Striscia la Notizia: insulti razzisti alla nuova velina Mikaela Neaze Silva

Il razzismo lambisce pure Striscia la Notizia dopo gli insulti razzisti rivolti da alcuni utenti di Facebook alla nuova bellissima velina Mikaela Neaze Silva, la cui unica colpa è quella di essere di origini africane.

da , il

    Striscia la Notizia: insulti razzisti alla nuova velina Mikaela Neaze Silva

    Neanche il tempo di presentare le nuove veline di Striscia la Notizia che su Facebook sono apparsi alcuni insulti razzisti verso Mikaela Neaze Silva, la ‘bionda’ dell’edizione 2017-18 del TG satirico di Antonio Ricci, le cui origini africane hanno provocato la ‘sdegnata’ reazione di certi individui (una netta minoranza, per fortuna) che impestano i social network e, purtroppo, anche il mondo reale. E pazienza se la nuova velina Mikaela sia una ragazza 100% italiana dalla bellezza disarmante, una bravissima ballerina e che parli fluentemente cinque lingue (probabilmente i suoi haters a malapena una). Per alcuni resta pur sempre una ‘negra’ che non andava scelta.

    I commenti sgradevoli su Mikaela Neaze Silva, la nuova velina bionda di Striscia la Notizia 2017-18 (la mora è la napoletana Shaila Gatti, già nota al pubblico di Amici), sono apparsi sotto un post che l’inviato Luca Abete aveva condiviso sulla sua pagina Facebook per presentare le nuove ‘colleghe’ di Striscia. Per fortuna su oltre 1000 commenti gli insulti razzisti sono stati una piccola percentuale, ma si sa che spesso una minoranza rumorosa attira l’attenzione più di una maggioranza silenziosa.

    ‘Torniamo alle origini italiche’, ‘Il prossimo anno, per favore, due ragazze ariane!’, ‘La bionda africana… siamo ridicoli’, ‘Toglie il posto a una delle nostre ragazze, e ne abbiamo di bellissime’, ‘Si è persa l’identità nazionale per il politicamente corretto’, ‘Con questa velina negra ogni volta che vedo Striscia darò sempre più ragione a Salvini’, ‘Non mi piace la velina nera, voglio una italiana’, ‘Oramai l’Italia ha perso l’orientamento etnico’, ‘State usando la trasmissione per strumentalizzarla a favore dell’immigrazione’ e via dicendo. Così alcuni utenti di Facebook hanno ‘accolto’ la nuova velina di Striscia la Notizia: con insulti e commenti razzisti da lasciare senza fiato. E dire che l’edizione 2017-18 di Striscia ancora deve cominciare…

    Mikaela Neaze Silva ha 23 anni e vive in Italia, a Camogli (Genova), da quando ne aveva appena 6. È nata però a Mosca perché suo papà, angolano, e la sua mamma, afghana, risiedevano entrambi nella capitale russa per studiare medicina all’università. Mikaela è diplomata al liceo linguistico, ha già fatto diverse esperienze lavorative all’estero e, come dicevamo, parla ben cinque lingue: portoghese, italiano, francese, inglese e spagnolo. Insomma, oltre che un’ottima ballerina è anche una ragazza molto colta. Ed avendo vissuto in Italia fin da bambina, frequentando le nostre scuole, è italiana a tutti gli effetti. Fatevene una ragione!

    Certo, poi potremmo legittimamente discutere del fatto che Antonio Ricci, per il ruolo di velina ‘bionda’ di Striscia la Notizia, avrebbe potuto scegliere una bionda naturale e non una dai capelli palesemente ossigenati come Mikaela. Ma questa è tutta un’altra storia…