Harvey Weinstein, le attrici che lo accusano di abusi

L'elenco di tutte le presunte vittime del produttore cinematografico hollywoodiano Harvey Weinstein: le attrici che lo accusano di abusi e molestie sono ormai tantissime e adesso iniziano a spuntare anche nomi di grandi star, da Angelina Jolie a Gwyneth Paltrow.

da , il

    Primo piano del produttore cinematografico Harvey Weinstein

    È davvero caduto in un mare di guai il produttore Harvey Weinstein: le attrici che affermano di aver subito abusi e molestie dal noto produttore cinematografico di Hollywood aumentano ogni giorno di più e l’elenco si è arricchito stavolta di alcuni nomi di grande spessore, come Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow, Rosanna Arquette e Rose McGowan, oltre alla nostra Asia Argento. Le conseguenze per il presunto molestatore Harvey Weinstein rischiano di essere drammatiche: carriera finita, matrimonio finito (la moglie lo ha già lasciato), reputazione distrutta e risvolti giudiziari che potrebbero risultare pesantissimi. ‘Mi rendo conto solo ora di quanto i miei comportamenti fossero sbagliati’, ha provato a scusarsi il produttore. Ma non era meglio tenere prima le manacce a posto?

    Nelle pagine seguenti ci sono i nomi delle attrici che sarebbero state molestate da Harvey Weinstein con le rispettive testimonianze.

    Angelina Jolie

    Angelina Jolie ha raccontato che Harvey Weinstein le fece delle proposte non gradite (e respinte) nella stanza di un hotel, durante la distribuzione del film Scherzi del Cuore del 1998. ‘Ho avuto in gioventù una brutta esperienza con Weinstein’, ha spiegato la Jolie, ‘E come risultato ho scelto di non lavorare più con lui, mettendo in guardia le altre attrici quando lo facevano. Questo comportamento verso le donne è inaccettabile’.

    Gwyneth Paltrow

    Tra le vittime delle presunte molestie di Harvey Weinstein anche la bellissima Gwyneth Paltrow: accadde nel ’96, quando la giovanissima e poco conosciuta attrice aveva appena ottenuto la parte principale nel film Emma. Secondo la ricostruzione fornita dalla Paltrow, prima che iniziassero le riprese Weinstein la convocò per discutere di lavoro nella sua suite, dove le mise le mani addosso, affermando che sarebbero dovuti andare nella stanza da letto per farsi dei massaggi. Lei rifiutò le avances e si confidò con Brad Pitt, all’epoca suo fidanzato, che affrontò a muso duro il produttore intimandogli di non farlo mai più.

    Asia Argento

    L’attrice e regista italiana Asia Argento, figlia del mago dell’horror Dario, sarebbe stata molestata da Harvey Weinstein nel 1997, quando aveva appena 21 anni. I due si trovavano in un hotel della Costa Azzurra, dove il produttore l’aveva attirata con uno stratagemma, e dopo aver rifiutato un massaggio, Asia racconta di essersi vista costretta a ricevere se*so orale da Weinstein.

    Rose McGowan

    L’attrice di Streghe e Grindhouse è una delle storiche accusatrici di Harvey Weinstein, dato che già nel 1997, quando aveva 23 anni, aveva ricevuto un risarcimento di 100mila dollari dal produttore in seguito a un episodio avvenuto nella sua camera d’albergo durante il Sundance Film Festival.

    Rosanna Arquette

    Rosanna Arquette, dell’omonima e celebre dinastia di attrici e attori, risulterebbe tra le prime vittime del presunto molestatore seriale Harvey Weinstein: nel 1990 l’uomo avrebbe costretto l’allora 31enne Rosanna a toccargli il pene, minacciandola con l’eloquente frase ‘Stai commettendo un grave errore’ quando poi la ragazza riuscì a sottrarsi alle sue voglie.

    Mira Sorvino

    Mira Sorvino, oscar nel ’98 per La Dea dell’Amore di Woody Allen, ha raccontato di aver subito un attacco molesto da parte di Weinstein, ma di esser riuscita a sfuggire alle sue avances fingendo che il suo compagno la stesse aspettando fuori dall’appartamento del produttore, dove si era recata per un meeting di lavoro. Quel rifiuto costò all’attrice un piccolo rallentamento della carriera.

    Ambra Battilana Gutierrez

    Anche l’ex finalista di Miss Italia, la torinese Ambra Battilana Gutierrez (assurta agli onori della cronaca ai tempi delle indagini sui festini di Arcore), è finita nelle grinfie di Harvey Weinstein: in un audio registrato nel 2015 in una stanza di albergo, e pubblicato dal The New Yorker, Harvey, si sente il produttore che cerca di convincere la modella a rimanere in camera con lui mentre si fa una doccia. La Gutierrez aveva riferito il giorno prima alla polizia di essere stata palpeggiata aggressivamente da Weinstein (con cui poi avrebbe raggiunto un accordo economico per ritirare la denuncia).

    Ashley Judd

    Nel 1996 Harvey Weinstein propose ad Ashley Judd un incontro nella sua suite d’albergo, ma lei rifiutò. L’attrice non lavorerà più in film della Miramax, la casa di produzione di Weinstein, se non dopo anni da quell’incidente (se vogliamo definirlo così).

    Judith Godreche

    Nella lunga lista di Harvey Weinstein, attrici di ogni parte del mondo: pare che durante il Festival di Cannes del ’96, infatti, la francese Judith Godreche venne molestata dal produttore davanti a una sua assistente. Quest’ultima, dopo il fatto, l’avvisò di non far parola con nessuno di quanto accaduto per evitare di stoppare la produzione del film che l’avrebbe vista grande protagonista.

    Katherine Kendall

    Nel ’93 il produttore Harvey Weinstein invitò Katherine Kendall, all’epoca nel cast del film Swingers, nel suo appartamento. La Kendall riferì poi di un incontro traumatizzante e penalizzante per la sua carriera, irrimediabilmente compromessa dopo il suo rifiuto di sottostare alle volontà dell’uomo.