Sanremo 2017, compensi: 100 mila euro in più per Carlo Conti

Il cachet del conduttore e direttore artistico sale a 650 mila euro

da , il

    È uno dei temi caldi di Sanremo 2017: i compensi dei conduttori e degli ospiti, soprattutto alla luce della delicata situazione economica in cui versa il Paese che suggerisce di non sprecare milioni di euro di soldi pubblici in un festival di canzonette. In realtà sappiamo benissimo che le cose non stanno proprio così, visto che un evento come il Festival di Sanremo si regge quasi autonomamente sui massicci investimenti di sponsor privati, per cui parlare di ‘sperpero del denaro dei contribuenti’ è sinceramente fuori luogo. L’anno scorso, per esempio, la kermesse ha chiuso con un utile di circa sei milioni di euro (21 milioni di ricavi pubblicitari + 1 milione di guadagni derivanti dalla vendita di biglietti e altri introiti a fronte di una spesa di 16 milioni di euro) e quest’anno si prevede un ulteriore incremento dei ricavi di almeno un milione.

    Detto questo, vediamo cosa si dice a proposito dei compensi di Sanremo 2017. Cifre ufficiali non sono state ancora fatte, ma secondo un articolo pubblicato su La Stampa a firma di Tiziana Leone, il grande successo delle prime due edizioni da lui dirette e condotte dovrebbe aver fatto lievitare il cachet di Carlo Conti di circa 100 mila euro, portandolo dai 550 mila del 2016 agli attuali 650 mila. Cifre importanti ma comunque lontane da quelle per esempio di Paolo Bonolis, che nel 2009 si portò a casa un milione di euro. È sempre opportuno ricordare che il compenso di Carlo Conti comprende non soltanto la conduzione del Festival ma anche la direzione artistica, che richiede un delicato lavoro di parecchi mesi.

    E gli altri? Beh, sappiamo già tutti, visto che è stato annunciato ai quattro venti, che la super co-conduttrice Maria De Filippi parteciperà a Sanremo 2017 a costo zero e questo per la Rai sarà un bel risparmio (speriamo che almeno le paghino l’albergo e i pasti). Inoltre non sono previste vallette (altro risparmio), mentre per quanto riguarda gli ospiti, di sicuro il più pagato di tutti sarà Maurizio Crozza, la cui presenza al Festival viene data ormai per scontata anche perché il comico genovese intende sfruttare la platea sanremese per pubblicizzare il suo nuovo programma che partirà venerdì 3 marzo 2017 su Nove.

    Sempre secondo La Stampa sembra che l’agente di Crozza, Beppe Caschetto, abbia spuntato per il suo assistito un ingaggio superiore ai 120 mila euro intascati nella sua ultima apparizione festivaliera (comunque lontanissimo dai 700 mila euro guadagnati da Adriano Celentano nel 2012, seppur devoluti in beneficenza), e che gli ospiti musicali, da Tiziano Ferro a Ricky Martin passando per Giorgia a Mika, si dovrebbero accontentare di cifre sui 50 mila euro a cranio.