Quinta Colonna, il sindaco di Ravenna contro il programma di Paolo Del Debbio

‘Servono persone che possano intervenire in diretta facendo trasparire la paura e il timore della rete jihadista’: questo il messaggio che qualcuno (non verificato) della produzione del programma di Rete 4 ha pubblicato in un gruppo ravennate per la puntata di Quinta Colonna del 9 ottobre 2017. Il sindaco ravennate Michele de Pascale attacca il programma di Paolo Del Debbio: ‘Se questo è giornalismo…’

da , il

    Quinta Colonna, il sindaco di Ravenna contro il programma di Paolo Del Debbio

    Il sindaco di Ravenna si scaglia contro Quinta Colonna, dopo che il programma di Rete 4 condotto da Paolo Del Debbio ha trasmesso un servizio, considerato non proprio veritiero, sul presunto problema delle infiltrazioni jihadiste nella comunità musulmana locale. Michele de Pascale, questo il nome del primo cittadino ravennate, pubblica lo screenshot di un messaggio in cui la produzione di Quinta Colonna chiede aiuto per trovare persone preoccupate.

    Servono persone che possano intervenire in diretta facendo trasparire la paura e il timore’. Questo il contenuto dello screenshot postato dal sindaco di Ravenna, secondo cui in uno dei gruppi locali, chiamato ‘La sentinella ravennate’, qualcuno della produzione del programma di Rete 4 Quinta Colonna cercava persone che potessero intervenire durante la puntata di lunedì scorso, 9 ottobre 2017.

    Quinta Colonna e il pericolo jihad a Ravenna

    In quella specifica puntata di Quinta Colonna, in particolare, l’inviato si è occupato di Ravenna e Ferrara, città in cui è stato arrestato Anis Hannachi, uno dei due fratelli di Ahmed Hannachi, l’attentatore che, a Marsiglia, aveva ucciso due donne con un coltello.

    Sul posto c’era l’inviato Roberto Poletti, e alcuni cittadini accompagnati da Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna) e Gianfilippo Nicola Rolando (Lega Nord).

    Molte le lamentele per immigrati musulmani (‘Siamo praticamente invasi’, il lamento dei cittadini), lamentele che però non sarebbero spontanee.

    LEGGI: Giorgia Meloni contro Cecchi Paone, lite a Quinta Colonna

    Quinta Colonna ha ‘taroccato’ il servizio?

    Quinta Colonna a Ravenna sindaco

    Secondo lo screenshot pubblicato dal sindaco, infatti, qualcuno, non è chiaro se nello staff della produzione di Quinta Colonna, aveva fatto presente la necessità di trovare persone da far intervenire in diretta.

    Persone che avrebbero dovuto – sempre stando al messaggio – sostenere la paura e il timore che tra tanti sbarchi si possano annidare persone legate a cellule terroristiche o persone che, se non controllate a dovere dalle istituzioni, possono essere adescati dalla rete jihadista

    Effettivamente tra gli intervistati da Quinta Colonna c’è tra l’altro una signora che parla di una moschea molto grande (e anche una moschea abusiva in zona Darsena) e una giunta non all’altezza della situazione (e dell’invasione).

    Il post in questione è ora scomparso dal gruppo in cui era stato pubblicato, per cui ne resta solo uno screenshot, ma Michele de Pascale ironizza: ‘Tu chiamalo se vuoi, giornalismo’, il commento del sindaco Ravennate.