Gabriele Muccino querela l’ex moglie e il fratello: ‘Falsità le accuse contro di me’

Il regista, dopo 12 mesi di 'gravissima campagna diffamatoria', intraprende le vie legali: nel mirino l'ex moglie Elena Majoni e il fratello Silvio Muccino che, in tv e sui giornali, avevano parlato delle violenze subite dalla prima moglie di Muccino sr

da , il

    Gabriele Muccino querela ‘tutti i responsabili’ della ‘gravissima campagna diffamatoria’ nei suo confronti. Nomi non ce ne sono, ma il riferimento è alle accuse mossegli in tv dall’ex moglie Elena Majoni, che lo ha accusato di violenze. Violenze di cui, un annetto fa, aveva parlato anche il fratello del regista, Silvio Muccino. Obiettivo, tutelare la vita privata dei figli, tutti minorenni, dopo che il silenzio di Gabriele Muccino sulle dichiarazioni rese a tv e stampa non è servito a placare quella che il regista ritiene una campagna contro di lui.

    Era il 2016 quando Silvio Muccino, accusato dal fratello Gabriele Muccino di essere stato plagiato dalla sceneggiatrice Carla Vangelista, aveva replicato parlando di un fratello (con cui non aveva rapporti) che picchiava la prima moglie. ‘Gabriele veniva alle mani con lei, ma lei ha cercato di capirlo, di aiutarlo a risolvere i suoi problemi’, aveva spiegato Silvio Muccino a L’Arena di Giletti. L’attore aveva ricordato quando Muccino sr aveva, con uno schiaffo, perforato il timpano della moglie, un danno colossale per una violinista.

    Leggi: Gabriele Muccino, Elena Majoni a L’Arena: ‘Mi ha rotto pure un dente’

    Elena Majoni , questo il nome della ex moglie di Gabriele Muccino, era stata portata in ospedale e aveva subito un intervento, e anche se non aveva pubblicamente denunciato il marito, dopo un altro episodio di violenza, avvenuto in America, la musicista aveva chiesto la separazione e se n’era andata. Era seguito una denuncia e un processo, ma all’epoca Silvio Muccino aveva scelto la sua famiglia ‘e non la verità’ e ritrattò la sua testimonianza, cosa di cui, nel 2016, si era detto pentito.

    Leggi: Gabriele Muccino, l’ex moglie contro il regista: ‘Era violento’

    Il ‘caratterino’ di Gabriele Muccino è tornato in auge negli ultimi tempi: circa un mese fa, Elena Majoni, al Corriere della Sera prima e a L’Arena poi, ha parlato pubblicamente dei fatti, sottolineando come il silenzio fosse stato motivato dal fatto che nessuno avrebbe creduto alla parola di una persona normale contro quella di un regista importante. ‘Ho aspettato che arrivassero delle sentenze definitive e quindi delle prove. Ho parlato quando la mia parola non poteva più essere messa in dubbio’, spiegava da Giletti l’ex moglie di Muccino.

    Ora Elena Majoni e Silvio Muccino hanno un buon rapporto – ‘Ci siamo ritrovati, ma non ce l’ho mai avuta con lui’ – e dovranno probabilmente affrontare insieme la querela di Gabriele Muccino nei loro confronti. Dopo le accuse degli ultimi tempi, i legali del regista – Carlo Longari, Ernesto de Toni e Giambattista Casellati – hanno fatto sapere di aver sporto querela contro ‘tutti i responsabili della gravissima campagna diffamatoria’ andata avanti nel corso degli ultimi 12 mesi. Per i legali di Muccino, è stato offeso il suo onore e la sua reputazione personale e professionale, con affermazioni false e prive di fondamento. Se fino ad oggi Muccino ha scelto di non replicare pubblicamente anche per tutelare i suoi figli, ora ha intrapreso le vie legali: che finisca qui, non è detto.