Raffaella Carrà a Striscia la Notizia: Tapiro d’oro per la gaffe sulle donne iraniane a The Voice

Raffaella Carrà a Striscia la Notizia: Tapiro d’oro per la gaffe sulle donne iraniane a The Voice

Aveva detto che nel loro Paese non possono studiare

da in Personaggi TV, Programmi TV, Raffaella Carrà, Spettacoli, Striscia la Notizia, Tapiro d'Oro, The Voice
Ultimo aggiornamento:

    Festa della donna ‘amara’ per Raffaella Carrà: Striscia la Notizia le ha consegnato il Tapiro d’Oro nella puntata di martedì 8 marzo per la gaffe commessa durante il programma The Voice of Italy della settimana scorsa. Ricorderete infatti che la Raffa nazionale, subito dopo l’esibizione della concorrente iraniana Kimia Ghorbani, aveva dichiarato che in Iran le donne non possono fare nulla, neanche studiare o guidare la macchina. In realtà non è così (per le donne iraniane ci sono in realtà altri tipi di limitazioni, non meno gravi) e il solito Valerio Staffelli l’ha raggiunta col Tapiro in mano per chiederle spiegazioni.

    Raffaella Carrà, molto onestamente, non ha accampato alcun tipo di scusa ammettendo il suo errore e prendendosi il meritato Tapiro: ‘Ho sbagliato, lo so, ho anche chiesto scusa con un tweet’, ha spiegato la Carrà all’inviato di Striscia la Notizia, ‘Non so cosa mi sia successo perché so perfettamente, anche se non sono una cultrice dei Paesi arabi, che le ragazze e i ragazzi in Iran sono tra i più colti del mondo. In quella nazione manca solo Striscia la Notizia. Ho detto il contrario di quello che so, forse è colpa dell’età‘.

    La 31enne Kimia Ghorbani ha partecipato alla seconda puntata delle Blind Audition di The Voice 4, destando commozione e ammirazione non solo per il suo talento ma anche per la sua incredibile storia personale. Kimia, infatti, è stata arrestata numerose volte in Iran solo perché è una cantautrice solista e si esibisce per strada: ‘Sono nata a Teheran’, ha rivelato la cantante, ‘Ma da due anni e mezzo vivo a Bologna, dove studio al Conservatorio.

    Sono un’artista di strada e la polizia in Iran mi ha arrestato tante volte, sia perché sono stata la prima donna che ha cominciato a cantare e suonare in Iran per strada, e poi perché nel mio Paese le donne non possono cantare come soliste, ma soltanto in un coro’.

    Kimia Ghorbani ha confessato di essere ormai stanca di lottare contro il Governo dell’Iran e di volersi dedicare soltanto alla sua grande passione, la musica, anche perché presto diventerà mamma: ‘Voglio insegnare alla mia bambina a essere molto coraggiosa, forte e a vivere sempre libera’. Parole di un certo spessore che hanno provocato la reazione indignata di Raffaella Carrà nei confronti dell’Iran, paese dove secondo lei alle donne non è permesso fare nulla, neanche studiare. Come dicevamo poc’anzi, questo non è vero, come ha poi ammesso la stessa Carrà, ma ciò non toglie che la situazione delle donne in quel posto non sia poi così idilliaca.

    Intanto Kimia proseguirà la sua avventura a The Voice nel team di Max Pezzali e, chissà, potrebbe anche arrivare fino in fondo.

    517

    Donne iraniane negli anni '70
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Personaggi TVProgrammi TVRaffaella CarràSpettacoliStriscia la NotiziaTapiro d'OroThe Voice

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI