Gaia Lucariello, fidanzata di Simone Inzaghi, salva una bimba dal soffocamento

L’attrice, moglie del calciatore Alberto Aquilani, loda ‘la nostra eroina’: la compagna di Simone Inzaghi, Gaia Lucariello, ha salvato (con la manovra di Heimlich) la vita a una bimba che stava soffocando. A svelarlo è stata proprio Michela Quattrociocche, ma la fidanzata del mister laziale replica di non sentirsi un’eroina

da , il

    Gaia Lucariello, fidanzata di Simone Inzaghi, salva una bimba dal soffocamento

    Gaia Lucariello, nota ai più come compagna dell’attuale allenatore della Lazio Simone Inzaghi, ha salvato una bambina che stava soffocando utilizzando la manovra di disostruzione pediatrica, una sorta di Heimlich per neonati. Il fatto è successo ad inizio agosto 2017 a Sabaudia, e lo ha raccontato su Instagram Michela Quattrociocche, attrice e moglie del calciatore Alberto Aquilani. E pensare che la compagna del fratello di Superpippo non doveva neanche essere a Sabaudia…

    Sei la nostra eroina’, e a seguire un cuore: così l’attrice Michela Quattrociocche si rivolge all’amica Gaia Lucariello.

    Lady Inzaghi salva una bimba dal soffocamento: il racconto

    Il salvataggio della bimba che stava soffocando è avvenuto il 2 agosto 2017 a Sabaudia: secondo quanto raccontato su Instagram dall’attrice, Lucariello ‘grazie al suo coraggio e alla conoscenza dell’adeguata manovra’ ha salvato la vita alla bimba, che stava soffocando a causa di un boccone.

    Oltre a raccontare il fatto ai suoi followers, Quattrociocche ha invitato poi tutti a partecipare al corso di disostruzione pediatrica perché salvare la vita a una persona è questione di attimi.

    Gaia Lucariello: ‘Non mi sento un’eroina’

    A svelare ulteriori dettagli è la Gazzetta dello Sport: Gaia Lucariello, compagna di Simone Inzaghi e mamma del secondo figlio dell’allenatore della Lazio, ha seguito un corso apposito dal dottor Squicciarini.

    Quando si è accorta che la bimba stava soffocando, è riuscita a mantenere la giusta calma e concentrazione per eseguire la ‘manovra di Heimlich per neonati’ (ossia la disostruzione pediatrica) nel modo corretto.

    La mamma della bambina, secondo il quotidiano, pur stando ancora in ospedale accanto alla figlia di nove mesi, considera Gaia ‘il suo angelo’. Dal canto suo, Lucariello confessa di ‘non sentirsi un’eroina’, di aver agito per istinto dopo che le grida della sala accanto avevano allarmato tutto il ristorante.

    L’appello di Lucariello: ‘Studiate la manovra di Heimlich’

    Il racconto del salvataggio della bimba fatto da Quattrociocche è stato preso d’assalto dai commentatori, che lodano la compagna di Simone Inzaghi per la sua prontezza, ma Gaia Lucariello replica con un ‘Grazie amica ma l’informazione sacrosanta è che tutti dobbiamo essere preparati alla manovra di Heimlich‘. E pensare, conclude la Gazzetta, che la compagna di Simone Inzaghi non doveva neanche essere in quel villaggio: quando si dice la divina provvidenza…