Laura Pausini: baci gay tra i suoi ballerini durante il concerto One Love di Radio DeeJay

Laura Pausini: baci gay tra i suoi ballerini durante il concerto One Love di Radio DeeJay

È stato il suo modo per festeggiare l'approvazione delle unioni civili

da in Concerti, Laura Pausini, Musica, Radio, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Come festeggiare l’approvazione delle unioni civili? Ci ha pensato Laura Pausini con baci gay tra i suoi ballerini in occasione della sua ultima performance dal vivo. È accaduto proprio ieri sera, a poche ore dal via libera alla legge da parte del Senato (non senza polemiche, come sicuramente già saprete), durante il concerto One Love di Radio DeeJay che si è svolto al PalaLottomatica di Roma: mentre la cantante di Solarolo stava interpretando Simili, i ballerini che stavano effettuando la coreografia del brano si sono improvvisamente baciati.

    laura pausini baci gay

    Del resto Laura Pausini è da tempo una convintissima sostenitrice dei diritti degli omosessuali. Qualche settimana fa, per esempio, ha rilasciato una dura intervista a Repubblica nella quale ha dichiarato che si sposerà (è fidanzata da oltre dieci anni con il suo chitarrista Paolo Carta, da cui ha già avuto la figlia Paola) soltanto quando anche la sua migliore amica lesbica potrà farlo: ‘La mancanza di una legge in Italia che riconosca i matrimoni tra persone dello stesso sesso mi fa molto innervosire’, ha detto la Pausini, ‘Sono passati troppi anni per continuare a non capire, per essere ancora così ottusi e chiusi. E l’Italia da questo punto di vista è uno dei Paesi più antichi’.

    Ovviamente anche l’approvazione da parte del Senato delle unioni civili (ora la palla passa alla Camera per l’approvazione definitiva, ma dovrebbe essere una formalità) per la cantante è soltanto un primo passo verso la completa uguaglianza tra etero e omosessuali di fronte alla legge: ‘Tempo fa in un’altra nazione mi hanno chiesto perché non mi sposo. Io gli ho spiegato che sono dieci anni che sto con una persona e stiamo bene così, non abbiamo bisogno di un documento per certificare il nostro amore.

    Magari in futuro ci servirà per ragioni burocratiche, ma finché non diventa necessario preferisco non farlo perché il mio diritto non è uguale a quello della mia migliore amica che è lesbica e che invece vorrebbe sposarsi’.

    Un ritardo insopportabile che la Pausini attribuisce a un’influenza troppo opprimente della morale cattolica, nonostante lei sia cresciuta proprio in quel tipo di ambiente: ‘Sono molto dispiaciuta perché io sono nata in quella chiesa, ho frequentato la parrocchia e ho cantato molti anni in un coro durante la messa, ma più vado avanti e più mi rendo conto che siamo troppo bloccati: Dio ci ha insegnato che siamo simili e invece mi rendo conto che non siamo trattati tutti nella stessa maniera come esseri umani. Per questo negli ultimi tempi mi sono avvicinata alla Chiesa Valdese perché è una religione molto più aperta e aggiornata’.

    Recentemente Laura Pausini ha fatto scalpore anche per aver minacciato l’allontanamento dal suo fan club ufficiale di un utente autore di commenti omofobi e razzisti sul forum del club stesso: ‘Ma a te cosa frega su uno ciula col pisello o con la patata?!?’, gli ha intimato la cantante in maniera colorita ma efficace.

    565

    Cantanti gay più famosi al mondo
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ConcertiLaura PausiniMusicaRadioSpettacoli

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI