I 15 film più belli di Penelope Cruz: da Prosciutto prosciutto a Zoolander 2

I 15 film più belli di Penelope Cruz: da Prosciutto prosciutto a Zoolander 2
da in Attrici straniere, Cinema, Film cult, Spettacoli

    Penelope Cruz  ritratti in conferenza stampa

    I 15 film più belli di Penelope Cruz hanno segnato la storia del cinema spagnolo e mondiale, grazie alle molte fruttuose collaborazioni con registi del calibro di Pedro Almodovar e Woody Allen. La Cruz ha interpretato personaggi vigorosi, sensuali e dalla personalità imprevedibile, a partire dal suo debutto sul grande schermo, avvenuto nel 1992 nel film Prosciutto prosciutto di Bigas Luna. Da allora, Penelope ha recitato al fianco di celebri attori di Hollywood, conquistando anche le simpatie degli spettatori più underground e arrivando a mettere le mani sull’ambitissimo premio Oscar come miglior attrice non protagonista nel 2009.

    PENELOPE CRUZ E’ STATA LA DONNA PIU’ BELLA DEL MONDO DEL 2014

    Carne tremula

    Dopo l’esordio cinematografico nel 1992, Penelope Cruz dovrà attendere cinque anni prima della svolta. Nel 1997, l’attrice viene infatti scelta per un piccolo ruolo in Carne tremula di Pedro Almodovar, del quale diventerà una vera e propria musa. Nel medesimo film compare per la prima volta diretto dal regista spagnolo anche Javier Bardem, diventato marito della Cruz nel 2010.

    SCOPRI TUTTI I FILM DI PEDRO ALMODOVAR

    Apri gli occhi

    Sempre nel 1997, Penelope Cruz ottiene una parte di rilievo in Apri gli occhi di Alejandro Amenábar. Il film rappresenta un viaggio allucinato nella mente del protagonista, successivamente ripreso in un fedele remake hollywoodiano in cui la stessa Penelope interpreta il medesimo personaggio dell’originale.

    Tutto su mia madre

    Per uno dei suoi film più riusciti, Pedro Almodovar sceglie nuovamente Penelope Cruz. L’attrice spagnola compare in Tutto su mia madre del 1999, ritagliandosi un fondamentale posto nella cinematografia del suo paese e del mondo intero.

    Blow

    Il nuovo millennio di Penelope Cruz si apre all’insegna delle grandi produzioni. Nel 2001 partecipa infatti a Blow al fianco di Johnny Depp, che veste i panni del leggendario narcotrafficante Pablo Escobar, ma non è tutto oro quello che luccica: la Cruz riceve anche una nomination ai Razzie Awards come Peggior attrice dell’anno.

    JOHNNY DEPP DIVORZIA DA AMBER HEARD

    Il mandolino del capitano Corelli

    Un’ennesima collaborazione hollywoodiana segna il 2001 di Penelope Cruz, che in Il mandolino del capitano Corelli recita insieme a Nicolas Cage. Il war drama di John Madden conquista i fan più romantici dell’attrice iberica, ma le vette artistiche di Penelope si concentrano prevalentemente nel grande cinema d’autore.

    Vanilla Sky

    Nello stesso anno vede infatti la luce Vanilla Sky, remake di Apri gli Occhi diretto da Cameron Crowe e interpretato da Tom Cruise, Cameron Diaz e Penélope Cruz. Il film ripercorre la storia contorta dell’originale spagnolo, con Penelope nuovamente nel ruolo di Sofia.

    Non ti muovere

    Nel 2004, il regista italiano Sergio Castellitto seglie Penelope Cruz per supportarlo nel suo Non ti muovere, tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mazzantini. Un doloroso flashback nella vita del protagonista getta nuova luce sul suo attuale ruolo di padre, non privo di colpe e rimpianti soffocati.

    Volver

    Penelope Cruz torna al fianco di Pedro Almodovar nel 2007, quando costruisce perfettamente il personaggio protagonista di Volver. Per la sua interpretazione, Penelope riceve l’onore di essere la prima attrice spagnola ad essere candidata al premio Oscar come Miglior attrice protagonista.

    Vicky Christina Barcelona

    La preziosa statuetta aurea viene portata a casa da Penelope Cruz nel 2009, grazie al suo ruolo da non protagonista in Vicky Cristina Barcelona. Il film rappresenta, inoltre, la prima collaborazione con il regista Woody Allen, che farà nuovamente affidamento sull’interprete spagnola negli anni a venire.

    Gli abbracci spezzati

    Continua il sodalizio da Penelope Cruz e Pedro Almodovar, che riserva alla sua musa il ruolo di co-protagonista in Gli abbracci spezzati del 2009, intensa e travagliata storia meta-cinematografica di un famoso regista rimasto segnato, nel fisico quanto nella mente, da un incidente stradale.

    Nine

    La fortuna internazionale di Penelope Cruz continua con il musical Nine di Rob Marshall, liberamente ispirato al capolavoro di Federico Fellini, . Nel cast di questo sontuoso film musicale compaiono grandi nomi dell’Olimpo di Hollywood, tra cui quelli di Marion Cotillard, Judi Dench, Sophia Loren e Nicole Kidman.

    Pirati dei caraibi

    Rob Marshall torna a lavorare con Penelope Cruz in Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare, capitolo anomalo nella saga di Jack Sparrow poiché non compaiono né il regista storico Gore Verbinski né alcuni dei principali attori della trilogia, come Orlando Bloom e Keira Knightley.

    To rome with love

    La seconda collaborazione di Penelope Cruz con Woody Allen nasce sotto una stella infausta. Il suo ruolo in To Rome with Love è forse quello più insulso mai visto per la talentuosa attrice spagnola, ridotta in questo caso a un paio di cosce e nulla più, nel tentativo di dipingere, senza troppa cognizione di causa, la classica prostituta dal cuore d’oro.

    Venuto al mondo

    Sotto la guida di Sergio Castellitto, Penelope Cruz torna a brillare nel 2012 in Venuto al mondo. Il film, ancora una volta tratto da un romanzo di Margaret Mazzantini, si dipana tra un presente di ricordi e un passato di difficoltà, tra guerra e maternità negata.

    ZOOLANDER No. 2

    Il personaggio di vamp dalle mille sfaccettature viene affidato a Penelope Cruz in Zoolander 2. Il secondo capitolo della saga comica dedicata al mondo dei modelli professionisti conserva i suoi protagonisti cult Ben Stiller e Owen Wilson, ma include l’attrice spagnola come new entry per un concentrato di azione extra, stavolta sexy con classe.

    GUARDA IL TRAILER E IL CAST COMPLETO DI ZOOLANDER 2

    1687