Michelle Hunziker a Verissimo: ‘Ho lasciato Eros Ramazzotti per colpa della setta’

Per la prima volta la conduttrice svizzera racconta in tv la sua esperienza con i Guerrieri della Luce: ‘Mi dicevano che mio marito era negativo per me, ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’ io ho scelto loro’, racconta tra l’altro Michelle Hunziker a proposito della sua esperienza in una setta

da , il

    Michelle Hunziker a Verissimo: ‘Ho lasciato Eros Ramazzotti per colpa della setta’

    Michelle Hunziker ha lasciato Eros Ramazzotti per colpa della setta I guerrieri della Luce, come racconta la showgirl e conduttrice svizzera a Verissimo. La Hunziker ci sarà per raccontare la sua esperienza, già al centro di un libro ‘Una vita all’apparenza perfetta’, nella setta di una pranoterapeuta e del di lei clan. Proprio per colpa di queste persone, racconta la conduttrice, lasciò Eros Ramazzotti, il cantante con cui all’epoca formava una delle coppie più belle del mondo dello spettacolo.

    Mi dicevano che mio marito era negativo per me, ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’ io ho scelto loro’. Queste le parole di Michelle Hunziker a Verissimo, programma in cui la showgirl parlerà della setta che l’ha tenuta prigioniera per cinque anni.

    Hunziker: ‘Per colpa della setta ho lasciato Eros’

    Come detto in passato e scritto anche nel libro, la setta capeggiata da una donna di nome Clelia la allontanò dai suoi affetti, vedendola come una gallina dalle uova d’oro.

    Hunziker si rivolse a una pranoterapeuta, appunto Clelia, che diventò anche la sua confidente: molti dei problemi della showgirl derivavano dal rapporto spezzato con suo padre alcolizzato, con cui non parlava da anni.

    Seguendo i consigli, Hunziker ha ritrovato suo padre e gli ha fatto fare da nonno di Aurora. Quando il padre della showgirl morì, la conduttrice rimase sola, se si fa eccezione per Clelia, che però allontanò la showhgirl dai suoi affetti, facendo leva sulle sue debolezze.

    Oltre a scegliere la setta invece del marito Eros Ramazzotti, lasciato anche se lo amava moltissimo perché Clelia le diceva che aveva influenze negative, la showgirl si ritrovò prigioniera senza accorgersene, le filtravano le telefonate e per quattro anni non parlò neanche con sua madre.

    LEGGI: Michelle Hunziker prigioniera di una setta: gli anni da incubo con i Guerrieri della luce

    Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker: il divorzio

    Il divorzio di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti, avvenuto nei primi anni 2000, non era mai stato spiegato così bene: inizialmente la colpa fu data proprio al clan Berghella, della pranoterapeuta Giulia Berghella in arte Clelia.

    All’epoca, come confessato anche dalla mamma della showgirl, l’amore tra Michelle ed Eros era già agli sgoccioli, anche se al cantante non andava a genio che la figlia Aurora passasse troppo tempo con la setta.

    Nel 2005, un anno prima di abbandonare la pranoterapeuta, Hunziker aveva minacciato via Corriere della Sera che se ‘Eros continuerà a esasperarmi, finirò con il dire il vero motivo per il quale ci siamo lasciati

    Era stato il cantante, nel 2013, a rivelare che il divorzio era anche colpa della troppa sicurezza: ‘Ero diventato uno spendaccione, a mia insaputa. Lì ho capito che il tuo vero patrimonio è dato dall’amore della gente. Se non hai quello non hai nulla‘, aveva detto a Sette, magazine del Corriere della sera.

    Ora la parziale ammissione di Michelle Hunziker: anche la setta ha giocato un ruolo nella separazione e nel divorzio da Eros Ramazzotti, lasciato perché considerato negativo.

    Hunziker: ‘Lasciai la setta quando la situazione divenne insostenibile’

    A Verissimo, Hunziker parla di regole ferree, punizioni e restrizioni, ma anche un condizionamento psicologico per cui minavano la sua autostima dicendole che non aveva talento e che il successo derivava solo dal percorso spirituale.

    La setta fece aprire a Hunziker una sua agenzia, con cui la conduttrice svizzera pagava tutti i ‘vertici’, che ad un certo punto chiesero e ottennero le sue quote.

    Alla trasmissione di Silvia Toffanin, Hunziker ricorda anche come è riuscita a scappare: la situazione era diventata insostenibile ma la pranoterapeuta tentò di fermare la conduttrice dicendole che sarebbe morta se se ne fosse andata.

    La Hunziker però se ne andò lo stesso, anche se – ricorda – soffrì per molto tempo di attacchi di panico, arrivando a pensare di poter morire per soffocamento.