Sanremo 2018: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico?

Grandi novità in vista di Sanremo 2018: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana, anche se nelle ultime settimane i dirigenti Rai avevano provato a convincere Carlo Conti, che però ha rifiutato.

da , il

    Sanremo 2018: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico?

    Nuovi rumors su Sanremo 2018: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana? La ‘bomba’ è esplosa in giornata seppellendo le indiscrezioni di appena 24 ore prima, che volevano il cantautore romano a presentare il prossimo Festival di Sanremo insieme all’imitatrice e showgirl Virginia Raffaele. E invece niente: Baglioni sarà sì al Festival, ma non nelle vesti di conduttore bensì in quelle di direttore artistico. Un ruolo dietro le quinte ma estremamente importante, forse più adatto al suo carattere e alle sue attitudini.

    La notizia di Claudio Baglioni direttore artistico di Sanremo 2018 è stata anticipata da La Stampa e Il Secolo XIX e subito ripresa dalle altre testate nazionali. Sul quotidiano torinese si legge che ‘l’idea sarebbe quella di affidare a Baglioni anche un ruolo da ‘capitano giocatore’ in una squadra di più conduttori: l’artista, che proprio nel 2018 festeggerà cinquant’anni anni di carriera, potrebbe portare il suo carisma e l’esperienza sul palco, insieme a due o tre volti, provenienti dal mondo del cinema, della comicità, della stessa canzone, creando così un gioco a più voci, complementari fra loro, destinato a sostituire lo schema del conduttore classico’.

    Tra i tanti nomi in ballo per affiancare Claudio Baglioni al Festival di Sanremo 2018 ci sono i soliti Amadeus, Fabrizio Frizzi e Antonella Clerici, un vecchio drago come Massimo Ranieri e la giovane rivelazione Lodovica Comello.

    In ogni caso la scelta di Baglioni, giunta quasi fuori tempo massimo, colma un vuoto che stava diventando imbarazzante, visto che negli anni passati in questo periodo già si conoscevano sia il direttore artistico che il presentatore del Festival. Pare tra l’altro che prima di virare definitivamente su Claudio Baglioni, il direttore generale della Rai Mario Orfeo e il direttore di Rai 1 Andrea Fabiano abbiano provato a convincere Carlo Conti a fare un passo indietro e assumere quanto meno la carica di direttore artistico, ricevendo però un NO grande come una casa.

    La sensazione è che i dirigenti Rai nei mesi o nelle settimane scorse siano rimasti spiazzati dal rifiuto di qualche grande nome (Paolo Bonolis? Fiorello?) su cui probabilmente avevano fatto affidamento, provando poi a ‘ripiegare’ sull’usato sicuro Carlo Conti, prima dell’idea Baglioni. Idea che, chissà, potrebbe rivelarsi vincente.

    In attesa di scoprire se a Sanremo 2018 Claudio Baglioni sarà davvero il direttore artistico (invece le voci su Virginia Raffaele non hanno trovato per il momento conferma), ricordiamo che il cantautore nato nel ’52 non ha mai partecipato in gara al Festival ed è salito sul palco dell’Ariston solo nel 1985, per ritirare il premio vinto dalla sua ‘Questo piccolo grande amore’ come miglior canzone d’amore del secolo, e poi nel 2014, invitato in qualità di ospite d’onore dal suo amico Fabio Fazio (ve li ricordate insieme nella memorabile trasmissione Anima Mia di fine anni ’90?). Baglioni ha dato però notevole prova di saper dirigere una rassegna musicale organizzando dal 2003 a 2012 il festival O’ Scià sull’isola di Lampedusa, a cui hanno preso parte grandi artisti italiani e internazionali.

    Certo, il Festival di Sanremo è tutta un’altra cosa, però…