Laura Pergolizzi a Sanremo 2017: l’esibizione di LP al Festival

La cantante arriva anche sul palco dell'Ariston e ritira il triplo disco di Platino

da , il

    LP ospite del Festival di Sanremo 2017. La cantante statunitense, all’anagrafe Laura Pergolizzi, si è esibita sul palco del Teatro Ariston, portando il suo tormentone Lost on you, già sperimentato sui palchi di Che tempo che fa e Casa Mika, e ‘Other People’, altro singolo scala-classifiche. La musicista è stata anche intervistata da Carlo Conti e Maria De Filippi (alle una di notte). ‘Essere accettata in questo Paese significa tanto per me, grazie’, dice la cantante dopo la consegna del triplo disco di platino.

    LP porta la sua musica sul palco del Festival di Sanremo 2017, una sorta di ritorno a casa visto che la cantante americana, però, nata il 18 marzo 1981 a Huntington, Long Island, nello stato di New York, ha origini italiane: i suoi genitori sono originari di Napoli. Laura Pergolizzi si è diplomata nel 1996 presso la Walt Whitman High School e si è poi trasferita a New York dove ha preso il nome d’arte LP, formato dalle iniziali del suo nome e del suo cognome.

    Prima di esplodere in solitaria, LP ha scritto brani per Cher, Cher Lloyd, Rihanna, Backstreet Boys e Christina Aguilera; nel maggio del 2012 è stata descritta come artista della settimana nella rivista Vogue. Dopo il successo di Lost on you, la Pergolizzi è stata ospite anche di due trasmissioni italiane, Che tempo che fa e Casa Mika: adesso LP è arrivata al Festival di Sanremo 2017.

    La cantante, alle una di notte, si esibita con Lost on you; è seguita una gara di fischi con Carlo Conti e Maria De Filippi, e successivamente l’esibizione di Other People. Certo, non ci sembra una gran furbata chiamare ospiti internazionali e metterli alle 1 di notte (o a mezzanotte e mezzo dandogli tre minuti, vedi Sveva Alviti); non è meglio chiudere prima e sapere in orari umani chi dei big è stato eliminato? Ai posteri l’ardua sentenza… come ha detto Maria De Filippi dopo l’ennesimo fischio di Conti, ‘Ciaone’.