Sanremo 2017, Michele Bravi a Nanopress: ‘Il diario degli errori è una preghiera d’amore’ [VIDEO]

Il cantante in gara al Festival si racconta ai microfoni dei nostri inviati all'Ariston.

da , il

    Michele Bravi racconta il suo Sanremo 2017 a Nanopress

    Al Festival di Sanremo 2017 sarà sul palco come concorrente Michele Bravi con la canzone ‘Il diario degli errori’. Intervistato da Nanopress, il giovane cantante ha svelato di essere particolarmente emozionato: ‘Me la sto vivendo un po’ con la paranoia, un po’ con l’ipocondria… Oddio perdo la voce, oddio m’ammalo’ ha raccontato ridendo alla nostra redazione. D’altronde l’Ariston è un teatro che mette paura a molti e Michele Bravi non fa eccezione: ‘E’ già iniziata un’ansia unica… Mi sono accorto che proprio sull’Ariston c’è un alone di frenesia, sei lì tra la voglia di cantare e la paura di sbagliare!’ ha esordito parlando della sua presenza al Festival di Sanremo 2017.

    La partecipazione di Michele Bravi al Festival di Sanremo 2017 l’ha raccontata il giovane cantante partendo proprio dalla prima volta che è salito a fare le prove sul palco dell’Ariston: ‘Senti una magia alle pareti stranissima’ ha svelato Michele ai microfoni di Nanopress. Nonostante l’emozione, Michele Bravi è speranzoso: ‘Spero di potermela godere bene, di poter respirare tutta la magia che c’è su quel palco’ ha chiosato.

    Per quanto riguarda la sua canzone, Il diario degli errori, con cui gareggia tra i Big di Sanremo 2017, Michele Bravi ha svelato alcuni dettagli: ‘E’ una preghiera d’amore, la ricerca della giusta dimensione dell’amare dopo tante scelte sbagliate’ ha raccontato nell’intervista video. Una preghiera anche di speranza che questa dimensione rimanga ‘fuori dal diario di queste orribili scelte che ci hanno portato fino a qua, per fortuna e purtroppo, perché sono state scelte sbagliate’ ha spiegato Michele Bravi. ‘Il diario degli errori te lo porti a casa da quando sei piccolo’ ha aggiunto di buon grado, motivando la sua decisione col fatto che è sempre bello poter cantare l’importanza di quello che si sbaglia. La sua canzone, per lui, ha una specie di fattore salvifico: ‘Sono contento di poterla cantare, è la prima volta che mi metto così tanto a nudo però non sono mai stato così comodo allo stesso tempo. Sono molto orgoglioso di fare tutto ciò sul palco più importante della musica italiana’ ha concluso Michele Bravi nell’intervista.

    Con noi di Nanopress Michele Bravi ha parlato non solo di Sanremo 2017, della sua partecipazione e del brano che canterà nella serata delle cover, ‘La stagione dell’amore’ di Franco Battiato (‘Lui è il più grande sperimentatore sonoro della musica italiana, mi sono detto che se devo affogare almeno affogo nell’acqua alta!’), ma anche dei suoi fan (‘Sono la mia medicina per gli errori che faccio’). In conclusione però, Michele Bravi ha ammesso cosa sia per lui l’essenza del Festival di Sanremo:’Quando penso al Festival per me è Almeno tu nell’universo di Mia Martini, l’artista più importante che abbiamo avuto in Italia.’