Amedeo Minghi ricoverato per intossicazione alimentare: concerti rinviati

Mai abusare delle cozze crude: lo ha imparato a sue spese Amedeo Minghi, ricoverato d'urgenza in Salento per un'intossicazione alimentare causata dall'assunzione di mitili. Il cantante adesso sta meglio, ma è stato costretto ad annullare un paio di concerti.

da , il

    Amedeo Minghi ricoverato per intossicazione alimentare: concerti rinviati

    Brutta e inaspettata disavventura per Amedeo Minghi, ricoverato d’urgenza in ospedale per un’intossicazione alimentare causata molto probabilmente da una temeraria scorpacciata di cozze crude. Il cantante romano, che ha compiuto 70 anni lo scorso 12 agosto, si trovava in Salento per un concerto del suo tour estivo quando si è sentito male, lamentando fortissimi dolori allo stomaco, tanto da richiedere l’immediato ricovero presso l’ospedale di Copertino, cittadina posta a pochi km da Porto Cesareo, dove i medici hanno preferito non sciogliere immediatamente la prognosi. Appresa la notizia, i fan di Amedeo Minghi si sono riversati in massa sulla sua pagina Facebook per fargli gli auguri di pronta guarigione.

    Per fortuna, dopo qualche ora di apprensione, l’ufficio stampa del cantante, sempre tramite Facebook, ha comunicato che l’allarme sulle condizioni di salute di Amedeo Minghi poteva considerarsi rientrato perché l’artista si stava riprendendo piuttosto bene: ‘News: prognosi sciolta. Acuta infezione intestinale, dovuta all’assunzione di cibo, probabilmente mitili. Ora gli antibiotici stanno operando e i primi risultati, da nuove analisi, sono positivi’.

    Insomma, a tradire il cantante sarebbe stato un piatto di cozze crude mangiato chissà dove: l’ufficio stampa ha specificato infatti che non è possibile risalire al ristorante ‘incriminato’ visto che nel corso della giornata Minghi aveva consumato cibo in posti diversi, dalla Calabria (da dove era partito dopo aver tenuto l’ultimo concerto) al Salento. Molto difficile, quindi, risalire al piatto che gli ha provocato il malessere.

    Attualmente Amedeo Minghi è ricoverato ancora in ospedale a Copertino ma dovrebbe essere dimesso a breve con una prognosi di cinque giorni di cure e riposo. Per questo motivo è già stato costretto ad annullare la data di Porto Cesareo prevista lunedì 21 agosto, che però spera di recuperare quanto prima, e l’atteso galà di Cortina d’Ampezzo del 23, che invece è definitivamente annullato.

    Ricordiamo che l’autunno prossimo rivedremo Amedeo Minghi in tour nei teatri a partire dal 13 novembre al Teatro Sistina di Roma, prima di spostarsi al Teatro Puccini di Firenze il 15 novembre e al Teatro Duse di Bologna il 16 (ulteriori date sono in fase di programmazione). Inoltre l’anno scorso ha pubblicato una raccolta dal titolo ‘La Bussola e il Cuore’ (con brani celebri del suo ricco repertorio, riarrangiate per l’occasione, e canzoni inedite) per celebrare i cinquant’anni di carriera.