Francesco Totti a Sanremo 2017: il calciatore al Festival per i suoi 25 anni di carriera

Siparietto con Carlo Conti e Maria De Filippi per i 14 gol alla Fiorentina

da , il

    Francesco Totti a Sanremo 2017: il calciatore al Festival per i suoi 25 anni di carriera

    Francesco Totti festeggia al Festival di Sanremo 2017 i suoi 25 anni di carriera. A introdurlo sul palco dell’Ariston Carlo Conti e Maria De Filippi, con un video celebrativo. Poi il capitano della Roma arriva e il conduttore ne approfitta per ringraziare la Fiorentina, che ieri sera ha perso 4-0 contro la Roma, o – per dirla con le parole di Conti, tifosissimo dei viola – non ha giocato preferendo guardare Sanremo, forse in omaggio alla sua conduzione.

    Apparizione lampo per Francesco Totti a Sanremo 2017: al Festival il calciatore è apparso come Raoul Bova nella prima sera, ossia un po’ spezzettato in vari siparietti. Sul palco, nella sua prima (forse) apparizione, Carlo Conti ringrazia la Fiorentina che non ha giocato per rispetto della sua conduzione sanremese (in realtà, la partita c’è stata e i Viola hanno perso 4-0), ma Maria De Filippi gli ‘propina’ comunque un video delle quattordici reti di Totti alla Fiorentina. Forse davvero ha ragione chi dice che il conduttore è in realtà la valletta di Queen Mary

    Per caso alla fiorentina hai fatto quattordici reti?‘, chiede Conti, beccandosi la risposta del Capitano, ‘Sì il viola mi ispira‘. Al netto delle stoccatine, il conduttore definisce Totti ‘un campione assoluto e segno di amore per la maglia‘: ricordiamo che Totti gioca da 25 anni con la maglia della Roma. Il calciatore presenta Nesli e Alice Paba: quest’ultima ha fatto The Voice e Totti dice un po’ a sproposito che anche Ilary ha fatto il talent show ‘quando era giovane‘. Conti ha qualche dubbio, ma il discorso cade: verrà risolto più in là?

    La seconda apparizione di Totti a Sanremo 2017 è intorno alle 22.30, con una serie di otto domande più o meno cattive. Se ti trovassi in difficoltà, accetteresti una proposta indecente relativa a Ilary?, chiede Maria De Filippi, con Totti che definisce l’ipotesi surreale, ma se proprio ci si trovasse, non accetterebbe, perché ‘Sono troppo geloso dei miei valori… anche se… forse lo chiederei a lei‘.

    Si passa poi alla domanda di Carlo Conti: se Christian – il figlio – avesse una maglietta della Lazio, cosa farebbe Totti? ‘Se ha fatto questa scelta di vita lo rispetto, ma è improbabile che abbia una maglia della Lazio‘, risponde il calciatore, che si dice anche disponibile a cantare gli inni di tutte le squadre se la Roma dovesse grazie a questo vincere lo scudetto. Conti tira fuori l’inno della Fiorentina, ‘Ma a me chi me lo dice – chiede Totti – che vinco lo scudetto?’. E comunque leggo Grazie Roma di Antonello Venditti‘, aggiunge il capitano della Roma, dando la colpa alla troppa luce.

    Hai comprato la macchina della tua vita e una vecchietta ti riga la macchina, che fai?‘ chiede Maria De Filippi, e Totti le direbbe di continuare per rendere uguale tutta la macchina. Da una citazione di Amici miei si passa allo scherzo più bello che Totti ha fatto e che gli hanno fatto: il calciatore ne fa tanti e racconta l’ultimo, al team manager. Quello più bello che hanno fatto a lui, gli hanno tagliato i calzini. E tra vent’anni, Totti si vede a fare non il calciatore (anche se, come tengono a dirgli dal pubblico, ‘Francesco non ci stancherà mai‘) ma a fare un qualcosa che gli piace fare, con un ruolo importante nella Roma o altrove… E sarebbe stato meglio chiudere qui, visto che alla canzone sanremese preferita, Totti risponde ‘La mia canzone di Sanremo? Mi metti in difficoltà. Ah sì, Povia, il piccione‘. Con tutte le canzoni che hanno fatto la storia della musica?