Manchester by the Sea, Casey Affleck da Oscar per il nuovo film di Kenneth Lonergan

Un intenso Casey Affleck protagonista di un film toccante ed emozionante: sei nomination ai prossimi Academy Awards

da , il

    Casey Affleck è fratello minore di Ben Affleck, ormai divo a tutti gli effetti: dei due, dicono i maligni che Ben sia quello famoso, mentre Casey sia quello bravo… Ben vanta certamente una maggiore popolarità e indiscusse capacità da regista puro, ma Casey si sta costruendo una notevole carriera cinematografica, fondata su produzioni più piccole alle quali regala interpretazioni sempre più convincenti. Kenneth Lonergan è un film-maker di lunga esperienza, nonostante la filmografia piuttosto limitata: pochi film come sceneggiatore, e solo due lungometraggi come regista. Lonergan ha scritto e diretto Margaret, che aveva avuto notevoli problemi di distribuzione, e prima ancora Conta su di me, dramma familiare simile, per molti aspetti, a questo Manchester by the Sea, primo film prodotto dagli Amazon Studios a guadagnare l’accesso agli Academy Awards. Sei le nomination per i prossimi Oscar, tra cui i pezzi da novanta Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura Originale. Difficile che Manchester by the Sea vinca in queste categorie, mentre sembra quasi scontata una meritatissima vittoria di Casey Affleck come Miglior Attore Protagonista.

    Lee è un uomo solo, brusco e scontroso, incapace di avere normali relazioni umane: lavora a Boston come portiere tuttofare, e ha tagliato i ponti con Manchester, un vicino villaggio di pescatori in cui è nato e cresciuto. Alla morte del fratello Joe, malato di cuore, Lee è costretto a tornare a Manchester e ad affrontare il suo passato: una ex-moglie che lo ama ancora, amici e conoscenti che di lui non vogliono sapere più niente, un nipote adolescente, Patrick, di cui potrebbe diventare il tutore legale. Lee ha una storia drammatica alle spalle, una storia riportata a galla dalla sua presenza a Manchester… Intanto, però, deve decidere cosa fare di suo nipote, che non ha alcuna intenzione di vivere a Boston insieme a lui, così come lui non ha alcuna intenzione di tornare in riva al mare.

    Cast artistico:

    Casey Affleck: Lee Chandler

    Fratello minore di Ben Affleck, per il quale ha recitato come protagonista nel film Gone Baby Gone, suo primo lungometraggio da regista. Casey Affleck, a differenza del fratello, preferisce i film indipendenti alle grandi produzioni: era in Gerry di Gus Van Sant, in L’assassino di Jesse James per mano del codardo Robert Ford al fianco di Brad Pitt, nel thriller-noir The Killer Inside Me e in Out of the Furnace insieme a Christian Bale. Molto probabile un Oscar come miglior attore protagonista per questo Manchester by the Sea, per il quale ha già vinto un Golden Globe.

    Michelle Williams: Randi Chandler

    Diventata celebre come una delle protagoniste femminili della serie Dawson’s Creek, Michelle Williams si è poi lanciata in alcuni film molto diversi tra loro: I segreti di Bokeback Mountain, Io non sono qui, Shutter Island, Il grande e potente Oz. Ha anche interpretato Marylin Monroe nel biopic Marylin.

    Kyle Chandler: Joe Chandler

    Protagonista della serie tv Ultime dal cielo, Kyle Chandler è anche apparso in diversi film mainstream come il King Kong di Peter Jackson e Super8 di J.J. Abrams. Era anche in Zero Dark Thirty, di Kathrin Bigelow, e in Argo, diretto da Ben Affleck.

    Lucas Hedges: Patrick

    Giovanissimo, ha già recitato in un paio di film diretti dal genial Wes Anderson: Moonlight Kingdom e il più recente Grand Budapest Hotel.

    Gretchen Mol: Elise

    C.J. Wilson: George

    Kara Hayward: Silvie

    Anna Baryshnikov: Sandy

    Matthew Broderick: Rodney

    Heather Burns: Jill

    Cast tecnico:

    Regia e Sceneggiatura: Kenneth Lonergan

    Al suo terzo lungometraggio da regista, Lonergan aveva lavorato come sceneggiatore per le commedie Terapia e pallottole e Un boss sotto stress (il sequel), entrambi con Robert De Niro, ed è tra gli autori della sceneggiatura di Gangs of New York di Martin Scorsese. Come regista, ha diretto Conta su di me e Margaret.

    Manchester by the Sea non ha molte speranze di vincere un Oscar come Miglior film, ed è molto difficile che Lonergan vinca per la regia o la sceneggiatura: la concorrenza è forte, e gli altri titoli in lizza meritano maggiormente i premi principali. Il film di Lonergan non è un film perfetto, anzi: lento e prevedibile nella prima parte, macchinoso e impreciso nella seconda, con una telefonatissima simbologia del freddo (riferita al cuore di ghiaccio del protagonista) fin troppo sbattuta in faccia. Lonergan mischia bene tragico e comico, unendo il dramma familiare a momenti di sottile ironia, e ha il merito di dare al film un finale convincente e per nulla hollywoodiano. La forza di Manchester by the Sea, però, sta altrove: un meraviglioso personaggio principale, costruito alla perfezione e interpretato in maniera fantastica da Casey Affleck. Un uomo spento nei sentimenti e incapace di avere rapporti normali altri esseri umani, un alcolista attaccabrighe dilaniato dal senso di colpa, un lupo solitario che lascia sempre che siano gli altri a decidere per lui… Manchester by the Sea è un buon film, ma merita di essere visto soprattutto per Casey Affleck: da solo, vale il prezzo del biglietto.