Morte Erin Moran, la lettera del marito Steve: ‘Le ho tenuto la mano fino alla fine’

Svelate le cause della morte di Erin Moran, scomparsa lo scorso 22 aprile: il marito Steve ha inviato una lunga lettera al fan club ufficiale della serie dove racconta l'ultimo periodo della vita della celebre e amatissima Joanie di Happy Days. Intanto arrivano le scuse di Scott Baio.

da , il

    Morte Erin Moran, la lettera del marito Steve: ‘Le ho tenuto la mano fino alla fine’

    La morte di Erin Moran ha sconvolto i fan dell’amatissima e indimenticata Joanie di Happy Days, scomparsa lo scorso 22 aprile a soli 56 anni. Il marito dell’attrice, Steve Fleischmann, ha inviato al fan club ufficiale della serie una lunga lettera dove ha riassunto gli ultimi mesi di vita e le ultime ore dell’attrice americana, rendendo pubbliche e ufficiali anche le cause della morte di Erin Moran. Inizialmente si era pensato ad una overdose, ma Erin Moran è morta a causa di un cancro all’ultimo stadio, diffuso alla milza e ai polmoni.

    Leggi: Addio ‘sottiletta’, morta la Joanie di Happy Days Erin Moran

    La lettera di Steve Fleischmann, il marito di Erin Moran, ha confermato pubblicamente le cause della morte della Joanie di Happy Days e ha raccontato le ultime ore di vita della moglie inviando lo scritto alla pagina Facebook del fan club ufficiale della serie, che l’ha pubblicata integralmente.

    L’attrice ha scoperto di essere malata verso la fine di novembre 2016, pochi giorni dopo il suo anniversario di matrimonio: ‘Erin si è svegliata e c’era una macchia di sangue sul cuscino. Nei giorni seguenti il sangue è aumentato così siamo andati da un otorinolaringoiatra che ci disse che voleva fare una biopsia’ ha scritto il marito di Erin Moran nella lettera al fan club. ‘Venne fuori che si trattava di un carcinoma a cellule squamose. Ha iniziato a fare radioterapia e chemioterapia’ ha raccontato Steve Fleischmann.

    Alla fine di febbraio, le condizioni di salute di Erin Moran erano decisamente peggiorate: l’attrice non riusciva più a parlare, mangiare o bere, tanto da aver dovuto ricorrere ad un sondino per alimentarsi. Eppure, stando a quando ha riferito il marito nella lettera, la Joanie di Happy Days ‘era ancora felice, attiva e mandava messaggi agli amici tutto il giorno’. La gioia di vivere non l’aveva abbandonata nemmeno negli ultimi istanti, che Steve Fleischmann ha riassunto con poche toccanti parole: ‘Guardava la tv nel letto, mi sono steso accanto a lei e le ho tenuto la mano. Mi sono risvegliato un’ora più tardi, le tenevo ancora la mano ma lei se n’era andata’ ha scritto l’uomo.

    A quanto pare nessuno aveva informato Erin Moran di quanto fosse grave la sua condizione: il tumore si era rapidamente diffuso alla milza e a parte del cervello, con liquido nei polmoni. ‘Il medico legale ha detto che anche se fosse stata in ospedale, non ce l’avrebbe fatta’ ha scritto Steve Fleischmann, aggiungendo che gli stessi medici hanno convenuto che fosse stato meglio che Erin Moran sia morta nel sonno, accanto al marito.

    Intanto l’attore Scott Baio, che interpretava il grande amore di Joanie Chucky in ‘Happy Days’, ha chiesto scusa per le sue dure affermazioni subito dopo la morte di Erin Moran, quando aveva dichiarato duramente che ‘alcol e droga possono solo condurti ad una fine così’ e si pensava che fosse stata ancora l’overdose la causa del decesso. L’attore si è dichiarato sconvolto dalla morte dell’attrice, che è stata anche la sua prima fidanzata nella vita reale, e ha pubblicamente chiesto scusa per quanto affermato.