The Voice 4: blind audition al via in TV il 24 febbraio 2016 con tante novità

The Voice 4: blind audition al via in TV il 24 febbraio 2016 con tante novità

Completamente rivoluzionato il cast dei giudici

    Torna l’appuntamento con The Voice 4: le blind audition del talent show di Rai 2 iniziano mercoledì 24 febbraio 2016, come sempre in prima serata, dando ufficialmente il via a una quarta edizione ricca di novità, a cominciare ovviamente dal rinnovatissimo cast dei 4 coach che vede il ritorno di Raffaella Carrà dopo un anno di pausa e l’esordio assoluto di Dolcenera, Emis Killa e Max Pezzali. Nuova anche la co-conduttrice che affiancherà Federico Russo: Alessandra Angeli (l’Angelina di Pechino Express 3) nel ruolo di V-Reporter.

    Sono previste 14 puntate di The Voice 4, fino alla finale del 25 maggio. Le blind audition, la fase preliminare del programma durante la quale i coach ascoltano le esibizioni degli aspiranti concorrenti senza vederli in faccia, si allungano di una puntata passando da 5 a 6 (l’ultima 30 marzo), poi ci saranno le due battle (6 e 13 aprile), i due knockout (20 e 27 aprile) e infine le quattro puntate Live (tutti i mercoledì di maggio) che decreteranno infine il vincitore del talent show. Ricordiamo che le blind audition consentiranno l’ingresso nel programma a 84 concorrenti, cioè 21 per ogni team.

    Ovviamente la grande sfida dei nuovi giudici di The Voice 4 consiste nel riuscire finalmente a proporre un vincitore, o comunque un cantante qualsiasi, in grado di sfondare nel panorama della musica italiana, circostanza non verificatasi nelle prime tre edizioni se si esclude il particolarissimo caso di Suor Cristina, il cui momento di gloria pare peraltro essersi ormai esaurito.

    Alzi la mano, infatti, chi ha avuto recentemente notizie di Elhaida Dani, la cantante albanese vincitrice del primo The Voice, o si faccia vivo qualcuno che abbia ascoltato in radio il singolo di Fabio Curto, trionfatore dell’edizione 2015.
    Niente di niente, così come sono presto finiti nel dimenticatoio (magari non soltanto per colpa loro) gli altri presunti talenti delle prime tre edizioni (pensiamo a Timothy Cavicchini, Veronica De Simone, Silvia Capasso, Giacomo Voli, Tommaso Pini, Carola Campagna e Thomas Cheval), mentre i competitor Amici e X Factor hanno sfornato negli anni nomi del calibro di Marco Mengoni, Emma, Alessandra Amoroso, Noemi, Chiara, The Kolors, Lorenzo Fragola e tanti altri.

    Soltanto in occasione dell’ultimo Festival di Sanremo i reduci di The Voice hanno dato un piccolo segnale di vita con la brillante partecipazione nella sezione nuove proposte (2° posto finale) di Chiara Dello Iacovo, già concorrente della terza edizione del talent show nel team dei Facchinetti. Ma è ancora troppo poco.

    Tocca quindi agli attesissimi Dolcenera, Emis Killa, Max Pezzali e Raffaele Carrà il compito di scovare un vero talento che sappia imporsi nelle paludosissime acque della discografia italiana. Occhi puntati soprattutto sul rapper milanese, ritenuto non a caso l’omologo del Fedez di X Factor, che conosce sicuramente meglio degli altri i gusti del pubblico più giovane. Vedremo da mercoledì prossimo se sarà all’altezza del gravoso compito.

    539

    Max Pezzali, cantante italiano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI