Massimo Giletti a La7 (portandosi L’Arena): la conferma del conduttore

'Per me chiudere L’Arena sarebbe stato abdicare alla dignità. Fare altri programmi voleva dire comprare il mio silenzio. Con grande dolore, non ho potuto accettarlo'. Massimo Giletti motiva così il suo passaggio a La7: dopo mesi di indiscrezioni, il conduttore ufficializza il suo addio alla Rai

da , il

    Massimo Giletti a La7 (portandosi L’Arena): la conferma del conduttore

    Massimo Giletti porta L’Arena a La7: ufficiale l’addio alla Rai e l’approdo da Urbano Cairo, dopo che indiscrezioni volevano un passaggio del conduttore a Mediaset. Ad ufficializzarlo, il diretto interessato: ‘Vado a La7 e rifarò L’Arena. La mia Arena…’, spiega un emozionato Giletti, che smentisce anche (in apparenza non troppo convintamente) che non è colpa di Barbara D’Urso se non è approdato a Mediaset.

    La firma del contratto dovrebbe avvenire il 3 agosto 2017, ma l’ufficialità arriva, via Corriere della Sera. Un quotidiano non casuale, visto che Urbano Cairo non è solo presidente del consiglio d’amministrazione di La7, ma anche presidente e amministratore delegato di Rcs MediaGroup, che edita il Corriere.

    L’Arena su La7: quando?

    Il passaggio di Giletti a La7 – e con lui de L’Arena – ha mobilitato il network: secondo Alberto Dandolo, il conduttore avrà a disposizione 5 giornalisti inviati sul campo, 5 impiegati in redazione e due a sua disposizione.

    Detto che riproporrà la sua Arena, non è chiaro se il programma andrà in onda anche alla domenica pomeriggio, più o meno nello stesso orario dell’Arena e in concomitanza con la Domenica Live di Barbara D’Urso su Canale 5.

    Leggi: Mara Venier su Massimo Giletti: ‘Vittima della Rai come lo sono stata io’

    Il passaggio a Mediaset di Giletti saltato per colpa di Barbara D’Urso? Il conduttore nega

    Proprio la D’Urso, secondo alcuni, si sarebbe messa in mezzo alla trattativa tra Mediaset e il conduttore. Una tesi smentita da questi, il quale spiega al Corriere di non credere che una tv importante possa accettare veti da Barbara D’Urso o da altri conduttori. ‘Crederlo, sarebbe irrispettoso nei confronti di un network come Mediaset’, spiega.

    Leggi: Massimo Giletti: ‘Non ho ancora deciso se restare in Rai. Sono uno spirito libero, non accetto compromessi’

    Giletti: ‘Ecco perché ho scelto La7′

    Come che sia, Giletti dà l’addio alla Rai per passare a La7: ‘Ho scelto La7 perché ho capito che era lì la strada per dare continuità a L’Arena’, aggiunge il conduttore, che ancora non sa però quando andrà in onda la sua creatura.

    Occorre tempo per decidere bene’, sostiene Giletti, che rende merito a Cairo di essere stato deciso e determinato nell’offrirgli certezze. Quanto all’addio dalla Rai, Giletti spiega che evidentemente il direttore generale forse riteneva l’Arena un programma scomodo, nonostante fosse seguito da quattro milioni di spettatori, con oltre il 22% di share dalle 14 alle 15.

    Leggi: L’Arena di Giletti cancellata, il conduttore lascia la Rai?

    Giletti: ‘I retroscena del mio addio alla Rai’

    E se alcuni ritengono che la Rai abbia detto addio a L’Arena e a Giletti perché difeso dal centrodestra, il conduttore ricorda che storicamente la politica sposa le convenienze dell’istante, ma anche che per quanto lo riguarda è sempre stato super partes e senza padroni.

    Se nei mesi passati era emersa l’ipotesi di dodici prime serate del sabato e reportage dai fronti dove sono impegnati i contingenti italiani, il conduttore spiega che aveva un accordo con i precedenti vertici Rai, ma, alla vigilia della presentazione dei palinsesti, Mario Orfeo (nominato da poco) lo ha chiamato per parlare.

    Il conduttore – che aveva la mamma malata – non ha potuto recarsi all’incontro, il venerdì ha letto sul web della chiusura de L’Arena – pensando a una fake news – e il lunedì è arrivata la conferma direttamente da Orfeo, ‘adducendo – secondo Giletti – una scusa che mi fa sorridere: cioè che la gente, la domenica pomeriggio, deve rimanere tranquilla’.

    Giletti rivela inoltre che le serate erano di intrattenimento (ma lui è un giornalista), mentre i reportage sarebbero andati in onda tra luglio e agosto nel 2018-2019, non propriamente alta stagione (televisiva).

    Leggi: L’Arena, Massimo Giletti contro la Rai: ‘Arrivederci al prossimo anno, chissà quando e dove’

    Massimo Giletti: ‘La7 è stata una scelta di libertà’

    Non manca una stoccatina a Fabio Fazio, laddove spiega che ‘per alcuni gli spot valgono, pesano’. In attesa della firma del nuovo contratto, Giletti tiene però a precisare che il passaggio a La7 non avviene per soldi, ma per libertà e dignità: ‘Per me chiudere L’Arena sarebbe stato abdicare alla dignità. Fare altri programmi voleva dire comprare il mio silenzio. Con grande dolore, non ho potuto accettarlo’.