Morta Loalwa Braz: la cantante della Lambada trovata carbonizzata

Con il gruppo dei Kaoma aveva ottenuto un successo straordinario

da , il

    Morta Loalwa Braz: la cantante della Lambada trovata carbonizzata

    Tragico lutto nel mondo della musica: è morta Loalwa Braz, la cantante della Lambada, celebre hit del 1989 diventata un classico dei balli latino-americani di coppia. La donna, che aveva 63 anni, è stata ritrovata carbonizzata nella sua auto a Saquerema, in Brasile, nella regione del Rio Lagos. La dinamica dell’incidente non è ancora molto chiara, per cui al momento è impossibile stabilire se la morte di Loalwa Braz sia stata causata da una disgrazia o da un atto criminale, anche se quest’ultima ipotesi sembra forse la più probabile.

    Secondo quanto riporta Repubblica, i vigili del fuoco sono intervenuti stanotte dopo aver ricevuto una telefonata che segnalava un incendio in una casa a Saquarema. Giunti sul posto, i pompieri si sono accorti che le fiamme si erano sprigionate da un’auto parcheggiata nei pressi dell’abitazione, intestata a Loalwa Braz così come la macchina. Tutta la strada dove viveva la cantante è stata transennata e il corpo, ormai carbonizzato, è stato trasferito all’istituto di medicina legale per le formalità di rito. Stando ad alcune informazioni del comando della Polizia militare, due uomini sarebbero stati visti muoversi furtivamente all’interno della casa prima dell’incendio, circostanza che farebbe propendere verso l’ipotesi dell’azione dolosa. Ma per conferme ufficiali bisognerà attendere le prossime ore o, più probabilmente, i prossimi giorni.

    Loalwa Braz, nome completo Loalwa Braz Vieira, era nata a Rio de Janeiro il 3 giugno 1953 e aveva vissuto fino al 2001 tra il Brasile, la Svizzera e la Francia. Nel 1985 si era infatti trasferita a Parigi a seguito del successo dello spettacolo Brasil en Fête al Palais des Sports, e poco tempo dopo era stata selezionata come voce femminile del gruppo francese dei Kaoma, insieme al bassista Chyco Du, al chitarrista Jacky Arconte, al tastierista Jean-Claude Bonaventure, al batterista e percussionista Michel Abihssira, alla corista Fania Niang e ai ballerini Monica, Chico e Roberta.

    I Kaoma, che sarebbero rimasti in attività fino al 1998, ottennero uno strepitoso successo mondiale nell’89 con la Lambada, che vendette milioni di copie e conquistò numerosi dischi d’oro e di platino, raggiungendo la prima posizione delle classifiche di undici paesi tra cui l’Italia. Il gruppo bissò il successo con l’altro singolo Dançando Lambada e nel 1990 partecipò al Festival di Sanremo cantando una versione in portoghese di Donna con Te, il brano in gara di Anna Oxa.

    Più tardi, però, i Kaoma ebbero un guaio giudiziario quando si scoprì che la Lambada era in realtà il plagio di un brano intitolato Llorando Se Fué, scritto molti anni prima dal gruppo boliviano dei Los Kjarkas. L’utilizzo non era autorizzato, quindi seguì un processo per plagio vinto dai boliviani, che ottennero un lauto risarcimento in denaro.

    Dopo aver lasciato i Kaoma, Loalwa Braz era tornata a vivere in Brasile dove continuava tuttora la sua carriera di cantante esibendosi in vari locali.