Foto di Kate Middleton in topless, chiesto risarcimento di 1,5 milioni di euro alla rivista

La causa di Kate Middleton e William D'Inghilterra contro la rivista francese Closer, colpevole di aver paparazzato la duchessa senza il reggiseno del bikini cinque anni fa, arriva alla richiesta finale: 1,5 milioni di euro di risarcimento per violazione della privacy

da , il

    Foto di Kate Middleton in topless, chiesto risarcimento di 1,5 milioni di euro alla rivista

    Per le foto di Kate Middleton in topless, la duchessa di Cambridge e il marito William d’Inghilterra hanno chiesto un risarcimento di 1,5 milioni di euro alla rivista francese Closer, che le aveva pubblicate l’estate cinque anni fa: in attesa del giudizio finale, previsto per il prossimo 4 luglio, la richiesta dell’erede al trono e della moglie è stata notevole e giustificata come un inutile attacco alla privacy di Kate Middleton, all’epoca fresca sposa di William. Il risarcimento chiesto da Kate e William è molto alto, ma la rivista francese si è difesa sostenendo che non fossero poi immagini negative.

    Un milione e cinquecentomila euro. Questo è il risarcimento chiesto per le foto in topless di Kate Middleton scattate da un paparazzo francese nel 2012 di nascosto, mentre la duchessa di Cambridge e il marito William d’Inghilterra si rilassavano in vacanza in Provenza, nel castello francese di Autet di Lord Linley, nipote della regina Elisabetta. Le foto vennero sbattute sulla copertina del magazine francese Closer, all’epoca di proprietà dell’italiana Mondadori, causando un ennesimo grande scandalo nella famiglia reale inglese, proprio mentre sull’altro versante dell’Atlantico venivano rese note le immagini del Principe Harry alticcio durante una festa in California.

    Leggi: Lato B al vento in Australia, incidente col vestito per Kate Middleton

    Per le foto rubate William e Kate hanno deciso di presentare una richiesta di risarcimento di 1,5 milioni di euro, anche se il magazine francese sta continuando a difendersi, e altri 50mila sono stati richiesti al giornale locale ‘La Provence’ che aveva pubblicato invece le foto di Kate in bikini, sempre rubate dai paparazzi.

    ‘Mia moglie ed io pensavamo di poter andare in Francia per qualche giorno in una villa appartata di proprietà di un membro della mia famiglia per goderci la nostra privacy’ ha fatto sapere William in un comunicato letto in aula nel tribunale di Nanterre, dove si sta tenendo la causa. ‘Noi conosciamo la Francia e i francesi e sappiamo che sono principalmente rispettosi della vita privata, anche dei loro ospiti’ continuava la dichiarazione di William che è stata recitata poco prima della richiesta di risarcimento di Kate Middleton. ‘Il modo clandestino in cui queste fotografie sono state scattate è particolarmente scioccante per noi’ concludeva il comunicato.

    La risposta dei legali di Closer non si è fatta attendere: stando a quanto sostenuto dalla difesa, le fotografie di Kate Middleton in topless mostravano una coppia affiatata e felice, serena nel godersi la vacanza e l’immagine emersa è molto positiva. Secondo l’avvocato difensore, Kate e William stanno cercando un capro espiatorio e gli inglesi, schierati a favore della privacy della amata duchessa, si stanno solo rifacendo con gli interessi. Chi diceva che le guerre tra Francia e Inghilterra sono terminate nella storia, forse ignorava che nel ventunesimo secolo le battaglie si combattono anche a colpi di click. La decisione del tribunale di Nanterre è attesa per il prossimo 4 luglio.