L’Isola dei famosi 11, Giacobbe Fragomeni: ‘La boxe mi ha salvato la vita’

L’Isola dei famosi 11, Giacobbe Fragomeni: ‘La boxe mi ha salvato la vita’

il pugile racconta la sua adolescenza tra botte e droghe

da in Isola dei famosi, News Spettacoli, Programmi TV, Reality Show, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:
    L’Isola dei famosi 11, Giacobbe Fragomeni: ‘La boxe mi ha salvato la vita’

    La sesta puntata dell’Isola dei famosi 11, andata in onda ieri 11 aprile 2016, ci ha mostrato un Giacobbe Fragomeni molto commosso, che ha affermato:‘La boxe mi ha salvato la vita’. Il campione mondiale di pugilato, infatti, è stato chiamato dalla conduttrice Alessia Marcuzzi a fare la sua nomination e in quel momento è partito un rvm. Il video dapprima ha mostrato le vittorie conseguite dal pugile ed è poi proseguito con un accorato confessionale di Giacobbe in cui il concorrente raccontava di un’infanzia e di un’adolescenza veramente difficili. Causa di tutti i problemi un padre violento, dedito al gioco d’azzardo e all’alcol.

    Durante la diretta, dunque, il concorrente dell’Isola dei famosi 11, Giacobbe Fracomeni, 46 anni e di origini calabresi, ha dichiarato che la boxe gli ha salvato la vita. ‘Con la boxe ho tolto tutta la merda che avevo dentro’. Le accorate parole con cui il pugile spiega di essere riuscito a superare momenti davvero duri. ‘Non sono stato un bambino come gli altri. Carabinieri, polizia, ambulanze…’ e anche a scuola non riusciva ad essere attento perchè per ogni ambulanza che passava, aveva timore fosse per sua madre ridotta per l’ennesima volta in fin di vita dalle botte di suo padre. Continua nel confessionale: ‘Avevo una paura fottuta di mio padre che picchiava mia madre e le mie sorelle”. A ciò si aggiungeva un terribile senso di responsabilità e alla sua tenera età era convinto che suo padre facesse quelle cose per colpa sua. Anche l’adolescenza di Giacobbe non è stata affatto serena. Infatti, a causa di un’overdose venne a mancare all’età di 24 anni la sorella a cui si sentiva più legato.

    In quel momento anche lui si avvicinò al mondo delle droghe. ‘Dopo la morte di mia sorella iniziai a provare tutte le droghe possibili, inclusa l’eroina, ma era solo per cercare di sfuggire a quest’ansia che avevo dentro’. La boxe, dunque, è stata la sua ancora di salvezza permettendogli di affrontare e superare sul ring tutta la rabbia e l’ansia che si portava dentro. Grazie all’autodisciplina impostagli dal pugilato, oggi il concorrente dell’Isola dei famosi 11, può dirsi sereno e tranquillo.
    Conclude: ‘Spero che questa mia storia possa aiutare qualcun altro ad uscire da situazioni difficili. Lo sport è una grande medicina. Basta solo volerlo’. In effetti, Giacobbe Fragomeni ad oggi può considerarsi un grande campione nel suo sport e nel solo: medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali Dilettanti del 1997 a Budapest e d’oro ai Campionati Europei del 1998 a Minsk. Il 24 Ottobre 2008 conquista a Milano il titolo di campione del Mondo WBC nella categoria dei pesi massimi leggeri e nel 2013 esce il suo libro autobiografico Fino all’Ultimo Round. Inoltre, Giacobbe appare molto sereno al fianco della sua compagna da cui ha avuto due figli, Letizia Maria e Giacobbe Junior.

    555

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Isola dei famosiNews SpettacoliProgrammi TVReality ShowSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI