Morto Bud Spencer: il popolare attore aveva 86 anni

Morto Bud Spencer: il popolare attore aveva 86 anni

Era il 'gigante buono' del cinema italiano

da in Attori, Bud Spencer, Cinema Italiano, News Spettacoli, Spettacoli, Morti famosi 2016
Ultimo aggiornamento:

    È morto Bud Spencer, il popolarissimo attore napoletano protagonista di tanti film d’azione, spaghetti western e commedie negli anni ’60, ’70 e ’80, molti dei quali in coppia con Terence Hill. Spencer, il cui vero nome era Carlo Pedersoli, si è spento a Roma all’età di 86 anni: a comunicarne il decesso è stato il figlio Giuseppe, che ha detto : ‘Papà è volato via serenamente alle 18:15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata ‘grazie’. Nell’immaginario collettivo Bud Spencer resterà per sempre il ‘gigante buono’ che difendeva i deboli e gli oppressi a suon di potenti sganassoni.

    Nato a Napoli il 31 ottobre 1929, Carlo Pedersoli in arte Bud Spencer era stato in gioventù un grande nuotatore, al punto da infrangere il record nazionale dei 100 mt stile libero con il tempo di 59″5 (primo italiano a nuotare la distanza sotto il minuto) e partecipare a ben tre Olimpiadi: Helsinki nel ’52, Melbourne nel ’56 e Roma nel ’60. Si cimentò con successo anche nella pallanuoto.

    Terminata la carriera agonistica nel nuoto, tentò dapprima l’avventura come cantante, poi verso la fine degli anni ’60 optò per il cinema (in realtà aveva già avuto qualche piccola esperienza nel decennio precedente, quando il suo fisico massiccio e imponente aveva attirato su di lui le prime attenzioni dell’ambiente cinematografico) accettando dopo un’estenuante trattativa la proposta del regista Giuseppe Colizzi per il film western Dio perdona… io no (1967), da girare in coppia al semi-sconosciuto Mario Girotti a.k.a. Terence Hill. Fu l’inizio, del tutto casuale, di una partnership che avrebbe fatto la storia del cinema italiano per ben 16 film.

    Fu proprio Colizzi a suggerire ai due attori di trovare uno pseudonimo straniero, in modo da risultare più credibili come protagonisti di un film western e fare colpo a livello internazionale. Pedersoli si inventò quindi Bud Spencer, ispirandosi all’attore Spencer Tracy e alla birra Budweiser, commercializzata in Italia come Bud.

    La miscela perfetta tra il gigantesco e scorbutico Bud Spencer, un omone dall’animo buono, e il simpatico e furbo Terence Hill funzionò meravigliosamente, fin dai successivi I Quattro dell’Ave Maria (1968) e La Collina degli Stivali (1969), passando per l’epocale Lo Chiamavano Trinità (1970) che incassò ben tre miliardi di lire facendo diventare Bud e Terence due star internazionali.

    I titoli seguenti li conosciamo un po’ tutti, anche perché a distanza di quarant’anni le TV continuano a proporli in prima serata ottenendo sempre ottimi riscontri in termini di audience. Altrimenti ci arrabbiamo! (1974), Porgi l’altra Guancia (1974), I Due Superpiedi Quasi Piatti (1977), Pari e Dispari (1978), Io Sto con gli Ippopotami (1979), Chi trova un amico trova un tesoro (1981), Nati con la Camicia (1983), senza dimenticare qualche bella pellicola girata da Bud Spencer senza Terence (Il Soldato di Ventura, Lo Chiamavano Bulldozer, Uno Sceriffo Extraterrestre, Bomber, Banana Joe e la divertente serie dedicata al commissario Piedone lo Sbirro).

    Negli anni ’90 e 2000, terminato per sopraggiunti limiti di età il sodalizio artistico con Terence Hill, Bud Spencer partecipò a varie serie televisive tra cui Big Man, Detective Extralarge, Noi siamo angeli, Padre speranza e I Delitti del Cuoco. Poi nel 2010 il cinema italiano ha tributato per i due attori il riconoscimento più prestigioso: il David di Donatello alla carriera.


    658

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttoriBud SpencerCinema ItalianoNews SpettacoliSpettacoliMorti famosi 2016

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI