Massimo Giletti: ‘Minacce di morte a due ospiti de L’Arena’

'Mi sento responsabile ma non mi arrendo', ha spiegato il conduttore

da , il

    Drammatica rivelazione di Massimo Giletti: ‘Minacce di morte a due ospiti de L’Arena, mi sento responsabile ma non mi arrendo’. Il conduttore ha aperto in maniera insolita la puntata di domenica 5 marzo, raccontando di sentirsi per la prima volta in difficoltà dopo tanti anni di trasmissione: ‘La rabbia che si accumula in certi momenti è alta e si chiede sempre al presentatore di controllarla, perché è giusto che sia così. Però oggi faccio fatica e vi spiego perché’, chiarendo i motivi per cui due suoi ospiti hanno ricevuto minacce dopo aver partecipato al programma.

    ‘Pochi minuti fa prima del telegiornale, ha detto Giletti, ‘Ho fatto una telefonata a una persona che è venuta a L’Arena a denunciare un certo tipo di collusioni che ci sono con i poteri forti in Sicilia. Questa persona mi ha detto: io temo adesso per la mia vita. Siccome queste cose le ha dette qui ed è stato attaccato pubblicamente per aver parlato in questa trasmissione, io mi sento responsabile. Questa persona è il capo di Riscossione Sicilia, l’istituto che si occupa di riscuotere le tasse nell’isola, l’avvocato Antonio Fiumefreddo‘. Ricordiamo che Fiumefreddo a L’Arena aveva denunciato il sistema di incasso delle tasse regionali, provocando numerose reazioni anche dai vertici dell’Assemblea Regionale Siciliana.

    ‘Ho chiamato un’altra persona’, ha poi proseguito Massimo Giletti, ‘Il capo della protezione Civile in Calabria, Carlo Tansi: anche lui ha detto delle cose importanti in questa trasmissione e anche lui è stato minacciato di morte. A questi signori (gli autori delle minacce, ndr), che ci stanno seguendo, dico che le minacce e le pressioni, che ho ricevuto anche io questa settimana, per me sono solo uno stimolo ad andare avanti e dare rispetto a persone come Fiumefreddo e Tansi, persone di cui l’Italia dovrebbe essere fiera e sulle quali poggiare il futuro, oltre che il presente. Perciò a loro due dico che sono qua: fin che mi lasceranno stare in questo posto, io sono con loro e L’Arena è aperta per loro’.

    Infine Giletti ha riservato una stoccata al Presidente dell’Assemblea della Regione Siciliana, Giovanni Ardizzone, che l’aveva contestato per le puntate dedicate alla Sicilia: ‘In settimana ho ricevuto una serie di gentili pensieri da Ardizzone, ma questa volta non posso stare zitto. Leggo che ha dichiarato: ‘Da Giletti ancora bugie e faziosità’, ‘Da Giletti disinformazione continua’, ‘Querelo Giletti e la Rai per le notizie false’. È nella sua libertà dire tutto quello che vuole, ma poi bisogna stare molto attenti perché quando si butta al pubblico ludibrio una persona bisogna ponderare le parole’.

    Quindi per Massimo Giletti le minacce subite da lui e dai suoi suoi ospiti sarebbero state in qualche maniere aizzate anche dalle dichiarazioni di Ardizzone. Abbiamo il sentore che non sia finita qui…