Golden Globe 2017, vincitori: La La Land trionfa con 7 premi

Golden Globe 2017, vincitori: La La Land trionfa con 7 premi

Tra le serie TV grande prova di The Night Manager

da in Cinema, Golden Globe, News Spettacoli, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Si è svolta nella notte la cerimonia di consegna dei Golden Globe 2017 e i vincitori delle categorie riservate ai migliori prodotti cinematografici e televisivi della stagione sono stati La La Land, il film più premiato della serata con 7 riconoscimenti su 7 nomination (en plein favoloso), la pellicola francese Elle di Paul Verhoeven (miglior film straniero e miglior attrice drammatica con Isabelle Huppert) e la serie tv The Night Manager, che si è aggiudicata 3 globi davanti ad Atlanta, The Crown e The People v. O. J. Simpson: American Crime Story, ferme invece a 2. La 74^ edizione dei Golden Globe è stata presentata da Jimmy Fallon che, ovviamente, non ha risparmiato battute sul presidente eletto Donald Trump.

    Dicevamo dunque della strepitosa performance di La La Land, il film musical di Damien Chazelle (2 premi individuali per lui: miglior regia e miglior sceneggiatura) che ha inaugurato l’ultima Mostra del cinema di Venezia e che vedremo nelle nostre sale a partire dal prossimo 26 gennaio. La pellicola racconta l’incontro tra un pianista jazz (Ryan Gosling) e un’aspirante attrice (Emma Stone), alla ricerca entrambi del successo, sullo sfondo delle grandi musiche che hanno fatto la storia di Hollywood.

    Molto bene anche Moonlight di Barry Jenkins (miglior film drammatico), il già citato francese Elle (fantastica doppietta), Manchester by the Sea (con Casey Affleck miglior attore drammatico) e il film d’animazione Zootropolis. Aaron Taylor-Johnson per Animali Notturni e Viola Davis con Barriere si sono invece aggiudicati i Golden Globe come migliori attori non protagonisti.

    Per quanto riguarda i premi assegnati alla televisione, tre globi sono andati a The Night Manager, la miniserie basata sul romanzo Il Direttore di Notte del mitico John Le Carré (premiati gli attori Tom Hiddleston, Hugh Laurie, l’ex Dr. House, e Olivia Colman), ma grandi riconoscimenti anche per The Crown, la serie TV di Netflix sulla giovane Elisabetta II (miglior serie drammatica e miglior attrice drammatica con la deliziosa Claire Foy), Atlanta e per la prima stagione della serie televisiva American Crime Story che ha raccontato il caso di O. J. Simpson e il relativo processo per uxoricidio.

    La serata dei Golden Globe 2017 ha visto anche il duro attacco di Meryl Streep al neo presidente Donald Trump, pur senza nominarlo mai direttamente. L’attrice ha stigmatizzato soprattutto un episodio avvenuto durante la campagna elettorale, che ha visto Trump prendere in giro un giornalista disabile del New York Times: ‘Quest’anno c’è stata una performance che mi ha fatto digrignare i denti’, ha detto la Streep dal palco dei Golden Globe, ‘La persona a cui è stato chiesto di sedere nel posto più rispettato del nostro Paese si è messo a imitare un giornalista disabile, una forma di mancanza di rispetto e un atto di violenza.

    E se i potenti usano il loro potere per bullizzare gli altri perdiamo tutti’.

    Ricordiamo infine che i Golden Globe, istituiti nel 1944 per il cinema ed estesi dal 1956 alla TV, vengono assegnati annualmente da una giuria di giornalisti della stampa estera iscritti all’HFPA, l’Hollywood Foreign Press Association, e sono considerati i maggiori indicatori dei premi Oscar, soprattutto per la vicinanza temporale (poco più di un mese) dalla notte degli Academy Awards. L’anno scorso, per esempio, i Golden Globe e gli Oscar ebbero in comune il miglior regista (Alejandro Gonzalez Iñarritu per Revenant), i migliori attori protagonisti (Leo DiCaprio e Brie Larson), il miglior film straniero (l’ungherese Il Figlio di Saul), il miglior film d’animazione (Inside Out), la miglior canzone (Writing’s on the Wall da Spectre) e, per nostra fortuna, anche la miglior colonna sonora (Ennio Morricone per The Hateful Eight). A conferma che i vincitori di stanotte hanno ottime chance di fare il bis il prossimo 26 febbraio.

    Miglior film drammatico: Moonlight

    Miglior film commedia o musicale: La La Land

    Miglior regista: Damien Chazelle, La La Land

    Miglior attore in un film drammatico: Casey Affleck, Manchester By The Sea

    Miglior attrice in un film drammatico: Isabelle Huppert, Elle

    Miglior attore in un film commedia o musicale: Ryan Gosling, La La Land

    Miglior attrice in un film commedia o musicale: Emma Stone, La La Land

    Miglior attore non protagonista: Aaron Taylor-Johnson, Animali Notturni

    Miglior attrice non protagonista: Viola Davis, Barriere

    Miglior film d’animazione: Zootropolis

    Miglior sceneggiatura: Damien Chazelle, La La Land

    Miglior canzone: ‘City Of Stars’ (La La Land)

    Miglior colonna sonora: La La Land

    Miglior film straniero: Elle (Francia).

    Miglior serie TV drammatica: The Crown

    Miglior serie TV commedia o musicale: Atlanta

    Miglior film TV o miniserie: The People v. O.J. Simpson: American Crime Story

    Miglior attore in una serie TV drammatica: Billy Bob Thornton, Goliath

    Miglior attrice in una serie TV drammatica: Claire Foy, The Crown

    Miglior attore in una serie TV commedia o musicale: Donald Glover, Atlanta

    Miglior attrice in una serie TV commedia o musicale: Tracee Ellis Ross, Black-ish

    Miglior attore in un film TV o miniserie: Tom Hiddleston, The Night Manager

    Miglior attrice in un film TV o miniserie: Sarah Paulson, The People v. O.J. Simpson: American Crime Story

    Miglior attore non protagonista in una serie, film TV o miniserie: Hugh Laurie, The Night Manager

    Miglior attrice non protagonista in una serie, film TV o miniserie: Olivia Coleman, The Night Manager.

    Golden Globe alla carriera: Meryl Streep.

    1035

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaGolden GlobeNews SpettacoliSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI