Festival di Venezia 2017 con i film di George Clooney e Paolo Virzì

Si preannuncia un grandissimo Festival di Venezia 2017 con i film di George Clooney, Guillermo Del Toro, Darren Aronofsky e Paolo Virzì e la presenza di celebri star quali Matt Damon e Jennifer Lawrence. Al Palazzo del Cinema del Lido dal 30 agosto al 9 settembre.

da , il

    Festival di Venezia 2017 con i film di George Clooney e Paolo Virzì

    Dal 30 agosto al 9 settembre assisteremo a un grandissimo Festival di Venezia 2017 con i film di George Clooney, Guillermo Del Toro, Darren Aronofsky e Paolo Virzì (alla sua prima pellicola internazionale), per un’edizione della Mostra del Cinema che mai come quest’anno sembra aver le carte in regola per superare, a livello qualitativo e non solo, la rassegna rivale di Cannes. Paolo Baratta, presidente della Biennale, ha presentato i film in concorso a Venezia 2017 insieme al direttore Alberto Barbera, sottolineando che il festival negli ultimi anni ha presentato titoli che hanno ottenuto grandi riconoscimenti internazionali, in particolare agli Oscar (l’anno scorso, per esempio, la kermesse del Lido è stata aperta da La La Land, poi trionfatore della Notte delle Stelle con 14 nomination e 6 statuette).

    E andiamo a scoprirli i film del Festival di Venezia 2017. Le pellicole in corsa per il Leone d’oro sono 21 di cui 4 italiane: il compito di inaugurare la mostra spetta a Downsizing di Alexander Payne (con Matt Damon e Kristen Wiig), ma negli 11 giorni di proiezioni assisteremo pure alla black comedy Suburbicon di George Clooney (scritta da Joel ed Ethan Coen e interpretata da Damon, ancora lui, Julianne Moore e Oscar Isaac) e all’attesissimo ritorno di Abellatif Kechiche dopo La Vita di Adele. Stavolta il cineasta franco-tunisino ci proporrà Mektour, My Love – Canto Uno, un’epica saga familiare divisa in due film.

    Guillermo del Toro porterà invece al Festival di Venezia 2017 il soprannaturale, The Shape of Water, con Sally Hawkins e Michael Shannon, mentre Darren Aronofsky proverà a terrorizzarci con il thriller Mother (protagonista Jennifer Lawrence). Molta curiosità anche per Lean on Pete di Andrew Haigh, con Charlie Plummer e Steve Buscemi, e per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell e Abbie Cornish.

    Da segnare in rosso pure l’ultima fatica del celebre documentarista Frederick Wiseman, Ex Libris – The New York Public Library, un imperdibile viaggio nella biblioteca pubblica di New York, e First Reformed di Paul Schrader, con Ethan Hawke e Amanda Seyfried.

    E gli italiani? Dicevamo di Paolo Virzì che sarà in concorso al Lido con Ella & John – The Leisure Seeker, la sua prima avventura hollywoodiana affidata al talento dei veterani Helen Mirren e Donald Sutherland (il film narra la fuga di due bizzarri anziani sulle strade d’America a bordo del vecchio camper). Poi al Festival di Venezia 2017 i film italiani saranno anche Ammore e Malavita, il musical dei Manetti Bros con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini e Carlo Buccirosso, Una Famiglia di Sebastiano Riso, interpretato da Micaela Ramazzotti (per una volta ‘contro’ suo marito Paolo Virzì) e Patrick Bruel, e infine Hannah di Andrea Pallaoro, trentino trapiantato da tempo negli USA, con Charlotte Rampling e André Wilms.

    Per quanto riguarda invece i film fuori concorso a Venezia 2017, tra i molti titoli segnaliamo Victoria & Abdul di Stephen Frears, Outrage Coda di Takeshi Kitano (film di chiusura), Diva! di Francesco Patierno, Il Colore Nascosto delle Cose di Silvio Soldini, Piazza Vittorio di Abel Ferrara e The Devil and Father Amorth di William Friedkin.

    Ricordiamo infine che il 28 agosto, due giorni prima dell’inizio della 74^ Mostra del cinema di Venezia, ci sarà una ‘pre-apertura’ all’Arsenale con la proiezione di Dunkirk, il nuovo film bellico di Christopher Nolan con Kenneth Branagh, Mark Rylance, Tom Hardy e Harry Styles (sì, proprio quello dei One Direction).

    Festival di Venezia 2017: film in concorso per il Leone d’oro

    Downsizing, di Alexander Payne (Film d’apertura)

    Human Flow, di Ai Weiwei

    Mother!, di Darren Aronofsky

    Suburbicon, di George Clooney

    The Shape of Water, di Guillermo Del Toro

    L’Insulte, di Ziad Doueiri

    La Villa, di Robert Guediguian

    Lean on Pete, di Andrew Haigh

    Mektoub, My Love: Canto Uno, di Abdellatif Kechiche

    Jusqu’à la gard, di Xavier Legrand

    Ammore e malavita, dei Manetti Bros.

    Foxtrot, di Samuel Maoz

    Three Billboards outside Ebbing, Missouri, di Martin McDonagh

    Angels Wear White, di Vivian Qu

    Una famiglia, di Sebastiano Riso

    First Reformed, di Paul Schrader

    Sweet Country, di Warwick Thornthon

    Ella & John – The Leisure Seeker, di Paolo Virzì

    Ex Libris – The New York Public Library, di Frederick Wiseman

    Hannah, di Andrea Pallaoro

    The Third Murder, di Koreeda Hirokazu.

    Festival di Venezia 2017: film in concorso nella Sezione Orizzonti

    Nico, 1988, di Susanna Nicchiarelli

    Napadid Shoran (Disappearance), di Ali Asgari

    Espèces Menaceés, di Gilles Bourdes

    The Rape of Recy Taylor, di Nancy Buirski

    Caniba, di Lucian Castaing-Taylor, Verena Paravel

    Lies Bienheureux, di Sofia Djama

    Marvin, di Anne Fontaine

    Invisible, di Pablo Giorgelli

    Brutti e cattivi, di Cosimo Gomez

    The Cousin, di Tzahi Grad

    The Testament, di Amichai Greenberg

    No Date, No Signature, di Vahid Jalilvand

    Los versos del olvido, di Alireza Khatami

    La Nuit ou J’ai nagé, di Damien Manivel, Igarashi Kohei

    Krieg, di Rick Ostermann

    West of Sunshine, di Jason Raftopoulos

    Gatta cenerentola, di Roberto de Simone

    Under the Tree, di Garin Nugroho

    La vita in comune, di Edoardo Winspeare

    Reparer les vivants, di Katell Quillevere.

    Festival di Venezia 2017: film fuori concorso

    Our Souls at Night, di Riteshi Brata

    Il Signor Rotpeter, di Antonietta De Lillo

    Victoria & Abdul, di Stephen Frears

    La Mélodie, di Rachid Hami

    Loving Pablo, di Fernando Leon de Aragona

    Zama, di Lucrecia Martel

    Wormwood (miniserie), di Errol Morris

    Diva!, di Francesco Patierno

    Le Fidèle, di Michaël R. Roskam

    Il colore nascosto delle cose, di Silvio Soldini

    The Private Life of a Modern Woman, di James Toback

    Brawl in Cell Block 99, di S. Craig Zahler

    Cuba and the cameraman, di Jon Alpert

    My Generation, di David Batty

    Piazza Vittorio, di Abel Ferrara

    The Devil and Father Amorth, di William Friedkin

    This is Congo, di Daniel McCabe

    Jim & Andy: the Great Beyond, The Story of Jim Carrey, Andy Kaufman, and Tony Clifton, di Chris Smith

    Happy Winter, di Giovanni Totaro

    Casa d’altri (cortometraggio), di Gianni Amelio

    Thriller di Michael Jackson (restaurato in 3D), di John Landis

    Making of Michael Jackson’s Thriller, di Jerry Kramer

    Outrage Coda, di Takeshi Kitano (Film di chiusura).