoni

Gli amanti dei cinepanettoni targati Filmauro non potranno perdersi “Super vacanze di Natale”. Il film, al cinema dal 14 dicembre, racconta il meglio dei film di Natale degli ultimi 35 anni. È il cinepanettone che racconta 35 anni di cinepanettoni firmati Aurelio De Laurentiis

da , il

    Super vacanze di Natale

    Gli amanti dei cinepanettoni targati Filmauro non potranno perdersi “Super vacanze di Natale”. Più che per amanti, dovremmo dire nostalgici. “Super vacanze di Natale”, al cinema dal 14 dicembre, infatti racconta il meglio (o il peggio, per i detrattori) film di Natale degli ultimi 35 anni. È il cinepanettone che racconta 35 anni di cinepanettoni firmati Aurelio De Laurentiis. A supervisionare il progetto, scegliendo gli spezzoni, Paolo Ruffini.

    «Io lo chiamo montaggio emotivo-comico, perché porta avanti l’emozione della risata e della comicità – spiega Ruffini a Repubblica – sono più che altro curatore di un’idea registica: questi film li ho attraversati trasversalmente, il pomeriggio della vigilia di Natale andavo a vedere il cinepanettone con gli amici, ho un ricordo bellissimo dei Natali anche grazie a questi film. I cinepanettoni non vogliono mai insegnarti qualcosa, bensì essere quella parentesi di due ore in cui puoi permetterti di sognare qualcosa senza odiare nessuno».

    E ancora: «Quando si parla di cinepanettone non si intende un film comico o una commedia come tante si intende la tipica commedia che esce a Natale, che rappresenta le mode, i vizi, i tic degli italiani con un linguaggio e delle espansioni scatenate.

    La tradizione dei cinepanettoni nacque all’inizio degli anni Ottanta, quando Aurelio De Laurentiis partecipò all’anteprima di “Sapore di mare” dei Vanzina: «L’idea – racconta il produttore a Repubblica – mi sembrò interessante, funzionava. Raccontava in modo preciso e divertente un’epoca che ci ha segnato, i mitici anni Sessanta». Sono passati oltre 35 anni, con i cinepanettoni che hanno raccontato «lo specchio di un’Italia che non credo sia stata la migliore degli ultimi quarant’anni».

    del film con Christian De Sica e Massimo Boldi ''Natale sul Nilo'
    Scena del film con Christian De Sica e Massimo Boldi ”Natale sul Nilo’ / Ansa

    “Super vacanze di Natale” racconta 35 anni di cinepanettoni, targati Filmauro, attraverso i video più esilaranti dei vari film, scelti dal supervisore del progetto, Paolo Ruffini. Vedremo, quindi, scene dei vari film di Natale, ambientati negli anni da Roma al Nilo, dal Brasile a Cortina d’Ampezzo, da Londra al Sudafrica passando per New York, Napoli e Miami.

    Biagio Izzo e Massimo Boldi in una scena del film "Matrimonio alle Bahamas"
    Biagio Izzo e Massimo Boldi in una scena del film “Matrimonio alle Bahamas” / Ansa

    In “Super vacanze di Natale” appariranno, ovviamente, tutti gli attori di 35 anni di cinepanettoni: Christian De Sica, Massimo Boldi, Nadia Rinaldi, Paolo Ruffini, Stefania Sandrelli, Ezio Greggio, Jerry Calà, Enzo Salvi, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Lillo, Greg, Diego Abatantuono, Massimo Ghini, Nino Frassica, Michelle Hunziker, Biagio Izzo, Fabio De Luigi, Alessandro Siani, Nancy Brilli, Cristiana Capotondi, Vanessa Hessler, Claudio Bisio, Sabrina Ferilli, Paola Minaccioni, Belen Rodriguez, Giorgio Panariello, Francesco Mandelli.

    Paolo Ruffini
    Paolo Ruffini, il supervisore del progetto

    Più che la critica di un collage di spezzoni, riportiamo le critiche ricevute da “Super vacanze di Natale”. Critiche da parte di Massimo Boldi e Christian De Sica, una volta duo storico simbolo dei cinepanettoni, fino alla separazione artistica. In questo caso i due, presenti naturalmente in quasi tutti gli spezzoni del prodotto curato da Ruffini, si sono mostrati concordi nell’attaccare De Laurentiis. Pare che Boldi, dopo che il produttore ha rifiutato la sua richiesta di fargli visionare in anticipo il film, abbia chiesto addirittura il sequestro della pellicola per concorrenza sleale. E De Sica, in una intervista a Chi, non è stato tenero: «“Super Vacanze di Natale?” Ci sono rimasto male perché Aurelio neanche ci ha avvertito, dopo 32 anni poteva dircelo. Io non ho neanche visto il film perché è proprio una sciocchezza, quegli spezzoni si possono vedere gratis su Youtube. È stato fatto con film vecchi. Ho sempre detto che, se ci fosse stata una buona idea, avremmo potuto tornare insieme. Ma così, senza dircelo, ha fatto una sciocchezza. Poteva chiedercelo. Gli avremmo detto di no».