Simona Ventura contro Barbara D’Urso: ‘Selfie non specula sulla gente che chiede aiuto’

Intervistata da Bianca Berlinguer a Carta Bianca, la conduttrice tv non risparmia nessuno. Simona Ventura va all’attacco di Barbara D’Urso e Pomeriggio 5 e bacchetta Flavio Insinna e Aldo Grasso. Solidarietà, invece, per Paola Perego, mentre sull’Isola dei famosi dice: ‘La facessi ancora, prenderei qualche politico di sinistra’

da , il

    Simona Ventura contro Barbara D’Urso: la conduttrice, ospite a Cartabianca e intervistata da Bianca Berlinguer, ha tirato un ‘missile’ a Pomeriggio 5, un programma che – sostiene Ventura – a differenza di Selfie – Le cose cambiano, specula sul dolore della gente. Negli anni, le due conduttrici non si sono risparmiate frecciatine, ma un attacco di queste proporzioni non si era mai visto, e non è andata meglio ai critici tv e a Flavio Insinna; solidarietà, invece, Ventura torna a esprimere a Paola Perego

    Ricordo che Aldo Grasso aveva parlato male dell’Isola senza averla vista, non era ancora iniziata’. Simona Ventura a Cartabianca non risparmia nessuno, e risponde così alla domanda di Bianca Berlinguer sulle critiche della penna televisiva del Corriere della Sera a Selfie. Per difendere il suo programma, Simona Ventura va persino contro Barbara D’Urso: a proposito di un tweet che paragonava Selfie a Pomeriggio 5, la conduttrice risponde che la tv non deve essere solo di nicchia, che a lei personalmente piace anche la tv pop e che in generale bisognerebbe fare programmi che possano essere capiti da tutti. ‘Naturalmente poi, ciascuno sceglierà. Per chi invece accosta Selfie a trasmissioni come Pomeriggio 5 – dice Ventura – la differenza è che noi non speculiamo’.

    Leggi: Simona Ventura: ‘Selfie mi ha cambiato moltissimo’

    Ventura: ‘Caso Insinna, è la legge del contrappasso’

    Simona Ventura non è meno dura con Flavio Insinna, che in un fuori onda svelato da Striscia la notizia ha dato della ‘nana di m*rda’ a una concorrente: la conduttrice spiega che lei non è diversa da come appare in tv, e che per questo la criticano. Anche se non sa cosa è successo esattamente nel caso Insinna, quello che si vede ‘sembra una legge del contrappasso nel momento in cui tratti male le persone che lavorano con te’.

    Leggi: Flavio Insinna a Cartabianca: ‘Contro di me attacchi violentissimi: mi vergogno ma non cambio’

    Ventura: ‘La mia solidarietà per Paola Perego’

    Massima solidarietà, invece, Simona Ventura esprime a Paola Perego, finita nei guai per una lista sui pregi delle donne dell’Est: all’epoca la Ventura scrisse un tweet di sostegno, perché alla conduttrice Rai è stata fatta una cosa non giusta e SuperSimo pensava fosse giusto scriverlo, perché se si pensa solo a ciò che ci riguarda, non si va molto avanti.

    Leggi: Paolo Bonolis: ‘Parliamone Sabato innocuo sulle donne dell’Est, mi dispiace per Paola Perego’

    Ventura: ‘Un’Isola dei famosi con politici? Potrebbe funzionare’

    A Cartabianca, infine, Simona Ventura ha ripercorso la sua carriera in Rai e Mediaset: ci si concentra soprattutto su Viale Mazzini, con la lite (anno domini 2001) della conduttrice con l’allora ministro Maurizio Gasparri a Quelli che il calcio (a rendere furente l’esponente del governo Berlusconi una gag di Gene Gnocchi, che in una telefonata in diretta parlò di una Rai vittima di lottizzazione, nepotismi e carrierismi) e al tuffo dall’elicottero per l’Isola dei famosi.

    Consapevole che i reality fanno boom soprattutto in seconda serata, la conduttrice aveva subodorato che qualcosa non funzionasse perché l’Isola avrebbe chiuso alle 23. ‘Mi sono detta che se l’avessero chiusa, allora non per bassi ascolti: perciò sono partita e ho fatto l’inferno’, spiega Ventura a Bianca Berlinguer, per poi concludere: ‘I reality sono un genere che funziona ancora in tutto il mondo. Adesso qualche politico di sinistra lo prenderei. Potrebbe fare una grande Isola, se la facessi ancora…‘. Chissà che Gasparri non si offra…