Manuel Agnelli: ‘La musica italiana mi fa schifo. Torno a X Factor? Non è detto’

Ennesima intervista controversa per il giurato del talent Sky: Manuel Agnelli rivela il suo disprezzo per i Duran Duran, definisce i Queen inferiori (sul fronte testi) a Lou Reed. E per quanto riguarda X Factor, il leader degli Afterhours rivela che il suo ritorno ‘non è assolutamente detto’

da , il

    Manuel Agnelli contro tutti: in una recente intervista il giurato di X Factor (dove non sa se tornerà) non risparmia nessuno, dalla musica italiana (che lo… manda al bagno) ai Queen passando per i Duran Duran. L’unico che si salva (per quanto il motivo delle stroncature è eviscerato nel dettaglio) è il fu David Bowie, che il leader degli Afterhours definisce perfetto. E per fortuna che Agnelli si è descritto come un ragazzo molto introverso e timido, che faticava ad essere sincero, che può essere se stesso solo sul palco… non ci pare!

    Le cose stanno così: i Queen non hanno cambiato la storia della musica’. Parola di Manuel Agnelli, che in un intervista all’Inkiesta non risparmia nessuno. E dunque, i Queen erano quattro talenti straordinari a livello musicale che però, sul fronte testi, non sono paragonabili a Lou Reed, meno dotato musicalmente: ‘C’è una differenza tra chi ha qualcosa da dire e chi sa come dirlo’.

    Leggi: Manuel Agnelli contro Francesco Gabbani: ‘Cose già sentite’

    Molto meno arzigogolato il giudizio di Agnelli sui Duran Duran e sulla musica italiana: se la seconda lo fa ‘ca**re’, il giudice di X Factor disprezza il gruppo Simon Le Bon, John Taylor, Nick Rhodes, Roger Taylor e Dominic Brown, rivelando che quando era ragazzo per prendere in giro qualcuno, gli diceva che suonava come loro (speriamo almeno spiegasse di essere sarcastico).

    Leggi: Manuel Agnelli critica il Festival di Sanremo

    Il fatto che ora i Duran Duran siano tornati di moda e se ne parla come se fossero stati un gruppo significativo è ritenuto da Agnelli ‘inconcepibile: stiamo parlando di un gruppetto di ragazzi che davano più importanza al parrucchiere che ai contenuti’. Per il giurato del talent di Sky, i Duran Duran hanno rappresentato il vuoto degli anni Ottanta in maniera perfetta. David Bowie, invece, è per Agnelli perfetto, perché il suo essere pansessuale raccoglieva un qualcosa che la gente sentiva senza aver trovato una voce per esprimersi, sino all’arrivo di Bowie, definito ‘l’alieno, il messaggero’.

    Leggi: Manuel Agnelli contro Arisa a X Factor 2016: ‘Studia di più’

    E per chi si chiede se gli Afterhours torneranno insieme, Agnelli ricorda che le uniche band con membri ultraquarantenni tuttora attive sono formate da gente che lo fa per potersi permettere sei o sette piscine, cosa che a lui non interessa, motivo per cui i fan non dovrebbero star sereni su un prosieguo della band. E alla domanda se Manuel Agnelli tornerà a X Factor, la risposta è lapidaria: ‘Non è assolutamente detto. Perché…sono solo fatti miei’.