Luca Abete a Caserta in Piazza Pitesti: aggredito e malmenato

L'inviato di Striscia la Notizia picchiato da un gruppo di venditori abusivi

da , il

    L'inviato dalla Campania di Striscia la Notizia ha rischiato grosso

    Se l’è vista davvero brutta Luca Abete a Caserta in Piazza Pitesti: l’inviato dalla Campania del TG satirico Striscia la Notizia è stato aggredito e malmenato insieme all’intera troupe di Mediaset da un gruppo di venditori ambulanti abusivi, pericolosamente armati di mazze e bastoni. Abete, che in passato aveva già subito numerose intimidazioni, ha tentato di sottrarsi alla furia degli aggressori rifugiandosi con i suoi cineoperatori all’interno di una piadineria, dove però è stato raggiunto e picchiato e solo l’intervento della polizia, chiamata da alcuni testimoni, ha evitato il peggio.

    ‘Un gruppo di extracomunitari ha aggredito me e il mio staff con pugni, calci e bastoni durante la registrazione di un servizio’, ha scritto Luca Abete su Facebook, ‘Attrezzature distrutte, dolori dappertutto, ma poteva andarci peggio. Voglio dire grazie alle persone che intervenendo ci hanno salvato la vita’.

    Luca Abete di Striscia la Notizia si era recato nella centralissima Piazza Pitesti a Caserta per effettuare un servizio sul degrado della piazza, completamente invasa da immigrati abusivi dediti a vendere merce contraffatta. Un servizio simile era già andato in onda lo scorso 15 dicembre ma da allora a oggi nulla è cambiato, visto che la zona continua a essere alla mercé dei venditori ambulanti.

    LEGGI: LUCA ABETE AGGREDITO E FERMATO DALLA POLIZIA

    Mentre stava effettuando il reportage per Striscia, Luca Abete è stato accerchiato da un minaccioso gruppo di ambulanti abusivi armati di bastoni. In un primo momento Luca ha cercato di parlare amichevolmente con i venditori, ma quando cinque di essi hanno iniziato a staccare alcuni rami dagli alberi della piazza per lanciarglieli addosso, colpendolo a un sopracciglio, l’inviato di Striscia la Notizia ha capito che era meglio darsela a gambe e si è rifugiato dentro una piadineria. Qui però è stato raggiunto dalla banda di immigrati e preso a calci e pugni.

    Per salvare Abete e i cameraman di Mediaset dalla furia del branco c’è voluto l’intervento della polizia, allertata dai presenti che avevano assistito alla scena. Luca Abete è stato condotto al Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano per accertamenti (i medici gli hanno riscontrato evidenti contusioni dovute alle percosse subite), mentre all’arrivo degli agenti gli aggressori si erano già dati alla fuga.

    LEGGI: LUCA ABETE ‘MORTO IL 24 GENNAIO 2017′, SCHERZO O MINACCIA?

    Poche ore fa sul profilo Facebook dell’inviato è stato pubblicato un breve spezzone dell’aggressione di Luca Abete a Caserta in Piazza Pitesti, lo stesso che potete guardare in alto su questa pagina: ‘Ancora una volta siamo andati noi a denunciare l’ennesimo monumento all’illegalità conosciuto da tutti e contrastato da nessuno. Stasera (lunedì 13 marzo, ndr) a Striscia la Notizia vi mostreremo tutto, intanto guardate queste immagini. Grazie di cuore a tutti voi per la solidarietà e il sostegno’.