Paola Ferrari su Donald Trump: ‘È un perfetto gentiluomo’

Paola Ferrari su Donald Trump: ‘È un perfetto gentiluomo’

La conduttrice ha abitato a lungo nella Trump Tower

da in Gossip, News Spettacoli, Personaggi TV, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Ecco l’endorsement che non t’aspetti: per la giornalista Paola Ferrari, Donald Trump non è affatto il maschilista che dipingono i media ma un ‘perfetto gentiluomo‘. La conduttrice Rai parla per testimonianza diretta visto che, sorpresa delle sorprese, è stata per ben sei anni vicina di casa del presidente eletto degli Stati Uniti d’America e ha potuto constatare di persona i modi a suo dire gentili e signorili del vulcanico tycoon! Pochissimi invece gli incontri con Melania Trump: ‘È molto riservata, si faceva vedere raramente’.

    Paola Ferrari ha raccontato la sua esperienza (quasi) fianco a fianco con Donald Trump in un’intervista a Chi, a cui ha mostrato le foto della sua vecchia casa di New York nella Trump Tower. Proprio così, la conduttrice di 90° Minuto ha abitato per un certo periodo insieme a suo marito Marco De Benedetti al 35° piano dell’immenso grattacielo sulla Quinta strada, in un appartamento di 150 metri quadrati con vista panoramica acquistato nel 2009 e venduto da circa un anno.

    ‘È vero, ho abitato sei anni nella Trump Tower‘, ha detto la Ferrari, ‘Proprio sotto la casa del neo presidente degli Stati Uniti. E per come ho conosciuto io Donald Trump, lo considero un perfetto gentiluomo. Non è un giudizio politico, il mio, ma umano. Mi sono stupita delle critiche feroci che gli sono state rivolte’.

    Ma in realtà i due si erano già conosciuti qualche anno prima: ‘Sì, ci eravamo già ‘incrociati’ a Miami, poi non lo vidi più per due anni. Nel frattempo nel 2009 scoppiò la crisi e con Marco pensammo di acquistare un appartamento a New York come investimento, pensando ai nostri figli. All’epoca il prezzo era sceso molto, lo facemmo ristrutturare dall’architetto Massimo Locatelli.

    Trump abitava proprio sopra di noi. Insomma, eravamo a tutti gli effetti vicini di casa‘.

    E come succede tra vicini di casa, ogni tanto ci si incontra sulle scale o in ascensore: ‘Infatti un giorno mi trovai Donald Trump in ascensore, lui veniva dal piano di sotto, vietato ai condomini. Si ricordò di avermi già incontrata a Miami e quando gli dissi dell’acquisto della casa, si offrì di svelarmi i segreti della Trump Tower, spiegandomi per esempio che esistono alcuni passaggi segreti dei residenti per muoversi più rapidamente nella torre. Si rallegrò anche del fatto che conoscessi la sua prima moglie, Ivana, fu di una gentilezza squisita’.

    A questo punto è stato lecito chiederle se da parte di Trump ci fu qualche approccio di un certo tipo, ma Paola Ferrari ha smorzato subito ogni illazione: ‘No, nessun corteggiamento, anche perché non credo di essere il suo tipo: io sono troppo piccolina mentre lui è altissimo e gli piacciono le donne alte‘.

    Quindi per Paola Ferrari, Donald Trump non è un maschilista: ‘Ma no, si è sempre occupato delle sue ex mogli e non solo dal punto di vista economico. E poi il suo braccio destro è la figlia Ivanka, non i due maschi. Non credo sia un maschilista’.

    542

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GossipNews SpettacoliPersonaggi TVSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI