Carolina Crescentini ha un fidanzato (ma non vuole ancora sposarsi)

Carolina Crescentini ha un fidanzato (ma non vuole ancora sposarsi)

L'attrice romana ha parlato di sogni personali e matrimonio in una recente intervista: la clausola è sociale.

da in Attrici, Diritti, Gossip, Spettacoli

    La ‘cagna maledetta’ della serie tv Boris è impegnata a girare altri progetti per la tv, ma nell’ultima intervista con il magazine TuStyle Carolina Crescentini non ha nascosto argomenti più personali quali fidanzato, matrimonio, sogni e aspirazioni mancate. Tante le dichiarazioni, alcune anche di un certo rilievo: Carolina Crescentini ha un fidanzato ma non vuole ancora sposarsi, e la motivazione è di una certa rilevanza sociale.

    Carolina Crescentini ha voluto precisare che non vuole sposare il fidanzato, il musicista australiano Dave Peter Mellish, per un motivo preciso: ‘non mi vedrete mai con la fede al dito finché in Italia questo diritto non sarà dato a tutti. È una questione di principio’ ha ribadito dalle pagine del magazine di fronte alla precisazione se fosse o meno propensa al matrimonio. La spiegazione ricorda quella che diede lo scorso anno Laura Pausini alla domanda sulle mancate nozze col compagno Paolo Carta: ‘Io sposata? Prima le nozze gay in Italia’. L’assenza dei diritti civili per tutti non va giù a Carolina Crescentini, che però precisa di avere un carattere meno duro di quanto appaia: ‘Temo che qualcuno possa vedermi snob o fredda, può capitare e mi dispiace. Credo di essere invece molto curiosa, testarda, generosa’.

    La questione dei diritti civili e delle battaglie per l’uguaglianza di genere è molto sentita da Carolina Crescentini, che si sta spendendo molto perché le attrici vengano pagate quanto i colleghi maschi, esattamente come sollevato negli Stati Uniti dall’establishment del cinema hollywoodiano. Anche in Italia avviene così e l’attrice romana, impegnata nelle riprese della serie tv I bastardi di Pizzofalcone dalla saga scritta da Maurizio De Giovanni, ci tiene a specificare: ‘Sulla questione delle retribuzioni vorrei spiegarmi meglio. Questo non è un problema che investe solo chi fa il mio lavoro, in ogni categoria professionale funziona così. Quanto al resto, sono battaglie di civiltà, non potrei guardarmi allo specchio se mi comportassi diversamente’.

    Battaglie di civiltà, appunto, che fanno sì che la storia d’amore tra Carolina Crescentini e il fidanzato Dave Peter Mellish ancora non trovi un riassunto definitivo in un matrimonio. C’è ben altro di cui parlare, come l’antica aspirazione di diventare scrittrice: ‘Era il piano A, all’università ho studiato Lettere’, spiega la Crescentini, che aggiunge: ‘Scrivo di tutto e sempre, è la mia fissa. In passato mi sono divertita coi racconti per bambini, oggi invece con i miei nipoti vado a braccio, invento.

    Ma sull’iPhone ho di tutto. Mi guardo intorno, colgo un dettaglio e ci costruisco una storia. Rimane tutto dentro il telefono’.

    Diventata mora per esigenze di copioni, Carolina Crescentini spiega però che ‘blonde is a state of mind’ e cosa vuole nell’uomo che le sta a fianco, oltre all’aspetto estetico che non è prettamente importante: ‘Alla bellezza, come ho detto, ci si abitua. In un uomo cerco la testa, l’ironia e la voglia di viaggiare con me. E voglio essere protetta. Essere tosti ha un prezzo. Non puoi girare tutto il giorno con la corazza’.

    528

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttriciDirittiGossipSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI