Paolo Villaggio: funerali con cerimonia laica alla Casa del Cinema

Mercoledì 5 luglio 2017 è il giorno dell'ultimo saluto a Paolo Villaggio: i funerali con cerimonia laica si terranno alla Casa del Cinema di Roma con inizio alle 18:30. Prevista la partecipazione di numerosi colleghi del mondo dello spettacolo.

da , il

    Amici, parenti, colleghi e semplici ammiratori sono attesi per l’ultimo saluto a Paolo Villaggio: i funerali dell’attore comico genovese, morto a 84 anni dopo una lunga malattia, sono previsti mercoledì 5 luglio 2017 alle 18:30 con una cerimonia laica alla Casa del Cinema di Roma, presso il Teatro all’aperto ‘Ettore Scola’ (Villa Borghese), mentre la camera ardente, allestita in Campidoglio, rimarrà aperta al pubblico fino alle 16:30. Dopo il rito funebre di Paolo Villaggio, sempre alla Casa del Cinema, verrà proiettato alle 21:30 il film ‘Fantozzi’ di Luciano Salce, capostipite dell’irresistibile saga sull’impiegato più vessato d’Italia.

    In Campidoglio la bara di Paolo Villaggio è stata posta al centro della sala, attorniata da tanti mazzi di fiori colorati, rose bianche, corone e un cartoncino a forma di nuvola con la scritta ‘Lassù non pioverà più…’.

    Pierfrancesco Villaggio, il figlio dell’attore che ha accolto le numerosissime personalità giunte per l’estremo omaggio, ha annunciato che Paolo Villaggio sarà sepolto a Genova, vicino ai suoi genitori: ‘Mio padre avrebbe voluto proprio questo: l’amore della gente’, ha poi aggiunto riferendosi alla folla accorsa in Campidoglio, ‘Infatti, scherzando, diceva che la più grande sfortuna sarebbe stata morire durante i mondiali di calcio, perché non se lo sarebbe filato nessuno’. Per fortuna possiamo tranquillizzare Paolo Villaggio: i funerali non saranno interrotti da nessuna partita…

    Tra i volti noti che hanno sfilato davanti al feretro, alle 11:15 circa si è palesato Beppe Grillo, amico, collega e concittadino di Paolo Villaggio, che in compagnia di Davide Casaleggio si è intrattenuto con i familiari del comico (c’erano anche la moglie Maura e l’altra figlia Alessandra), prima di lasciare la sala da un’uscita secondaria.

    In mattinata è giunto anche il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, che dopo le doverose condoglianze alla famiglia ha rilasciato una breve dichiarazione alla stampa su ciò che ha rappresentato Paolo Villaggio nell’arte e nella cultura italiana: ‘Lui è stato soprattutto un grande intellettuale. Naturalmente tutti noi lo ricordiamo per le grandi interpretazioni di Fantozzi, ma in realtà Villaggio è stato molte cose, è entrato in modo ironico e intelligente nelle nostre vite e sta entrando anche nelle vite delle nuove generazioni. Questo segna la grandezza del personaggio’.

    Sono arrivati per l’ultimo saluto pure Lino Banfi, Enrico Montesano, Michele Mirabella, Neri Parenti e molti altri amici e colleghi, oltre a moltissima gente comune di tutte le età. ‘Noi eravamo più cialtroni mentre lui era più intellettuale, aveva più studi, più esperienza di partiti e di politica’, ha spiegato Lino Banfi, partner di Paolo Villaggio in vari film comici degli anni ’80 come Fracchia la Belva Umana, Pappa e Ciccia, Scuola di Ladri, Grandi Magazzini e I Pompieri 1 e 2, ‘Ho tanti ricordi di Paolo, io ne ho fatto di casini ma lui mi superava di gran lunga. Lascerà un segno indelebile nel mondo del cinema’.