Festival di Sanremo 2017, Geppi Cucciari torna all’Ariston e fa ‘C’è Sanremo per te’

La comica sarda e presentatrice Rai ritrova Maria De Filippi e Carlo Conti.

da , il

    Geppi Cucciari torna al Sanremo 2017 con un’apparizione nella serata finale del Festival, fortemente voluta da Carlo Conti e Maria De Filippi. Per la comica sarda si tratta di un rientro in grande stile dopo la sua ultima partecipazione del 2012, nell’allora Festival presentato da Gianni Morandi, quando entrò nella storia di Sanremo scendendo la celeberrima scalinata senza scarpe e con un poderoso monologo incentrato su Rossella Urru, volontaria italiana allora sequestrata in Mali. Anche stasera Geppi Cucciari ha parlato di temi sociali, citando Giulio Regeni e la violenza sulle donne, dopo aver trasformato Sanremo in ‘C’è Sanremo per te’ con la complicità di Maria De Filippi.

    Geppi Cucciari ha travolto la serata finale di Sanremo 2017: prima ha sceso la scala sussurrando ‘Ma chi me lo ha fatto fare’ poi ha dato a Carlo Conti, pronto a soccorrerla nella discesa, del ‘deambulatore per la vecchiaia’. Ma c’era una sola destinataria della sua partecipazione: ‘Mariah, Maria, tu sei stata fantastica. Brava convincente, serena, splendida, Radiosa. Come direbbe Totti CHAPE’!’ ha esordito Geppi Cucciari sul palco di Sanremo 2017.

    Un rapido colpo d”occhio su questa 67esima edizione del Festival: ‘Bellissiimo, meraviglioso, nessuna lite, nessuno scandalo, che bello, che bello.. che palle!’ ha detto la comica sarda, aggiungendo che sarebbe comunque servita un po’ di querelle, nonostante l’aria di successo clamoroso anche quest’anno. ‘Può venire chiunque, Spartani, Orazi, Curiazi, questo è il Festival di Rai e Mediaset. Oggi è sabato: ci sono moltissimi italiani che vagano nel soggiorno di casa con gli occhi a chiesa gotica, chiedendosi dove sia C’è posta per te.. te ne faccio vedere uno’ dice Geppi Cucciari e mostra foto di Mattarella che gioca col tablet. Poi un altro, Piersivlio Berlusconi, cui ‘sembra che gli abbiano pignorato il vogatore’ ride la comica sarda.

    La chicca di Geppi Cucciari è stato inventarsi il crossover definitivo: ‘Facciamo ‘C’è Sanremo per te’ su Rai 1′ (e ha fatto partire la sigla di C’è posta per te) mentre ‘racconto i fatti tuoi a tutta Italia per 20 minuti circa’, ha detto Geppi, prima di rivisitare la storia di Maria De Filippi a modo suo: ‘Questa è la storia di Maria, soffre di una rara sindrome che la costringe a vivere da anni dentro un apparecchio televisivo. Si nutre e si alimenta durante pause pubblicitarie con caramelle al limone, anzi sempre la stessa, la stessa da quando Amici si chiamava Semplici conoscenti’ ha detto Geppi.

    Un richiamo a Carlo Conti: ‘L’uomo che le cambia la vita è Carlo, un uomo crudele, che ha fatto vestire Valerio Scanu da Orietta Berti, ci scusiamo con Orietta. Maria vuole dire a Carlo che se ne torna a Roma da Tina Cipollari, Gianni Sperti, Maurizio Costanzo e tutti i cani, vero?’ ha detto Geppi Cucciari rispettando i tempi di C’è posta per te. Mancava solo la busta, in buona sostanza: breve siparietto tra i due conduttori e finalmente la domanda di Geppi che vuole chiarire definitivamente un dubbio: ‘Maria presenti tu Sanremo l’anno prossimo?’ chiede la comica sarda. Pronta la replica della De Filippi: ‘Ti dico una sola parola: Ciaone’ e se ne va.

    Il monologo finale di Geppi Cucciari, dopo il momento leggero, non poteva che essere più intenso, nonostante la partenza gentile a tema bugie: ‘Su questo palco di bugie se ne sono dette tante’ ha sorriso la comica, facendo un rapido excursus. ‘Tra le bugie più dette: va tutto bene, non ho contanti con me, se perdo il referendum lascio la politica. Le bugie più dette dagli uomini: non sei grassa, com’è la mia nuova collega? normale, e ti giuro che è la prima volta che mi capita.’ ha detto Geppi citando un sondaggio. Ci sono anche le bugie tipiche della donna, a detta di Geppi: ‘Ci credo che è la prima volta che ti succede. Poi tutti mentiamo sul curriculum: inglese parlato, fluente. Anche Alfano lo ha fatto, poi glielo ha portato via il ùaind’ ha concluso la comica sarda.

    ‘Mentiamo tutti, siamo abituati, fin da quando siamo bambini: le bugie che semplificano la vita di chi le dice ma non di chi la ascolta’ ha detto Geppi Cucciari. ‘Perché le bugie non sono nate con internet, ci sono da sempre: ci ha consolati almeno una volta nella vita sapere che Einstein fosse stato un somaro in matematica, non era vero, aveva 5 e il 6 era il massimo’.

    La conclusione intensa del suo monologo è arrivata ovviamente dopo questo clou: ‘La verità è davvero faticosa, capirla richiede uno sforzo. Perché un anno fa in Egitto è morto un ragazzo italiano, che si chiamava Giulio Regeni, e non abbiamo ancora capito cosa è successo’ ha attaccato duramente Geppi Cucciari tra gli applausi del pubblico di Sanremo 2017. ‘Viviamo in un paese dove nessuno si prende la responsabilità di quello che fa’ ha poi aggiunto la comica.

    ‘Le donne poi. I titoli dei giornali’ ha detto Geppi Cucciari parlando dei titoli usciti, anche di recente, sulla Presidente della Camera Laura Boldrini e sulla sindaca di Roma Virginia Raggi. ‘Sono sicura che giudicare una donna per quello che molti maschi vorrebbero in dono, è una bugia. Stasera io mi schiero: non dalla parte del sindaco, ma dalla parte della donna. Je suis Patata Bollente‘ ha concluso Geppi Cucciari accolta dall’applauso del pubblico.

    Mentre ancora la applaudivano, Carlo Conti ha preso la parola: “Scusate donne per quegli uomini cretini che fanno tante bischerate” ha detto il conduttore. Ancora applausi per Geppi.

    Chi è Geppi Cucciari

    Maria Giuseppina Cucciari, nota come Geppi, è una attrice comica sarda nata a Cagliari nel 1973. Diventa famosa grazie ai suoi simpatici monologhi a Zelig, poi conquista rapidamente le altre reti diventando ospite di molti programmi tv. È laureata in giurisprudenza, ha scritto due libri e spesso si dedica al teatro: il suo ultimo spettacolo è stato ‘La famiglia Addams’ dove ha recitato nel ruolo di Morticia accanto ad Elio di Elio e Le Storie Tese nella trasposizione della celebre famiglia. Alterna cinema, televisione e radio.

    La vita privata di Geppi Cucciari è diventata di recente pubblica con la notizia della separazione burrascosa dal marito Luca Bonaccorsi, con il quale era sposata da quattro anni.

    Attualmente impegnata nella conduzione di ‘Per un pugno di libri’ ogni domenica su Rai 3, accanto al critico letterario Piero Dorfles, e in quella di spalla a Massimo Gramellini per ‘Le parole della settimana’ sempre sulle reti Rai, Geppi Cucciari si divide tra la tv e la radio: è infatti animatrice della trasmissione radiofonica ‘Un giorno da pecora’, in onda su Radio Rai1, dove condivide il microfono con Giorgio Lauro.

    Eppure per Geppi quello di Sanremo 2017 non è solo un ritorno in grande stile: fortemente voluta da Carlo Conti, Geppi Cucciari ritrova anche Maria De Filippi che fu tra i suoi grandi sponsor dell’epoca Mediaset, dato che la volle con sé a ‘Italia’s got talent’. Geppi Cucciari è una ‘saltareti’: ha lavorato in pressoché tutte le reti televisive italiane. Ha condotto anche Le Iene accanto a Fabio Volo e Miriam Leone nel 2016, mentre su La7 ha curato per un periodo la copertina comica de Le invasioni barbariche su La7, condotto da Daria Bignardi, e i sondaggi di Victor Victoria, condotto da Victoria Cabello sempre sulle reti di Urbano Cairo.