Daria Bignardi lascia Rai 3: risoluzione consensuale del contratto

Terremoto al vertice della terza rete: Daria Bignardi lascia Rai 3, la TV di Stato ha annunciato la risoluzione consensuale del contratto con l'ormai ex direttrice dopo soli 17 mesi dal suo insediamento.

da , il

    Daria Bignardi lascia Rai 3: risoluzione consensuale del contratto

    La notizia era nell’aria da qualche giorno ma adesso è ufficiale: Daria Bignardi lascia Rai 3. Poco fa, tramite una nota inviata alle agenzie di stampa, la TV di Stato ha comunicato la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro in corso con l’ormai ex direttrice della terza rete, la quale da parte sua ha dichiarato concluso il proprio percorso lavorativo nell’azienda. L’avventura di Daria Bignardi alla direzione di Rai 3 è durata quindi meno di un anno e mezzo, in quanto la sua nomina risaliva al 17 febbraio 2016.

    ‘I vertici Rai ringraziano Daria Bignardi per il lavoro svolto, la professionalità dimostrata e le capacità organizzative ed artistiche sempre poste pienamente al servizio della società, componenti che hanno permesso a Rai 3 di realizzare sotto la sua direzione una programmazione di qualità, la sperimentazione di nuovi format e di raggiungere livelli di audience che la posizionano quale terza rete generalista italiana’, si legge nel comunicato di commiato.

    Daria Bignardi lascia Rai 3 poche settimane dopo le dimissioni di Antonio Campo Dall’Orto dalla carica di direttore generale: essendo stata scelta personalmente dal manager veneto, la giornalista e scrittrice, già conduttrice di noti talk show come Le Invasioni Barbariche e L’Era Glaciale, ha ritenuto opportuno seguirne il ‘destino’ (e in Rai, sussurrano i maligni, nessuno si è fatto in quattro per convincerla a restare…).

    ‘La Dottoressa Bignardi ringrazia la Presidente, i Consiglieri di amministrazione, il Direttore Generale e il precedente Direttore Generale che le ha proposto l’incarico, tutti i dipendenti e collaboratori di Rai con i quali ha condiviso quotidianamente il suo lavoro, un’esperienza che considera unica e preziosa, sia da un punto di vista dell’arricchimento professionale che da quello umano’, recita ancora il comunicato in cui si annuncia l’uscita di Daria Bignardi dalla Rai.

    Per la sua sostituzione si fanno intanto i nomi di Silvia Calandrelli, direttrice di Rai Cultura, di Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Teche, e di Concita De Gregorio, editorialista di Repubblica, anche se il candidato più gettonato risulterebbe Stefano Coletta, attuale vicedirettore di Rai 3 e figura storica della terza rete con grande esperienza di palinsesti.

    Contrariamente ad alcuni rumors circolati nei giorni scorsi, che avevano già alimentato qualche polemica, Daria Bignardi non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita.