Justin Bieber investe un paparazzo a Los Angeles all’uscita di una chiesa

Se non combina guai non è contento, anche adesso che sembra essersi messo alla ricerca di una vita più normale: Justin Bieber investe un paparazzo a Los Angeles, all'uscita di una chiesa, ma per fortuna l'uomo non è grave.

da , il

    Justin Bieber investe un paparazzo a Los Angeles all’uscita di una chiesa

    Se sei famoso può succederti un imprevisto quando meno te l’aspetti: è accaduto per esempio a Justin Bieber, che ha investito un paparazzo, probabilmente in maniera accidentale, all’uscita di una chiesa del quartiere di Beverly Hills a Los Angeles, nei pressi del famoso Saban Theatre. Povero JB: nonostante tutti i tentativi di rientrare nei binari di una vita ‘normale’ (qualche giorno fa ha sospeso il tour mondiale perché lo stress lo sta divorando e adesso ha iniziato persino ad andare a messa) è finito ancora una volta sulle prime pagine dei giornali per un episodio di cronaca, anche se forse non è stata soltanto colpa sua.

    Scott Dowling, portavoce del Beverly Hills Police Department, ha raccontato alla stampa come si sarebbero svolti i fatti: pare che Justin Bieber, dopo aver lasciato il luogo di culto, sia salito a bordo del suo pick up, un Dodge Ram dal colore nero, insieme a un amico, con l’intento di allontanarsi. In quel momento, però, sono sbucati dal vialetto che collega la chiesa all’arteria stradale un gruppo di paparazzi e il cantante canadese, forse per scherzare o per spaventarli (o semplicemente per depistarli), avrebbe bruscamente accelerato proprio in prossimità dei fotografi, colpendone accidentalmente uno.

    Justin Bieber ha investito un paparazzo ma non è fuggito: anzi è subito sceso dall’auto per prestare i primi soccorsi al ferito, in attesa che arrivasse un’ambulanza a prendersi cura di lui. Il fotografo, un uomo di 57 anni, è stato successivamente trasportato all’ospedale più vicino, il Cedars-Sinai Medical Center di West Hollywood, dove gli sono state riscontrare delle lesioni alle gambe. In ogni caso le sue condizioni non sembrano destare particolari preoccupazioni.

    Bieber si è messo a completa disposizione delle forze dell’ordine, giunte sul posto per accertarsi dell’accaduto, spiegando la sua versione dei fatti, e dopo ha chiesto al suo amico di accompagnarlo a casa e di guidare l’auto al posto suo (evidentemente lui era sotto shock).

    Come già anticipato, appena due giorni fa era stata annunciata a sorpresa la cancellazione delle ultime 15 date del Purpose World Tour di Justin Bieber: ‘Justin ama i suoi fan e detesta deluderli’, c’è scritto nel comunicato ufficiale, ‘Li ringrazia per l’incredibile esperienza vissuta negli ultimi 18 mesi ed è grato e onorato di aver condiviso questa esperienza con il suo cast e l’equipe in oltre 150 spettacoli che si sono svolti in sei continenti. Ma dopo un attento esame ha deciso di non esibirsi nelle restanti tappe. Tutte le persone già in possesso di biglietto saranno rimborsate’.

    Il vero motivo? Mistero.