Tullio Solenghi ricorda Anna Marchesini: ‘Una sorella affettuosa e una maestrina necessaria’

Intervistato da Cristina Parodi a Domenica In, l’attore ricorda la collega scomparsa nel 2016: ‘Era una sorella, 12 anni di vita in comune. Era molto affettuosa, è stata una sorella deliziosa, ma anche molto determinata: ha inteso il professionismo nella forma più profonda ed eroica’, dice Tullio Solenghi a proposito di Anna Marchesini

da , il

    Tullio Solenghi ricorda Anna Marchesini: ‘Una sorella affettuosa e una maestrina necessaria’

    Tullio Solenghi ricorda Anna Marchesini, a un anno e mezzo dalla sua morte e nel giorno del suo compleanno, domenica 19 novembre 2017: ‘Una sorella molto affettuosa e determinata, una maestrina necessaria’, l’affettuoso ricordo del comico a Domenica In. Intervistato da Cristina Parodi, Solenghi si racconta e ricorda la Marchesini, tra aneddoti e curiosità, rievocando anche un esilarante incontro con Gina Lollobrigida che non andò come previsto…

    Era una sorella, 12 anni di vita in comune. Era molto affettuosa, è stata una sorella deliziosa, ma anche molto determinata: ha inteso il professionismo nella forma più profonda ed eroica’. Così, a Domenica In, Tullio Solenghi ricorda Anna Marchesini.

    Solenghi: ‘Marchesini fu una maestrina necessaria’

    I due sono stati per anni parte del Trio Marchesini-Solenghi-Lopez e a Domenica In, intervistato da Cristina Parodi in occasione del compleanno dell’attrice scomparsa nel luglio 2016, Solenghi – oggi a teatro con l’altro membro del trio, Massimo Lopez – parla di una Marchesini ‘necessaria’.

    Solenghi ricorda come, quando il Trio portò in scena una versione satirica dei Promessi Sposi, Marchesini pretese che il classico fosse riletto da cima a fondo.

    E ha avuto ragione lei’, dice Solenghi di Marchesini, perché alcuni snodi del linguaggio manzoniano potevano sfuggire.

    Se Solenghi e Lopez definivano Marchesini una maestrina – e lei si arrabbiava – oggi l’attore riconosce che è stata una maestrina necessaria, alcune delle caratteristiche del trio le dobbiamo principalmente a lei.

    LEGGI: Anna Marchesini: ai funerali anche Solenghi e Lopez

    Solenghi: ‘Anna pensava al futuro’

    Solenghi ha ricordato particolari degli ultimi anni di lavoro del Trio, soprattutto in occasione de In principio era il trio, l’ultimo spettacolo teatrale in cui, era il 1990, i tre attori apparvero tutti e tre insieme.

    Temevamo di non farcela, l’emotività era tanta’, ricorda Solenghi, sottolineando come le frasi di Anna fossero tutte proiettate nel futuro e nella voglia di continuare.

    Lei odiava la retorica e lo strazio’, ricorda Solenghi, sottolineando come la Marchesini voleva che il Trio prendesse un teatro tutto per loro, come il Valle, o che insegnassero in Accademia.

    LEGGI: Morta Anna Marchesini, l’attrice umbra aveva 62 anni

    Solenghi: ‘Quell’incontro del trio con la Lollo…’

    L’intervista si conclude con un ricordo di un incontro molto simpatico con Gina Lollobrigida, ‘un totem, una star’ per cui il trio si emozionò… almeno fino a quando la star non confessò che era lì per chiedere se il bagno del camerino del gruppo funzionasse, perché il suo era intasato. ‘E Anna – conclude Solenghi – era già lì che prendeva nota’.