Batman v Superman: Dawn of Justice, 10 curiosità sul film dell’anno

Batman v Superman: Dawn of Justice, 10 curiosità sul film dell’anno

Tante chicche da scoprire prima di recarsi al cinema

da in Batman, Cinema, Cinema USA, Film, Film fantasy, Sequel, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:
    Il trailer originale di Batman v Superman: Dawn of Justice

    Di curiosità su Batman v Superman: Dawn of Justice ce ne sarebbero forse centinaia, ma a pochissimi giorni dall’uscita del film nei cinema italiani (la fatidica data è il 23 marzo 2016) focalizziamo la nostra attenzione su 10 news molto particolari che hanno caratterizzato la lavorazione di questa pellicola basata sui due maggiori supereroi della DC Comics, Batman e Superman appunto, ma che vede la partecipazione di altri personaggi come Wonder Woman, Cyborg, Aquaman, Flash e Doomsday. Prodotto da Christopher Nolan, scritto da Chris Terrio (Oscar per Argo) e diretto da Zack Snyder, Batman v Superman: Dawn of Justice è il sequel di L’Uomo d’Acciaio uscito nel 2013 e il secondo capitolo del DC Extended Universe, una franchise di film basati sui supereroi della DC Comics che prevede la realizzazione di almeno 11 pellicole entro il 2020 (la prossima sarà Suicide Squad, in uscita ad agosto). Il film è costato circa 250 milioni di dollari (ma c’è chi dice che il budget sia schizzato a 400 milioni) e, di conseguenza, le aspettative sugli incassi sono altissime (a meno di un miliardo di dollari verrà considerato flop).

    La scelta di Ben Affleck per il ruolo di Batman non è stata affatto semplice: pare infatti che prima di lui siano stati presi in considerazione per il ruolo altri divi come Josh Duhamel, Jude Law, Gerard Butler, Josh Brolin, Jon Hamm, Brad Pitt, Jim Caviezel, Joe Manganiello, Richard Armitage, Max Martini, Matthew Goode, Wes Bentley, Jake Gyllenhaal, Luke Evans e Orlando Bloom. Lo stesso Ben Affleck ci ha pensato a lungo prima di accettare la parte perché temeva di non essere adatto al personaggio, e si è convinto solo dopo aver letto attentamente il concept del film.

    Gal Gadot è la prima Wonder Woman in live action del cinema. Prima di lei, infatti, la supereroina si era vista soltanto nella famosa serie TV degli anni ’70, dove era stata interpretata da Lynda Carter, e in alcune serie animate dei Superamici e della Justice League. Nel 2017 uscirà un film interamente dedicato a Wonder Woman, sempre con Gal Gadot, quarto episodio del DC Extended Universe.

    Esattamente come accaduto in occasione del film L’Uomo d’Acciaio, per diventare il Superman più muscoloso della storia Henry Cavill si è sottoposto a una dieta particolare e a due ore e mezzo di allenamento al giorno per otto mesi agli ordini del duro preparatore atletico Mark Twight. ‘Per modellare il mio corpo ho innanzitutto cambiato regime alimentare per incrementare il metabolismo basale’ ha spiegato Cavill, ‘E in pochi mesi ho aggiunto quasi dieci chili di massa magra (con conseguente aumento di forza e resistenza), assumendo almeno 5000 calorie al giorno, suddivise in cinque o sei pasti’.

    Batman V Superman: Dawn of Justice avrà una Director’s Cut, ovvero una versione estesa di 30 minuti del film che verrà distribuita nelle edizioni home video (dvd e blu-ray), portando la durata totale a circa tre ore. La mezzora supplementare innalzerà la classificazione del cinecomic di Zack Snyder a livello Rating R, cioè vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto, a causa di alcune scene caratterizzate da particolari picchi di violenza. Nella Director’s Cut compariranno inoltre alcuni personaggi tagliati dalla versione cinematografica, tra cui Jena Malone nella parte di Barbara Gordon/Batgirl.

    Nei programmi iniziali Batman v Superman: Dawn of Justice sarebbe dovuto uscire il 17 luglio 2015, ma nel gennaio del 2014 la Warner Bros. Pictures ha annunciato lo slittamento di circa un anno ‘per permettere ai filmmaker di avere il tempo per realizzare al meglio la loro visione, data la natura assai complessa della storia’. Dopo aver fissato la nuova data al 6 maggio 2016, successivamente la Warner ha anticipato l’uscita a fine marzo per evitare la sovrapposizione con Captain America: Civil War.

    Zack Snyder e Chris Terrio, per esigenze di trama, si sono immaginati Metropolis (la città di Superman) e Gotham City (quella di Batman, ovviamente) come due città gemelle ai lati opposti di una baia. La ricca Metropolis è anche il luogo in cui molti abitanti della più povera e controversa Gotham vanno a lavorare ogni giorno, prendendo il traghetto. Si tratta di una situazione inventata appositamente per il film e che ha fatto storcere un po’ il naso ai puristi dei fumetti DC Comics.

    In L’Uomo d’Acciaio più di un fan aveva manifestato la sua delusione per la totale assenza della kryptonite, uno degli elementi più caratterizzanti del personaggio di Superman.

    Per fortuna questa mancanza verrà colmata in Batman v Superman: Dawn of Justice. In uno dei vari trailer del film diffusi negli ultimi mesi, si vede infatti il villain Lex Luthor (Jesse Eisenberg) che maneggia il potente minerale. Ma non sappiamo ancora se e come lo utilizzerà contro Superman…

    Non c’è Batman senza Batmobile e anche in Dawn of Justice ce ne sarà una nuova di zecca. Vediamo allora qualche caratteristica della nuova super vettura dell’uomo pipistrello: ideata dal production designer Patrick Tatopoulos, è l’ottava versione cinematografica della Batmobile e presenta un’estetica che fa pensare a un connubio ideale tra il modello realizzato per i due film di Tim Burton e la Tumbler apparsa nella trilogia del Cavaliere Oscuro. Può raggiungere una velocità fino ai 330 km/h e, tra le altre cose, è completamente corazzata ed è dotata di una coppia di mitragliatrici retrattili calibro 50 e di sistemi di protezione attiva/anti-balistica. Lunga sei metri e larga 3,7 metri, pesa all’incirca 3,2 tonnellate. Nel film la nuova Batmobile è stata completamente costruita da Bruce Wayne con l’aiuto del fido Alfred.

    E a proposito di Alfred Pennyworth, in Batman v Superman: Dawn of Justice il maggiordomo di casa Wayne (interpretato da Jeremy Irons), che si è preso cura di Bruce fin dal giorno dell’omicidio dei suoi genitori assumendo per lui quasi l’aspetto di una nuova figura paterna, avrà un approccio decisamente più operativo. Si scoprirà infatti che vanta un passato da ufficiale del SAS, il più importante corpo speciale dell’esercito britannico, e che in origine il suo incarico presso i Wayne non era di maggiordomo ma di guardia del corpo.

    Come dicevamo all’inizio, Batman v Superman: Dawn of Justice è il secondo capitolo (dopo L’Uomo d’Acciaio del 2013) del DC Extended Universe, un media franchise composto da una serie di pellicole di supereroi basate sui personaggi dei fumetti DC Comics. Il terzo sarà Suicide Squad, poi, fino al 2020, sarà la volta di Wonder Woman, Justice League – part 1, The Flash, Aquaman, Shazam, Justice League – part 2, Cyborg e Green Lantern Corps. La Warner ha annunciato anche un sequel de L’Uomo d’Acciaio focalizzato solo su Superman e un film dedicato esclusivamente a Batman che sarà non solo interpretato ma anche diretto da Ben Affleck. Entrambi dovrebbero uscire entro il 2020, ma non è ancora chiaro quando. Inoltre il Batman di Ben Affleck potrebbe trasformarsi in una trilogia.

    1403

    Batman v Superman: Dawn of Justice, scene del film
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BatmanCinemaCinema USAFilmFilm fantasySequelSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI