Romina Power: la casa a Manduria non è abusiva, il Sindaco chiede scusa

Si sgonfia il caso Romina Power: la casa a Manduria non è abusiva come aveva invece insinuato il Sindaco della cittadina pugliese, che resosi conto della gaffe ha immediatamente chiesto scusa all'ex moglie di Al Bano. Che però minaccia di rinunciare all'investimento...

da , il

    Buone notizie per Romina Power: la casa a Manduria, la cui costruzione aveva sollevato un mare di polemiche con tanto di accuse rivoltele dal Sindaco del paese in provincia di Taranto, non è affatto abusiva come si credeva in un primo momento, tanto che lo stesso primo cittadino ha dovuto rettificare le sue parole chiedendo pubblicamente scusa all’ex moglie di Al Bano Carrisi. Si è dunque conclusa, salvo ulteriori strascichi, una vicenda che in un primo momento sembrava poter mettere in serio imbarazzo Romina Power, autoproclamatasi in tempi non sospetti paladina dell’ambiente e della lotta alle speculazioni edilizie.

    Tutto è nato qualche giorno fa, quando il Sindaco di Manduria, Roberto Massafra, in una lunga intervista sulla realizzazione del controverso depuratore consortile di Manduria-Sava, ha fatto riferimento alla cantante, attrice e showgirl italo-americana spiegando che ‘Romina Power sta costruendo una casa, per lo più abusiva, nel nostro territorio. Tra l’altro ha avuto dei problemi dal punto di vista urbanistico per avere delle autorizzazioni perché ha costruito o stava costruendo qualche cosa che andava oltre le sue possibilità’.

    LEGGI: ROMINA POWER, IO E AL BANO SAREMO SPOSATI PER SEMPRE

    Accuse pesantissime che però hanno trovato l’immediata risposta della Power (attualmente impegnata in Russia per le prove del tour 2017 con Al Bano) mediante il suo portavoce. Nel dettaglio Romina Power ha fatto sapere di non aver mai iniziato i lavori della casa ma di essere comunque in possesso di tutte le autorizzazioni previste, che tra l’altro le sono costate circa 20 mila euro. Inoltre Romina, molto offesa per l’attacco subito, ha avanzato pure la clamorosa intenzione di abbandonare ogni programma di investimenti sul territorio manduriano. ‘Dite al Sindaco’, ha dichiarato Romina Power in un virgolettato pubblicato dal quotidiano locale La Voce di Manduria, ‘che in seguito alle sue dichiarazioni ho deciso di andare a vivere altrove, anche se mi dispiace perché continuo a considerare Manduria un posto molto bello’.

    LEGGI: AL BANO E ROMINA POWER, I CONCERTI NELL’ESTATE 2017

    Insomma, per Romina Power la casa a Manduria non s’ha da fare più, né domani né mai, e forse per il timore di perdere una residente così prestigiosa (e i relativi investimenti), il Sindaco della cittadina pugliese è tornato sui suoi passi affidando a Facebook un post di rettifica con tanto di scuse all’ex signora Carrisi: ‘Il passaggio in cui ho fatto riferimento alla signora Power’, ha scritto il primo cittadino, ‘è avvenuto dopo circa due ore e mezzo di confronto serrato e stressante e mi sono reso conto di avere pronunciato una frase sbagliata, di cui mi dolgo e mi scuso. Ribadisco che sin dal mio insediamento ho cercato di favorire, nell’assoluto rispetto della legge, gli investimenti di personaggi famosi, ad iniziare da quello della gentilissima signora Power, che con la loro presenza e amicizia contribuiscono in modo determinante alla valorizzazione del nostro territorio’.

    Chissà se queste parole saranno sufficienti a far recedere Romina Power dalle sue bellicose intenzioni di sospendere la costruzione della casa nelle campagne di Manduria. Tra l’altro sembra che da un controllo effettuato dagli agenti della polizia urbana sul terreno in questione, il cui proprietario è ufficialmente Yari Carrisi, figlio di Al Bano e Romina Power, non sia emersa alcuna irregolarità.