Gomorra 2, il gran finale: una morte che cambia tutto in attesa della terza stagione

Gomorra 2, il gran finale: una morte che cambia tutto in attesa della terza stagione

Per il momento l'unico vincitore è Genny

da in Gomorra, News Spettacoli, Serie TV, Spettacoli, Televisione
Ultimo aggiornamento:
    Il primo trailer ufficiale di Gomorra 2 - La Serie

    Martedì 14 giugno è andato in onda il gran finale di Gomorra 2 che ha delineato i nuovi equilibri all’interno della serie in attesa della terza stagione, la cui messa a punto, come ha annunciato lo stesso Roberto Saviano su Twitter, è già in fase avanzata. Chi ha visto la dodicesima e ultima puntata di Gomorra 2 (chi non l’ha ancora vista abbandoni pure questa pagina) si è reso conto che al momento c’è un solo e unico vincitore, ed è Genny, ma il personaggio interpretato da Salvatore Esposito farà bene a non abbassare troppo la guardia perché tutto potrebbe improvvisamente cambiare, come del resto è già accaduto.

    Ma vediamo adesso com’è andato il finale di Gomorra 2, che ha riservato due morti drammatiche e per certi versi inaspettate. La guerra tra Ciro e Don Pietro si fa sempre più aspra: Lelluccio viene ucciso su ordine del vecchio boss, mentre Ciro risponde radunando tutti i nemici di Savastano, e per sicurezza fa scortare la figlia dai suoi uomini. Intanto Genny va in carcere a trovare Don Giuseppe: quest’ultimo gli dà l’incarico di trovare colui che lo ha fatto arrestare, non immaginando che a tradirlo è stato lo stesso genero per ottenere il potere sulle sue società. Genny confessa ad Azzurra quanto ha fatto: la ragazza è sconvolta ma accetta il fatto compiuto per amore del marito e del bambino che stanno per avere.

    Dopo un periodo difficile, Don Pietro riesce a far rinvigorire nuovamente lo spaccio di droga e, su consiglio di Malammore, sferra un colpo micidiale a Ciro ammazzandogli la figlia e tutta la sua scorta. Genny e suo padre hanno un durissimo scontro: il primo gli rinfaccia di aver fatto uccidere una bambina, ma Don Pietro ribatte di aver soltanto vendicato la morte di sua moglie Imma. Ma in realtà tra i due ci sono grossi contrasti soprattutto per questioni di affari (e sappiamo benissimo di che affari si tratta).

    La morte della figlia sembra aver definitivamente fiaccato Ciro, che dopo il funerale della sua bimba pensa di lasciare Napoli. Viceversa Don Pietro è ringalluzzito e pensa già alla nuova vita con Patrizia.

    Prima però di introdurre la giovane donna nel clan Savastano, il boss deve adempiere a due ‘obblighi’: comunicare quanto sta per fare a suo figlio Genny, inducendolo ad accettare la nuova presenza in famiglia e a ristabilire l’antico legame tra loro, e chiedere simbolicamente il ‘permesso’ alla moglie morta.

    Genny però ha tutt’altre intenzioni: il giovane Savastano va prima a trovare Ciro e gli consegna una pistola, dicendogli che ‘gli è ancora rimasta una cosa da fare’. Poi invece di raggiungere il padre davanti alla tomba di donna Imma, corre in ospedale perché Azzurra sta per partorire. Così Don Pietro, quando esce dalla cappella dopo il ‘colloquio’ con la moglie, al posto di Genny si trova davanti la pistola puntata di Ciro. Che gli spara, ammazzandolo, proprio nel medesimo istante in cui viene al mondo un altro Pietro Savastano: il figlio di Genny e Azzurra.

    La seconda stagione di Gomorra 2 si conclude quindi con il trionfo assoluto di Genny Savastano: ha una nuova famiglia con un bimbo appena nato, ha in mano la società del suocero Don Giuseppe e, soprattutto, si è liberato dell’ingombrante presenza del padre. E anche Ciro, annichilito dal dolore, non sembra rappresentare più una minaccia…

    720

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GomorraNews SpettacoliSerie TVSpettacoliTelevisione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI