Arisa contro i Wind Music Awards e Radio Italia: ‘Non finirò come Mia Martini’

Arisa contro i Wind Music Awards e Radio Italia: ‘Non finirò come Mia Martini’

La cantante di 'Controvento', non invitata alle due manifestazioni, si sfoga in un lungo post su Facebook e se la prende con i favoritismi dello showbiz.

da in Arisa, Cantanti italiani, News Spettacoli, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    La voce di Arisa è spesso ‘controvento’ ma stavolta per un motivo preciso: la cantante si è scagliata contro i Wind Music Awards e Radio Italia con il concertone, perché non è stata invitata alle due manifestazioni musicali che si terranno rispettivamente il 7 e l’8-9 giugno a Verona e a Milano, e rappresentano due grandi momenti di aggregazione e spettacolo per la musica italiana. La cantante, già vincitrice di due Sanremo, si è sfogata in un lungo post su Facebook dove ha avuto modo di svelare tra le righe la sua avversione ai ‘poteri forti’ della musica che governano inderogabilmente, a suo dire, il mondo della discografia, tanto da spingersi a scrivere ‘non finirò come Mimì’, ricordando l’ostracizzazione di Mia Martini. Ecco il lungo sfogo di Arisa contro i Wind Music Awards e Radio Italia.

    Arisa ha iniziato il suo sfogo contro i Wind Music Awards e il concerto di Radio Italia con una semplice descrizione dei fatti: ‘Mi sarebbe piaciuto essere ai Wind music awards ma non sono platino..’ ha spiegato, motivando inizialmente la sua esclusione per mere questioni di vendita di dischi. Ma era solo l’inizio, perché Arisa ha subito sfoderato le unghie: ‘Poi sicuramente ci sarà anche qualcun altro non platino per cui si sarà fatta un’eccezione.. Menzioni speciali e targhe ad onorem, ma non per me.. C’è chi bissa addirittura’.

    Ed ecco presentata la motivazione dell’esclusione dal concerto di Radio Italia in Piazza Duomo a Milano, l’8 e 9 giugno: ‘Anche al concertone di radio Italia mi sarebbe piaciuto esserci, ma.. Rosalba Pippa, nata a Genova (Italia), il 20/08/1982 , da genitori italiani, due Sanremo vinti, qualche disco di platino in passato, qualche oro in corso IN ITALIANO, non è stata mai invitata’ ha scritto la cantante nel suo status, specificando addirittura la data e il luogo di nascita per dare manforte alla sua italianità, e di conseguenza ad un diritto di entrare nel cartellone degli artisti invitati.

    LEGGI: IL PROGRAMMA E GLI ARTISTI DEL CONCERTO DI RADIO ITALIA

    Ma lo sfogo di Arisa non è terminato qui, perché ha tirato in ballo anche l’Eurovision Song Contest: ‘Per non parlare dell’euro vision.. Ripeto: 2 Sanremo vinti, è un pezzo famoso in America, cantato da altri (?) Poi un giorno mi spiegherete perché.’ ha chiesto Arisa nel suo status. Ma la verità, secondo Arisa, sta da un’altra parte: ‘Perchè.. Come a scuola, ci sono quelli fighi e quelli no. E perchè le regole cambiano sempre al momento sbagliato, solo per alcuni’ ha scritto, facendo capire che ci sono meccanismi misteriosi di possibili preferenze in merito agli artisti che possono partecipare alle manifestazioni della discografia e dello spettacolo italiani.

    LEGGI: X FACTOR 10, ARISA TRA I NUOVI GIUDICI

    La riflessione di Arisa si è fatta amara: ‘Forse il destino è che io debba farcela da sola, ancora, o che debba smettere per sempre ed andare ad aiutarli davvero i bambini di Haiti, con la zappa in mano. Certo è che come Mimì non mi ci fanno finire‘ ha scritto Arisa nominando l’immensa Mia Martini, una delle più celebri vittime delle dicerie del mondo dello spettacolo: la cantante calabrese sorella di Loredana Bertè, infatti, fu considerata una persona che portava sfortuna e per un lungo periodo molti artisti, discografici e impresari si rifiutarono di lavorare con lei, rovinandole la vita e la carriera. Mia Martini morì il 12 maggio 1995 nella sua casa in provincia di Varese, in circostanze mai troppo chiarite, e Loredana Bertè combatte da anni una battaglia per scoprire la verità. L’auto-accostamento di Arisa alla vicenda di Mia Martini fa capire più di quanto la cantante lucana, salita al successo con ‘Sincerità‘, abbia descritto nel proprio status di Facebook.

    Lo sfogo di Arisa contro i Wind Music Awards e Radio Italia termina con un nuovo riferimento ad una ‘biondina vestita in pelle umana’ che se si fosse sfogata come ha fatto lei sarebbe stata fatta ‘santa subito’, ma non abbiamo elementi per capire a chi possa riferirsi (la collega Emma Marrone, con la quale divise il palco di Sanremo 2015 nelle vesti di valletta e con la quale non si sopportava? La risposta è ancora aperta e tutta da scoprire) e con poche altre parole di orgoglio per il proprio lavoro: ‘Qualcuno si sveglierà e spegnerà la tele, ingiusta e io pure.

    A sto giro non vi guardo. Sono molto orgogliosa di quello che faccio, i miei dischi mi piacciono, e se avessi grandi possibilità farei grandi cose’ scrive Arisa.

    La conclusione della cantante lucana è da vera guerrigliera: ‘Per ora combatto e sto al passo. Andrà sempre meglio. Ci credo. Grazie anche a Voi Raga. XXX’ ha firmato il suo messaggio Arisa, chiudendo lo sfogo su Facebook contro i Wind Music Awards e Radio Italia. Una nuova dichiarazione di intenti per la fresca giudice di X Factor, che apre così una discussione mai sopita: ma quanti favoritismi esistono nel mondo della musica italiana?

    942

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArisaCantanti italianiNews SpettacoliSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI