Daniel Day-Lewis dice addio al cinema: non reciterà più

Con un comunicato ufficiale, l'attore premio Oscar Daniel Day-Lewis ha annunciato che andrà in pensione abbandonando il cinema e la recitazione, senza spiegare però le motivazioni precise (e comunque non lo farà nemmeno più avanti).

da , il

    Daniel Day-Lewis dice addio al cinema: non reciterà più

    Daniel Day-Lewis dice addio al cinema: non reciterà più. L’attore tre volte Premio Oscar ha annunciato ufficialmente che abbandonerà la recitazione e le pellicole da milioni di dollari: a 60 anni Daniel Day-Lewis chiude ogni rapporto con il mondo cinematografico che gli ha dato la fama, sottolineando l’irrevocabilità della sua decisione. Il comunicato di addio di Daniel Day-Lewis è stato diffuso dal portavoce dell’attore, senza ulteriori commenti sul suo addio al cinema.

    Addio al cinema, Daniel Day-Lewis non reciterà più. L’attore britannico nato a Londra nel 1957 ha annunciato tramite un comunicato stringatissimo, affidato alla sua portavoce Leslee Dart, che non lavorerà più come attore.

    “È immensamente grato a tutti i suoi collaboratori e sostenitori’ si legge nella primissima riga del comunicato. ‘La sua è una decisione privata su cui lui o i suoi portavoce non rilasceranno ulteriori commenti’ è la conclusione sulla scelta di Daniel Day-Lewis.

    Il mondo del cinema e tutti i suoi fan si sono detti sconvolti per la decisione di Daniel Day-Lewis, arrivata come il classico fulmine a ciel sereno mentre si attende l’uscita di ‘Phantom’ di Paul Thomas Anderson, ultimo film in cui ha recitato l’attore inglese.

    Daniel Day-Lewis è sempre stato considerato uno dei migliori attori della sua generazione, l’unico a vincere tre premi Oscar in carriera.

    Il primo Oscar è arrivato nel 1989 per l’interpretazione ne ‘Il mio piede sinistro’, mentre la seconda statuetta è arrivata con ‘Il petroliere’ nel 2007. La terza e ultima consacrazione all’Academy Awards per Daniel Day-Lewis è arrivata per ‘Abraham Lincoln’, uscito nel 2012.

    In totale Daniel Day Lewis è stato candidato agli Oscar per cinque volte vincendone tre: ha mancato la vittoria nel 1994 per ‘Nel nome del padre di Sheridan’ e nel 2003 per ‘Gangs of New York’ di Martin Scorsese, dove interpretava il sanguinario Butcher.

    La decisione categorica di Daniel Day-Lewis toglierà dagli schermi uno degli attori più riservati e bravi degli ultimi trent’anni, capace di scomparire per anni perché impegnato a fare il ciabattino a Firenze.

    L’attore britannico, che ha anche la doppia cittadinanza irlandese, non ha voluto rilasciare ulteriori dichiarazioni, evitando indirettamente di spiegare nel dettaglio la sua decisione.

    Potremo vedere ancora al cinema Daniel Day-Lewis a fine 2017, quando uscirà il film ‘Phantom’ dove ha recitato per la regia di Paul Thomas Anderson, già regista de ‘Il petroliere’ nel 2007.

    ‘Phantom’ sarà quindi l’ultimo film da attore di Daniel Day-Lewis.