Gomorra 2, Marco D’Amore: ‘Le donne si confondono tra me e Ciro!’

Gomorra 2, Marco D’Amore: ‘Le donne si confondono tra me e Ciro!’

L'attore che interpreta il personaggio di Ciro di Marzio nella serie tv Sky è diventato molto popolare, ma ogni cosa ha i suoi lati negativi...

da in Gomorra, News Spettacoli, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    La serie tv Gomorra 2 sta sbriciolando gli ascolti di casa Sky e il merito è indubbiamente anche di Marco D’Amore, che interpreta Ciro Di Marzio alias l’Immortale, nemico giurato di don Pietro e di Genny Savastano. L’attore casertano, classe 1981, ha raccontato in una recente intervista quali sono stai i risvolti del successo di Gomorra 2 e di avere avuto alcune difficoltà con le donne che si confondono tra lui e il personaggio di Ciro.

    L’interpretazione di Marco D’Amore del protagonista Ciro di Marzio, come ha svelato l’attore a Libero Quotidiano, è frutto di tanti anni di gavetta e di studio: Marco D’Amore non vuole passare per quello che non è, tanto da sottolineare di guadagnare comunque meno di un calciatore nonostante lavori moltissimo (sarà nel cast del prossimo film di Cosimo Gomez assieme a Claudio Santamaria) e si faccia ‘un mazzo così’ per continuare a recitare, come ha dichiarato. Ma ci saranno pure dei risvolti positivi in questo successo di Gomorra 2, no?

    Ci sono, in effetti, e indubbiamente con le donne che sono affascinate dalla sua interpretazione: ‘Ci sono tante donne innamorate di Ciro, il problema è che sono confuse‘ ha detto Marco D’Amore, che ci ha tenuto a specificare di essere fidanzatissimo da anni. Per tenere lontane le focose fan che tentano di adescarlo giocando sul fatto che il suo personaggio resta vedovo all’inizio della seconda stagione -e in una maniera violentissima-, anche lui tende a giocare su quella vicenda puramente inventata a beneficio della narrativa della serie: dice loro che, data la brutta fine della moglie di Ciro di Marzio in Gomorra 2, a loro non conviene avvicinarglisi. Ma Marco D’Amore ha belle parole per le sue fan: ‘Le donne sono la salvezza di chi fa il nostro lavoro: vanno a teatro, al cinema, trascinano i fidanzati. Gli uomini pensano solo al pallone’ ha chiosato, per continuare ad ingraziarsi la seconda metà del cielo. Che annovera, tra le fan della serie, anche la pm di Milano Ilda Boccassini, che ha voluto conoscere Marco d’Amore di persona (stupendolo non poco).

    LEGGI: I PERSONAGGI DI GOMORRA NELLA SECONDA STAGIONE

    Nel corso dell’intervista, Marco d’Amore di Gomorra 2 non ha parlato solo di donne e di Ciro, ma soprattutto della sua vita prima del successo; nonostante fosse un ragazzino turbolento, ha avuto comunque due genitori che lo hanno inquadrato in un certo modo: ‘Non mi hanno mai impedito nulla. Sono cresciuto in miezz ‘a via, per le strade del rione Acquaviva a Caserta, ma quando tornavo a casa era il momento dei libri, dei consigli, dell’educazione’ ha ricordato, ringraziandoli per averlo comunque formato in una zona che è diventata tristemente nota per tanti motivi legali. ‘Sono cresciuto in mezzo a decine di ‘figli di’, persone a volte bravissime, primi della classe a scuola che però ci raccontavano storie spaventose del loro privato’ ha aggiunto, ricordando alcuni compagni di scuola che nella vita hanno poi dovuto prendere scelte diverse.

    Proprio in virtù del suo carattere difficile, Marco D’Amore ha cambiato parecchi istituti e un anno la madre, disperata, lo ha spedito addirittura in convento dalle Suore Oblate: è stata la sua fortuna perché lì ha conosciuto Franco Schiano, che gli ha fatto nascere la passione per la recitazione, indirizzandolo verso il mondo dello spettacolo. Al cinema e in teatro Marco D’Amore ha lavorato anche con Toni Servillo e per lui Marco d’Amore ha solo parole positive: ‘Toni è simpaticissimo. A volte può sembrare distante ma è colpa dell’ambiente che ci circonda. Il suo è un reale tentativo di difendere la dignità del mestiere’, ha detto l’attore.

    LEGGI: GOMORRA AVRÀ ALTRE DUE SERIE

    Dopo i morti inaspettati di questa seconda e con le due nuove stagioni di Gomorra che, a detta dei produttori, sono già in scrittura, Marco d’Amore alias Ciro di Marzio preferisci non sbilanciarsi sulle sue sorti nella serie tv, visto che la storia, a suo dire, è più importante dei singoli personaggi: ‘Magari non sopravvivo neppure alla seconda! Si figuri se so cosa succede nella terza e nella quarta…’ ha detto, lasciando il mistero su Ciro Di Marzio. Che almeno una certezza ce l’ha: alle donne piace di sicuro.

    761

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GomorraNews SpettacoliSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI