A Ciambra è il film italiano candidato agli Oscar 2018

Coraggiosissima scelta del cinema italiano: A Ciambra è il film selezionato per rappresentare il nostro Paese agli Oscar 2018 nella corsa alle nomination per il miglior film straniero. Prodotto dal grande Martin Scorsese e girato da attori non professionisti, A Ciambra racconta la vita della comunità rom di Gioia Tauro.

da , il

    A Ciambra è il film italiano candidato agli Oscar 2018

    Un po’ a sorpresa A Ciambra è il film italiano candidato agli Oscar 2018. L’opera seconda di Jonas Carpignano (padre italiano, madre afro-americana), presentata con successo all’ultimo Festival di Cannes nella sezione parallela Quinzaine des Réalisateurs, è stata scelta dalla commissione selezionatrice dell’ANICA, composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani e Francesco Piccolo, per rappresentare l’Italia nella corsa alle nomination per il miglior film straniero. E c’è chi dice che potrebbe davvero farcela, per lo meno a entrare nella short list composta da 9 titoli.

    A Ciambra di Jonas Carpignano, uscito nelle sale italiane lo scorso 31 agosto, racconta la storia del piccolo Pio Amato e della sua famiglia che vive nella Ciambra, una piccola comunità rom sita nei pressi di Gioia Tauro, in Calabria. Pio cerca di crescere più in fretta possibile: a 14 anni beve, fuma ed è uno dei pochi in grado di integrarsi tra le varie realtà del luogo, gli italiani, gli immigrati africani e i suoi consanguinei rom. Pio segue con ammirazione il fratello maggiore Cosimo e da lui apprende gli elementi basilari del furto. E quando Cosimo e il padre vengono arrestati, tocca proprio a Pio assumersi le responsabilità del capofamiglia.

    Girato con attori non professionisti, A Ciambra, il film italiano candidato agli Oscar 2018, è una pellicola che fa propria la lezione del neorealismo italiano, descrivendo la comunità rom di Gioia Tauro a metà tra il ritratto documentaristico e la storia di finzione. La pellicola, applauditissima dalla critica, ha conquistato anche un grande del cinema come Martin Scorsese, che ha dato il suo contributo nella veste di produttore esecutivo (‘Averlo è stato un sogno, ma non ho la minima idea di come gli sia arrivata la sceneggiatura’, ha spiegato il regista Jonas Carpignano in una recente intervista, ‘So solo che ha visto delle foto, ha letto lo script e alla fine è arrivata la notizia che ci avrebbe aiutato. Ci ha dato una grossa mano anche in fase di montaggio e a trovare la stesura finale’).

    Jonas Carpignano è nato a New York 33 anni fa, si è formato negli Stati Uniti ma ha scelto di lavorare in Italia perché si sente molto vicino al nostro cinema. Nel 2015 ha girato il suo film d’esordio Mediterranea, ancora inedito in Italia ma vincitore di un importante premio ai prestigiosi Gotham Independent Film Awards, e ora ha fatto il bis con A Ciambra, che potrebbe portarlo dritto filato fino alla Notte delle Stelle.

    Ricordiamo che l’annuncio delle nomination degli Oscar 2018 è previsto per il 23 gennaio del prossimo anno, mentre la cerimonia di consegna delle statuette si terrà a Los Angeles domenica 4 marzo 2018.