Giorgia a Sanremo 2017 con Vanità e un medley di successi: l’esibizione

La super ospite italiana della seconda serata del Festival

da , il

    È tornata Giorgia a Sanremo 2017 e ha cantato Vanità, il suo ultimo singolo tratto dall’album Oronero, e un medley di canzoni composto dai suoi tre successi sanremesi Come Saprei, Strano il Mio Destino e Di sole e d’azzurro. Eh sì, perché la cantante romana è un’habitué del Festival della Canzone Italiana avendovi partecipato in gara per ben tre volte con il ricchissimo palmares di una vittoria, un secondo e un terzo posto, senza dimenticare l’ospitata del 2008 quando regalò al pubblico una strepitosa performance con Se Stasera Sono Qui di Tenco, The Man I Love di Gershwin e i suoi successi E Poi e La La Song.

    Chiacchierando con Carlo Conti, Giorgia ha spiegato di essere una madre severa, anche se adesso ha cominciato a giocare a palla col figlio, facendolo vincere sempre, e ha ricordato l’inizio della sua carriera nel lontano 1994 all’Ariston: ‘Saluto Pippo Baudo, mi ha inventato lui‘.

    Il brano di Giorgia a Sanremo 2017, Vanità, porta la firma della stessa cantante su musiche di Emma Rohan e Jez Ashurst ed è una denuncia nei confronti della società nella quale il giudizio prevale sul dialogo, ma anche un campanello d’allarme per un’umanità che sembra aver perso la propria rotta. In altre parole è un testo-critica all’opportunismo e alla falsità dei nostri giorni, con un sound contemporaneo che rispecchia una nuova ricerca autorale e musicale di Giorgia. Curiosamente per la scelta di questo nuovo singolo Giorgia si è affidata anche al parere dei suoi fan, chiedendogli quale brano avrebbero voluto sentire in radio. E la risposta più suffragata è stata proprio Vanità.

    Ricordiamo che Giorgia a Sanremo 2017 non è intervenuta solo come ospite ma anche nelle vesti di autrice del brano Con Te di Sergio Sylvestre, in gara nella categoria campioni: ‘Con Stefano Maiuolo avevamo giocato un po’ con il piano’, ha spiegato Sylvestre, ‘Ed è venuta fuori una melodia che, con tutto il coraggio del caso, ho presentato a Giorgia. A lei è piaciuta e ha scritto le parole. Nella vita del resto bisogna osare, anche rischiando di farsi direi di no’.

    Con oltre vent’anni di carriera artistica alle spalle e più di 7 milioni di dischi venduti, Giorgia è unanimamente considerata tra le più grandi cantanti italiane di sempre, con una voce capace di virtuosismi tipici delle grandi star d’oltreoceano. Nel corso degli anni ha collaborato con importanti artisti italiani e internazionali tra cui, solo per citarne alcuni, Luciano Pavarotti, Ray Charles, Lionel Richie, Jovanotti, Mina, Zucchero, Pino Daniele, Andrea Bocelli, Herbie Hancock e Alicia Keys.

    L’ultimo album Oronero, il decimo della sua discografia, è già stato certificato disco di platino. L’album, prodotto da Michele Canova, ha confermato ancora una volta la grande capacità di Giorgia di esprimersi appieno anche come autrice. Dei 15 brani inediti che compongono il disco, infatti, 10 portano la firma della cantante, che ha preso piena coscienza della sua maturità artistica e adesso è libera di esprimersi, senza filtri, con una scrittura sempre più consapevole.