Eric Clapton è malato e fatica a suonare la chitarra

Eric Clapton è malato e fatica a suonare la chitarra

Il chitarrista soffre di neuropatia periferica, che gli provoca dolore alle mani e gli impedisce di suonare.

    Eric Clapton è malato e fatica a suonare la chitarra

    È uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi, ma Eric Clapton fatica a suonare la chitarra negli ultimi tempi. Il motivo? Slowhand, questo il suo soprannome dagli inizi di carriera per il suo particolare modo di suonare lo strumento, è malato di una patologia degenerativa, la neuropatia periferica, che gli procura un forte dolore alle mani quando prova a suonare. Il chitarrista ne aveva accennato qualche tempo fa, perché la diagnosi risale al 2013, ma soltanto di recente lo ha ammesso pubblicamente: Eric Clapton è malato e questa malattia compromette le sue capacità e possibilità di suonare la chitarra, costringendolo a fare una grande fatica per dedicarsi allo strumento.

    La notizia di Eric Clapton malato e della fatica a suonare la chitarra, rivelata in un’intervista al blog di musica Classic Rock Magazine, ha fatto rapidamente il giro del mondo e non poteva essere altrimenti: uno dei più grandi chitarristi della storia potrebbe essere costretto ad abbandonare per sempre lo strumento che gli ha dato la fama. Eric Clapton non ha mai nascosto di avere avuto anche in passato gravi problemi di salute, legati principalmente all’abuso di alcol e droghe negli anni Settanta e Ottanta, ma in questo momento ha sentito il dovere di mettere le cose in chiaro con i fan dopo aver annunciato il ritiro dalle scene pubbliche e dai concerti.

    ‘Ho sentito molto dolore nell’ultimo anno’, ha raccontato Eric Clapton, classe 1945, nell’intervista, specificando le varie fasi del fastidio che avvertiva e come si sia arrivati alla diagnosi definitiva. ‘All’inizio era un dolore alla parte bassa della schiena, che si è trasformato in quella che chiamano neuropatia periferica: è come avere delle scosse elettriche che ti percorrono la gamba’ ha spiegato. Nel suo caso, la neuropatia periferica ha colpito anche le preziosissime mani, ed Eric Clapton è diventato progressivamente consapevole che la malattia potrebbe non migliorare affatto nel corso del tempo, anzi, potrebbe peggiorare nonostante le cure, che prevedono farmaci antidolorifici e antiepilettici per il controllo dei nervi e della muscolatura. Ma lui, col fisico compromesso dopo anni di abuso di alcol, non può assumerne in quantità necessarie.

    LEGGI: ERIC CLAPTON SCRIVE UNA CANZONE PER RICORDARE PINO DANIELE

    Dovremo forse dire addio al suono riconoscibilissimo di quel musicista blues tra i più celebri e migliori interpreti di questo genere musicale? Malgrado la notizia ufficiale, la malattia di Eric Clapton non gli ha intaccato il buon umore; per uno che è andato vicino a morire tante volte, essere ancora vivo e in salute, per quanto precaria, è certamente qualcosa di buono: ‘Avrei dovuto tirare le cuoia molto tempo fa. Per qualche strana ragione, sono stato strappato dalle fauci dell’inferno e mi è stata data un’altra possibilità’ ha commentato, ricordando gli abusi del passato, soprattutto di alcol. D’altronde parla con cognizione di causa: Eric Clapton è stato in riabilitazione per alcolismo diverse volte, tanto da aver fondato ad Antigua nel 1998 una clinica specializzata in rehab, ed è stato dipendente dall’eroina e altre droghe pesanti per tanti anni, e continua a pagarne le conseguenze. A questo si è aggiunta la tragedia personale del figlio Conor, avuto con Lory del Santo e precipitato dal 53esimo piano di un grattacielo di New York nel 1991: Eric Clapton ne ha passate tante, per questo ringrazia ancora di essere vivo malgrado una malattia lo stia allontanando dal suo talento più grande.

    661

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CantantiGossipMalattie VipMusicaSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI