Massimo Boldi contro il cinepanettone di De Laurentiis: ‘Non deve uscire’

Finisce in tribunale la diatriba tra Massimo Boldi e il cinepanettone di De Laurentiis che contiene vecchie immagini del duo Boldi-De Sica. Il comico lombardo, in procinto di uscire al cinema con un suo film di Natale (così come lo stesso De Sica), vuole bloccarne la diffusione.

da , il

    Massimo Boldi contro il cinepanettone di De Laurentiis: ‘Non deve uscire’

    Pochi erano a conoscenza della ‘guerra’ dei film di Natale 2017, che vede schierato Massimo Boldi contro il cinepanettone di Aurelio De Laurentiis, dal titolo Super Vacanze di Natale, atteso al cinema il prossimo 14 dicembre. Motivo del contendere? Il comico lombardo vuole impedire l’uscita nelle sale del film prodotto dal presidente del Napoli per ‘concorrenza sleale’, e per questo si è rivolto a un tribunale chiedendo il blocco e il sequestro della pellicola mediante un provvedimento d’urgenza. Ma perché Massimo Boldi ce l’ha tanto con il nuovo Super Vacanze di Natale? Il motivo è presto detto.

    Il nuovo cinepanettone della Filmauro di Aurelio De Laurentiis non è infatti un film di Natale come gli altri. La pellicola non è stata girata quest’anno, non contiene scene inedite e non racconta una nuova trama, ma è un singolare montaggio di tutti i film natalizi prodotti da De Laurentiis a cominciare dal mitico capostipite Vacanze di Natale del 1983, quello con i vari Christian De Sica, Jerry Calà, Claudio Amendola, Stefania Sandrelli, Karina Huff e Mario Brega. Il problema è che questo strano lungometraggio, curato da Paolo Ruffini, contiene pure numerose scene tratte dai tanti cinepanettoni girati in passato dalla coppia Boldi-De Sica

    Ed è qui che casca l’asino. Con questa operazione (che molti definiscono ‘furba’, ma bisogna vedere quanta gente sarà disposta a comprare un biglietto del cinema per assistere a qualcosa di già visto) Aurelio De Laurentiis, avendo la piena titolarità dei diritti sui vecchi film, non si è fatto alcun scrupolo a ‘riunire’ quella che per tanti anni è stata la coppia simbolo dei cinepanettoni italiani, appunto Massimo Boldi e Christian De Sica, nonostante i due si siano ormai professionalmente ‘separati’, tanto che entrambi sono in procinto di uscire con un proprio film natalizio… guarda caso proprio lo stesso giorno!

    Eh sì, la questione è davvero spinosa: Christian De Sica e Massimo Boldi appariranno nel nuovo film di Natale della Filmauro pur non essendo più sotto contratto con De Laurentiis, senza aver dato il consenso, senza beccare un soldo (perché, a quanto pare, i diritti sui vecchi film sono tutti dello scaltro don Aurelio) e, soprattutto, in concorrenza con i loro nuovi cinepanettoni.

    Giovedì 14 dicembre 2017 usciranno infatti, in assurda contemporanea, sia il controverso Super Vacanze di Natale che Poveri Ma Ricchissimi con Christian De Sica (girato da Fausto Briz… ops, dimenticavamo che non si può più nominare) e Natale da Chef con Massimo Boldi (diretto da Neri Parenti). Col risultato che gli attuali De Sica e Boldi saranno costretti a sfidare al botteghino loro stessi nella versione più giovane…

    Per questo, come si legge in un articolo di Giuseppe Cruciani per Libero, nei giorni scorsi lo studio dell’avvocato Giussani ha presentato un ricorso d’urgenza per conto di Boldi e della sua società con lo scopo di bloccare il film di De Laurentiis per concorrenza sleale. ‘Abbiamo chiesto di vedere le scene del film’, ha dichiarato a Libero il produttore Fabio Boldi, fratello di Massimo, ‘Ma ci è stato negato. È una prepotenza, volevamo sapere quali scene vengono utilizzate e come sono state tagliate. E abbiamo chiesto anche di non uscire lo stesso giorno. Non è questione di soldi, su cui si può discutere. Ci è stato negato tutto. Eppure Massimo e Christian hanno fatto guadagnare miliardi a De Laurentiis: rimettere insieme i due era il sogno di tutti, ma lui lo ha fatto in maniera un po’ subdola’.

    Chissà chi la spunterà tra Massimo Boldi e il cinepanettone di Aurelio De Laurentiis. Voi da che parte state?