Quinta Colonna: malore in diretta TV di un comandante dei vigili

Lo svenimento è avvenuto nel corso di un acceso dibattito

da , il

    Quinta Colonna: malore in diretta TV di un comandante dei vigili

    Attimi di apprensione a Quinta Colonna per un malore in diretta TV che ha colpito il Comandante dei Vigili di Nola, Luigi Maiello, durante uno dei tanti accesi dibattiti che contraddistinguono il programma condotto da Paolo Del Debbio. L’episodio è accaduto nel corso della puntata andata in onda lunedì 30 gennaio 2017, mentre in studio si stava discutendo del caso degli assenteisti e dei ‘furbetti del cartellino’ che ha recentemente coinvolto la città campana alle porte di Napoli. Il Comandante dei Vigili era impegnato in un acceso confronto a distanza con il collega di Avellino, Michele Arvonio, intervenuto telefonicamente per rivolgergli delle accuse, quando a un certo punto si è accasciato proprio sotto gli occhi delle telecamere.

    Poco prima di accusare il malore a Quinta Colonna, Maiello stava rispondendo alle accuse urlando con vigore di essere una vittima e che un attacco simile lo aveva già subito tempo fa dalla camorra, dopodiché è crollato a terra venendo soccorso dai presenti. Il conduttore Paolo Del Debbio ha immediatamente chiesto alla regia di togliere l’inquadratura e ha detto di essere molto dispiaciuto per quanto accaduto, anche se ‘noi di Quinta Colonna avevamo il dovere di dare voce al Comandante di Avellino per sentire ciò che aveva da dire. Naturalmente chi ha mosso certe accuse’, ha proseguito Del Debbio, ‘si prenderà le sue responsabilità. Speriamo che lì non sia successo niente, che sia una cosa passeggera e che non accada nient’altro’.

    Il tema della serata del programma di Rete Quattro erano il caso dell’Ospedale di Nola, dove si è scoperto che alcuni pazienti vengono medicati a terra per mancanza di letti, e il blitz anti-assenteismo che la scorsa settimana ha portato all’emissione di 63 avvisi di conclusione indagini nei confronti di altrettanti dipendenti del comune campano. Erano presenti il sindaco di Nola, Geremia Biancardi, chiamato a difendere il buon nome della città, e il comandante dei vigili Luigi Maiello.

    L’atmosfera, già bella calda per i continui scambi di opinione, si è fatta incandescente quando è intervenuto per telefono il comandante dei vigili urbani di Avellino, Michele Arvonio, originario proprio di Nola, che ha mosso accuse piuttosto gravi al collega. Quest’ultimo ha risposto preannunciando querele, la situazione si è fatta ancor di più esplosiva ed è terminata come vi abbiamo già raccontato: Maiello si è sentito male, è svenuto ed è stato poi ricoverato alla clinica Villa dei Fiori di Acerra per accertamenti, mentre Paolo Del Debbio (gongolando in cuor suo per il colpo di scena che ha creato così tanto interesse verso Quinta Colonna) cercava con fatica di rasserenare gli animi.