Domenica Live: rissa tra Filippo Facci e l’avvocato di Ilona Staller

A Domenica Live è andata in scena una delle telerisse più trash degli ultimi tempi: il giornalista Filippo Facci e il legale dell'ex diva del cinema per adulti sono praticamente venuti alle mani in diretta TV

da , il

    Domenica Live: rissa tra Filippo Facci e l’avvocato di Ilona Staller

    Pomeriggio movimentato a Domenica Live: la rissa tra Filippo Facci e l’avvocato di Ilona Staller, Luca Di Carlo, che ha coinvolto anche il figlio della stessa Cicciolina e le showgirl Francesca De André e Karina Cascella, è riuscita nella difficilissima impresa di superare a livello di schifezza i folkloristici litigi, ospitati sempre nella medesima trasmissione, tra Alberico Lemme, Nadia Rinaldi e Manuela Villa, portando il trash televisivo a vette forse inesplorate nella realtà italiana, tanto che per la prima volta Barbara D’Urso è sembrata seriamente in difficoltà e quasi incapace di gestire la situazione.

    Ma andiamo con ordine e vediamo cos’è successo. L’avvocato di Ilona Staller era negli studi di Domenica Live, seduto però tra il pubblico, per difendere Ludwig Koons, il figlio 24enne dell’ex diva del cinema per adulti, dopo le dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa dalla madre, che in radio aveva detto di non voler rinunciare al suo vitalizio da ex parlamentare perché i soldi (circa 2000 euro al mese) le servono proprio per mantenere il giovane, e che anzi non le sono nemmeno sufficienti. La Staller, a sentire Barbara D’Urso, aveva chiesto di parlare a Domenica Live perché secondo lei le sue dichiarazioni non erano state riportate in modo corretto.

    A un certo punto della discussione, Luca Di Carlo, il legale e manager di Cicciolina, che, ricordiamolo, era seduto tra gli spettatori, ha preteso che gli fosse concessa la parola e ha cominciato ad attaccare il giornalista Filippo Facci, invitato nella trasmissione come opinionista: ‘Lei si sieda e stia buono’, gli ha detto piuttosto duramente, ‘Ludwig non è tenuto a risponderle, chi è lei per fargli un interrogatorio, con quella giacca a quadretti fantozziana?‘ Facci, che come sappiamo ha un carattere fumantino, si è molto infastidito per questa osservazione, e prima ha invitato l’avvocato a moderare i termini e poi, visto che quello continuava, gli si è avvicinato mettendogli le mani in faccia e scatenando una vera propria tele-rissa. La situazione è degenerata, il figlio di Cicciolina ha provato a dividere i due e Barbara D’Urso, per impedire guai peggiori, ha interrotto il programma chiamando la pubblicità.

    Quando è ripresa la trasmissione gli ospiti facinorosi erano già stati allontanati dallo studio e Barbarella ha chiesto scusa al pubblico di Domenica Live per la rissa avvenuta in diretta TV: ‘Sono molto provata, non voglio che siano più aperti i microfoni delle persone che sono state portate fuori da questo studio. Tutto questo è disgustoso e vergognoso’.

    In realtà i momenti di tensione sono proseguiti anche dopo l’allontanamento di Filippo Facci e dell’avvocato di Ilona Staller, perché stavolta si sono messi a litigare il figlio di Cicciolina con l’altra ospite Francesca De André: ‘Io parlo quanto voglio’, ha detto la nipote di Faber, ‘Se non sto zitta che fai, mi metti le mani addosso come ha fatto il tuo avvocato o come hai fatto tu con Karina durante la pubblicità?’ Eh sì, perché pare che durante la pausa Ludwig e la Cascella non se le fossero mandate a dire, arrivando persino allo scontro fisico: ‘Barbara, questa cosa me la devi far dire: durante la pubblicità il figlio di Cicciolina mi ha messo le mani addosso’, ha confermato Karina.

    Ed è stato proprio in quel momento che Barbara D’Urso, non riuscendo più a gestire né gli ospiti né la situazione (non l’avevamo mai vista così in difficoltà), ha preferito cambiare argomento chiedendo ancora una volta umilmente scusa ai telespettatori di Domenica Live: ‘Non voglio sentire più nulla, chiedo scusa a tutti. So già che domani diranno che c’è stata una rissa dalla D’Urso per sputare su di me, ma non mi interessa: mi dispiace solo per il mio pubblico e mi dispiace invitare persone che poi non si sanno controllare’.