Tania Cagnotto incinta: ‘Sarò mamma di una bimba’

L’atleta plurimedagliata e il marito Stefano Parolin sono in attesa di una bimba, che arriverà nei primi mesi del 2018: Tania Cagnotto, futura neo mamma, si gode la magia della gravidanza e vede il parto come un salto nel vuoto, dopo il quale non esclude di poter tornare a gareggiare

da , il

    Tania Cagnotto incinta: ‘Sarò mamma di una bimba’

    Tania Cagnotto è incinta e all’inizio del 2018 partorirà una bimba: per ora, la nuotatrice si gode la magia del momento, è ancora indecisa tra due nomi, e vede il parto come un salto nel vuoto, visto che al contrario della piscina, uno può prepararsi quanto vuole, ma la gravidanza non sarà mai come uno se lo immagina. Ritiratasi dopo Rio de Janeiro 2016, inoltre, Cagnotto non esclude di poter tornare in attività, anche se al momento tutti i suoi pensieri sono concentrati sulla bimba in arrivo.

    Avremo una femminuccia, ma non abbiamo ancora deciso il nome. Si chiamerà o Maya o Isabel’: parola di Tania Cagnotto, che racconta la sua gravidanza a Chi.

    Tania Cagnotto: ‘La magia della gravidanza’

    La 32enne nuotatrice, sposatasi a fine 2016 con Stefano Parolin, sta vivendo la magia della gravidanza, dopo le continue nausee avute nei primi due mesi, la Cagnotto incinta ha preso sette kg in sette mesi, nonostante le rinunce a speck e salame.

    Vedo il parto come un salto nel vuoto’, confessa la Cagnotto, sottolineando come in piscina sia abituata e preparata, una volta partorito invece tutti i preparativi saranno inutili a confronto con la realtà.

    LEGGI: Tania Cagnotto si è sposata: le foto del matrimonio con Stefano Parolin

    Cagnotto: ‘Un ritorno dopo la nascita della bimba? Mai dire mai’

    Pluricampionessa europea ed argento e bronzo olimpico e mondiale dal sincro, Cagnotto non esclude un ritorno per Tokyo 2020: a chiederlo a Tania è stata l’amica Francesca Dallapé, anche lei mamma (di Ludovica, nata a maggio 2017), anche se la Cagnotto confessa di essere titubante.

    Detto che l’atleta futura neo mamma non se lo sarebbe mai aspettato, Cagnotto spiega che è evidente, a Dallapé la gravidanza ha fatto bene, la vede piena di energia, felice, carica riguardo al possibile mondiale, ma per quanto la riguarda, le cose sono diverse.

    Non posso neanche immaginarmi di vedermi lì nel 2020 – dice l’atleta – perché devo valutare tante cose: come sarà il parto, come sarò io nel gestire la bambina, se sarò brava come Francesca, se sarò come mi auguro una mamma sportiva’.

    Insomma, l’eventuale ritorno di Cagnotto verrà deciso tra qualche mese/un paio d’anni, anche se l’atleta bolzanina non dice di no a priori perché ha visto tanti atleti cambiare idea dopo il ritiro e non vorrebbe dire di no salvo poi ripensarci…